Anno Accademico 2015/16





Scuola di Architettura e Società



Regolamento Didattico del Corso di Studio in:


Architettura
Laurea Magistrale


Sede di: Milano Leonardo

1. Informazioni Generali

Scuola Scuola di Architettura e Società
Codice Corso di Studio1136
Corso di StudioArchitettura
OrdinamentoOrdinamento 270/04
Classe di LaureaLM-4 - Architettura e ingegneria edile-architettura
Livello Laurea Magistrale
Primo AA di attivazione 2008/2009
Durata nominale del Corso 2
Anni di Corso Attivi 1,2
Lingua/e ufficiali (¹) Italiano/Inglese
Sede del corso Milano, Mantova, Piacenza
Preside Valente Ilaria Pamela Simonetta
Coordinatore CCS Gennaro Postiglione
Sito web della Scuola http://www.arch.polimi.it
Sito web del Corso di Studi
--
(¹) Il corso di laurea offre alcuni piani di studio preventivamente approvati in lingua italiana e altri in lingua inglese.

Segreteria Didattica - Milano
Struttura di riferimento
Centro Orientamento Studenti Scuola di Architettura e Società
Indirizzo Via Ampère 2, 20133 Milano
Telefono 02 2399 2622


Segreteria Studenti - Milano
Indirizzo VIA C. GOLGI, 42 (MI)


Segreteria Studenti - Mantova
Indirizzo P.ZZA D'ARCO, 3 (MN)


Segreteria Studenti - Piacenza
Indirizzo VIA G. B. SCALABRINI, 76 (PC)

2. Presentazione generale del Corso di Studio

 

La Scuola di Architettura e Società si è caratterizzata nell’ultimo decennio per un approccio sperimentale che ha assunto criticamente i temi imposti dai cambiamenti nella pratica dell’architettura nonché dalle forti modificazioni dei nostri territori e del più ampio quadro di riferimento, nazionale e internazionale. L’esperienza formativa e gli orientamenti di ricerca della Scuola intendono perseguire una linea programmatica in cui forma, senso e responsabilità siano coerentemente coniugati, entro un approccio critico in grado di proporre e sperimentare strumenti teorici e operativi, tecniche e metodi adeguati alle sfide poste oggi all’architettura. 

Il Corso di Studio di Laurea Magistrale ha l’obiettivo di fornire agli studenti una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici. Il progetto didattico è mirato alla formazione del Laureato Magistrale in Architettura. Il progetto del Corso di Studio è volto nel suo complesso e nelle sue articolazioni a fornire una formazione avanzata nel campo della progettazione architettonica. Il corso di studio assume una matrice unitaria, conforme a quanto richiesto dall’Unione Europea per il riconoscimento della validità del titolo conseguito.

Nel solco della tradizione politecnica, il Corso di Studio di Laurea Magistrale propone un approccio formativo basato sulla sintesi fra la componente umanistico-artistica e quella scientifica-tecnica, che integra le migliori tradizioni culturali con l’innovazione disciplinare necessaria per riaffermare il ruolo culturale e strategico dell’architettura, della qualità dell’abitare e dei paesaggi fisici e sociali, per affrontare i temi ambientali, dell’abitabilità della città e dei territori, della tutela e della riqualificazione dei beni e delle risorse culturali.

 

Il percorso si sviluppa attraverso laboratori di progettazione focalizzati su architettura interni e paesaggio, disegno urbano e pianificazione, progettazione tecnologia e restauro. I corsi di carattere teorico integrano l’esperienza progettuale con approfondimenti che riguardano la storia e le ricerche teoriche, ma anche gli sviluppi tecnologici e lo studio delle tecniche costruttive, dell’architettura contemporanea, con una crescente attenzione per i requisiti di sostenibilità e compatibilità ambientale. Il percorso formativo è completato da corsi opzionali, sia in inglese che in italiano, che possono essere selezionati anche all’esterno del piano di studio e che permettono un’ampia scelta tra insegnamenti appartenenti ad aree disciplinari molto diversificate. Una opportunità formativa di particolare interesse proviene dai numerosi workshop tematici che, nelle diverse fasi dell’anno, offrono esperienze progettuali intensive orientate verso tematiche specifiche.

Nel rispetto di questo quadro, il progetto didattico della Scuola ha predisposto alcuni piani di studio consigliati, al fine di supportare ciascuno studente nella compilazione del proprio piano, intendendo in tal modo rispondere adeguatamente alle specificità dei profili formativi. Qui di seguito ne viene fornito un elenco.


3. Obiettivi Formativi

MILANO

Il piano consigliato denominato ‘Progettazione Architettonica’ è volto alla formazione di un laureato magistrale capace di sviluppare il progetto di architettura come operatore trasformativo dell’ambiente e dello spazio abitato in tutte le sue componenti formali e tecniche, dotato degli strumenti necessari per comprendere a fondo le caratteristiche fisiche, sociali e culturali dei contesti contemporanei in cui si trova a operare.

Il percorso formativo affronta il progetto di architettura, articolandolo alle scale adeguate, applicandosi in particolare alle problematiche della modificazione, rigenerazione di paesaggi e tessuti urbani e insediativi, con particolare attenzione alla ricerca sulle nuove forme e tipologie dell’abitare contemporaneo, dell’architettura degli spazi pubblici e delle infrastrutture, della ricerca di un consapevole equilibrio tra nuova architettura e città esistente, con attenzione ai requisiti di sostenibilità e compatibilità ambientale economica e sociale.

Da ciò l’attenzione rivolta, nell’intreccio delle competenze disciplinari, all’approfondimento e all’aggiornamento degli strumenti teorici, metodologici e operativi del progetto di architettura, per la formazione di un architetto progettista di alto profilo capace di affrontare il coordinamento di operazioni progettuali complesse, alle diverse scale.

Il piano consigliato denominato ‘Progetto e tutela per il patrimonio costruito’ è offerto per il 2° anno stante l’attivazione del 1° anno del nuovo PSPA in Conservazione del patrimonio architettonico e ambientale.

Il piano consigliato denominato ‘Progetto e tutela per il patrimonio costruito’, nella consapevolezza dell’importanza sempre più rilevante assunta dagli interventi sul costruito nel quadro non soltanto europeo, intende contribuire all’acquisizione di competenze in questo senso approfondite ed efficaci. Ne discende una attenzione specifica dedicata, nel quadro di una efficace sostenibilità, alle capacità di diagnosi e valutazione, ai criteri di selezione tra gli approcci conservativi e trasformativi alle varie scale, con l'obiettivo di gestire, con cultura e sensibilità, l'intera gamma dei possibili interventi, dalla manutenzione al restauro, dal riuso alla riqualificazione, dall'integrazione alla sostituzione.

Il piano consigliato denominato Conservazione del Patrimonio Architettonico e Ambientale, considerata la crescente rilevanza assunta anche nel quadro internazionale dagli interventi sul costruito, intende contribuire all’acquisizione di competenze specifiche, approfondite, aggiornate nell’ambito della conoscenza, della tutela, della conservazione, del riuso e della valorizzazione dei beni architettonici e dell’ambiente. Il percorso proposto ne affronta le tematiche mediante il contributo interrelato delle discipline che concorrono alla formazione dell’architetto, riservando particolare attenzione alla storia della tutela e del restauro e a quella della costruzione, ai metodi di indagine, di diagnosi e valutazione del costruito, ai criteri di selezione tra gli approcci conservativi e trasformativi, con l'obiettivo di gestire con cultura e sensibilità le fasi del progetto e la gamma dei possibili interventi, dalla manutenzione al restauro e alla riqualificazione, dall'integrazione alla sostituzione, tanto nella dimensione del singolo edificio, quanto alla scala dei contesti urbanizzati e del paesaggio.

Il piano consigliato denominato ‘Architettura degli interni’ è volto alla preparazione di un laureato magistrale specialmente attento al rapporto fra uomo e manufatto, forma e proporzione, misura e organizzazione degli spazi, in continuità con l'insegnamento di maestri italiani che in questa scuola insegnarono una progettazione integrale, attenta alla dimensione umana dell'architettura ad ogni sua scala, da quella domestica a quella pubblica. Sullo sfondo di una adeguata e aggiornata consapevolezza delle esigenze di una effettiva sostenibilità, lo spazio abitato, i luoghi del lavoro, i luoghi collettivi della città, l'allestimento, la scenografia, la museografia sono temi affrontati nella attività didattica con specifica attenzione; anche in relazione agli interventi di recupero, di riuso e di riqualificazione architettonica e degli interni del costruito.

Il piano consigliato denominato ‘Architecture of Interiors’ definisce il percorso internazionale di Interni erogato in lingua inglese ed è volto alla preparazione di un laureato magistrale specialmente attento al rapporto fra uomo e manufatto, forma e proporzione, misura e organizzazione degli spazi, in continuità con l'insegnamento di maestri italiani che in questa scuola insegnarono una progettazione integrale, attenta alla dimensione umana dell'architettura ad ogni sua scala, da quella domestica a quella pubblica. Sullo sfondo di una adeguata e aggiornata consapevolezza delle esigenze di una effettiva sostenibilità, lo spazio abitato, i luoghi del lavoro, i luoghi collettivi della città, l'allestimento, la scenografia, la museografia sono temi affrontati nella attività didattica con specifica attenzione; anche in relazione agli interventi di recupero, di riuso e di riqualificazione architettonica e degli interni del costruito. Inoltre, questo piano di studi offre allo studente la possibilità di lavorare in un contesto multiculturale, di godere di una docenza in larga misura internazionale e di approfondire le specificità del contributo italiano alla cultura architettonica europea in una prospettiva storica e contemporanea.

 Il piano consigliato denominato Progettazione tecnologica e ambientale mira ad approfondire nella formazione del laureato magistrale in Architettura le conoscenze e le competenze necessarie alla gestione e al controllo della fattibilità tecnica e della sostenibilità ambientale delle scelte progettuali. L’esperienza formativa e culturale proposta si basa pertanto sul consolidamento e sull’ampliamento della conoscenza delle tecniche e delle tecnologie che presiedono ai processi di nuova costruzione e di trasformazione del costruito e degli strumenti finalizzati alla valutazione delle prestazioni caratteristiche degli interventi proposti e degli impatti che tali processi determinano sull’ambiente, traguardando una specifica competenza nell’individuazione e nella sperimentazione di soluzioni tecnicamente affidabili, ambientalmente efficienti e comunque capaci di dare una risposta aggiornata e adeguata alle molteplici istanze a cui il progetto di architettura è chiamato a corrispondere.

 Il piano di studi denominato “Architecture” definisce il percorso internazionale erogato in lingua inglese ed è volto alla formazione di un laureato magistrale capace di sviluppare il progetto di architettura come operatore trasformativo dell’ambiente e dello spazio abitato in tutte le sue componenti formali e tecniche, dotato degli strumenti necessari per comprendere a fondo le caratteristiche fisiche, sociali e culturali dei contesti contemporanei in cui si trova a operare. Muovendo dalla tradizione architettonica italiana ed europea e aprendosi in modo critico e approfondito al confronto multiculturale, il percorso formativo affronta il progetto di architettura, articolandolo alle scale adeguate, applicandosi in particolare le problematiche della modificazione, rigenerazione di paesaggi e tessuti urbani e insediativi, con particolare attenzione alla ricerca sulle nuove forme e tipologie dell’abitare contemporaneo, dell’architettura degli spazi pubblici e delle infrastrutture, di un consapevole equilibrio tra nuova architettura e città esistente, con attenzione ai requisiti di sostenibilità e compatibilità ambientale. Da ciò l’attenzione rivolta, nell’intreccio delle competenze disciplinari, all’approfondimento e all’aggiornamento degli strumenti teorici, metodologici e operativi del progetto di architettura, per la formazione di un architetto progettista di alto profilo capace di affrontare il coordinamento di operazioni progettuali complesse, alle diverse scale.  Inoltre, questo piano di studi offre allo studente la possibilità di lavorare in un contesto multiculturale, di godere di una docenza in larga misura internazionale e di approfondire le specificità del contributo italiano alla cultura architettonica europea in una prospettiva storica e contemporanea.

MANTOVA

Architettura

Il piano consigliato denominato Architettura è offerto per il 2° anno stante l'attivazione del 1° anno del nuovo Corso di Studio "(Architectural Design and History)" istituito presso il Polo di Mantova 

L’architetto, dal paesaggio al singolo edificio, opera oggi in un ambiente sempre fortemente definito, complesso, di fatto e in diversi modi costruito. Questo corrisponde a una condizione oggettiva del presente, in cui l’intervento sull’esistente è divenuto una parte considerevole, spesso prevalente, della progettazione. La salvaguardia sia del patrimonio edilizio, sia dell’ambiente come risorsa, in contrapposizione alle logiche del consumo e dello spreco, materiale ma anche culturale, sono la chiave di uno sviluppo sostenibile, dove la salute, il risparmio dell’energia e delle risorse naturali sono al tempo stesso competenza tecnica e impegno civile. Su questi temi si orienta il Corso di Studio di secondo livello presso il Polo di Mantova, un piano di studi chiaro che offre agli studenti percorsi personali differenziati direttamente connessi alle attività di ricerca in corso. In questa prospettiva, anche il progetto del nuovo è progetto nel costruito, è un confronto, a scala sia edilizia sia urbana, con i dati concreti, con la costruzione, dal disegno del dettaglio alla risoluzione dei problemi statici. Particolari possibilità si offrono agli studenti che vogliano sviluppare in modo innovativo i temi del restauro, termine che indica non tanto la rilevanza monumentale degli edifici cui si applica, quanto la qualità e la specificità dei metodi con i quali affronta anche il patrimonio diffuso. Gli studi e le esperienze in corso presso il Polo di Mantova, oltre i settori della conservazione dei materiali e delle strutture, riguardano anche le tecniche più avanzate di controllo dell’equilibrio idrico e termico degli edifici e dell’illuminazione, nella prospettiva del risparmio energetico, e rivendicano il progetto di architettura come qualità essenziale dell’intervento sull’esistente, nelle aggiunte necessarie, anche quando ci si attiene al più rigoroso rispetto della sostanza costruita.

 Architecture and Preservation

Il piano consigliato denominato  Architecture and Preservation è offerto per il 2° anno stante l’attivazione del 1° anno del nuovo Corso di Studio “ (Architectural Design and History)” istituito presso il l Polo di Mantova.

Il piano di studi propone un percorso erogato in lingua inglese incentrato sul progetto e la tutela del patrimonio costruito e volto alla formazione di studenti provenienti da paesi e culture diverse. L’offerta didattica e le attività di studio e di progetto previste prefigurano un profilo professionale dalle solide competenze che sappia intrecciare alle questioni di carattere teorico e metodologico la conoscenza delle tecniche e delle  pratiche necessarie a sviluppare un approccio multi-scalare al progetto architettonico e alla conservazione del patrimonio, che comprende l’architettura del XX secolo e ha come orizzonte la città e il paesaggio contemporanei. In tale direzione gli studenti affronteranno, secondo un approccio multi-disciplinare, gli ambiti specifici della progettazione architettonica, della teoria e della storia del restauro, delle tecniche di indagine e diagnostiche che necessarie all’intervento di conservazione e manutenzione, della storia dell’architettura e del paesaggio, del progetto e della pianificazione urbana, degli studi sulla cultura urbana e sulle implicazioni economiche e legislative della conservazione del patrimonio storico. I corsi e l’attività di laboratorio sono affiancati da seminari e workshop intensivi su specifici casi studio. Il ricco patrimonio storico, artistico, architettonico di Mantova e del suo territorio e le sperimentazioni di ricerca condotte nel campus,sono condizioni ideali per ospitare questo percorso di studi: attraverso di esso gli studenti sono incoraggiati a sviluppare attitudine critica nella pratica del progetto e competenze integrate e innovative rispetto ai temi della tutela e dell’intervento sull’ambiente costruito.

PIACENZA 

Il piano consigliato denominato ‘Sustainable Architecture of Multi-Scale project’ è offerto per il 2° anno stante l’attivazione del 1° anno del nuovo Corso di Studio “ (Sustainable Architecture and Landscape Design)” istituito presso il l Polo di Piacenza.

Il piano consigliato denominato ‘Sustainable Architecture of Multi-Scale project’ è un percorso internazionale, condotto completamente  in lingua inglese, che mira a completare con il biennio specialistico un percorso formativo altamente qualificato, ponendo al centro il tema dell’Architettura e della Progettazione urbana sotto il duplice profilo della sostenibilità ambientale (spaziale, sociale, tecnica) e della multiscalarità progettuale (dal paesaggio, al disegno urbano, al progetto del dettaglio). Il profilo dell’insegnamento è orientato infatti a formare un architetto progettista che sviluppi una particolare sensibilità verso i temi dell’architettura sostenibile in relazione a più scale della progettazione: da quella della trasformazione del territorio, a quella della progettazione dello spazio pubblico e dei componenti specifici dell’architettura. In questo senso il tema della sostenibilità,  al centro del biennio, viene interpretato sotto il triplice aspetto della:

                       Sostenibilità fisica e spaziale,

                       Sostenibilità sociale e culturale,

                        Sostenibilità tecnica ed economica,

superando una visione strettamente specialistica del tema. Parallelamente l’approccio multiscalare  è al centro della formazione dell’architetto e viene reinterpretato in una prospettiva dinamica e aperta , in cui il tempo diventa un fattore chiave del design: dalla macro-scala della pianificazione urbana e delle pratiche urbanistiche,  alla scala intermedia del progetto urbano e dello spazio aperto, fino alla micro-scala dei dettagli tecnici e degli elementi edilizi. Il programma è offerto nel Polo territoriale di Piacenza dove l’internazionalizzazione è una delle priorità poste alla base del processo formativo, fondandosi essenzialmente su:

Un’offerta didattica qualitativamente in linea con i migliori standard internazionali e una presenza qualificata di docenti stranieri; -Una rete stabile di connessioni con il sistema delle università (europee ed extra-europee);

Una serie di eventi internazionali (Workshop,  Convegni internazionali, Summer School).  A sostegno del progetto di internazionalizzazione avviato, il Corso di Studio per la Laurea Magistrale in Architettura  prevede nei due semestri alcuni periodi intensivi in cui convergono le iniziative di livello internazionale.

Per ulteriori informazioni consultare il sitoweb: www.archpolopiacenza.polimi.it


4. Schema del Corso di Studio e successivi livelli di formazione

4.1 Schema del Corso di Studio e Titoli conseguiti

4.2 Accesso ad ulteriori studi

La qualifica da` accesso al Dottorato di Ricerca, al Corso di Specializzazione di secondo livello e al Master Universitario di secondo livello


Per la prosecuzione degli studi, al laureato in Architettura sono offerte diverse opzioni:

- Dottorati di ricerca, attivati dall’Ateneo o altrove, su tematiche di specifico interesse, con accesso subordinato a prova d’ammissione;

- Master di 2° livello, attivati nell’Ateneo o altrove, su tematiche di specifico interesse, con accesso stabilito dalla struttura erogante il corso;

- Corsi di Specializzazione attivati nell’Ateneo o altrove, su tematiche di specifico interesse, con accesso stabilito dalla struttura erogante il corso.


5. Sbocchi professionali e mercato del lavoro

5.1 Status professionale conferito dal titolo

Il laureato UE svolge funzioni dirigenziali presso istituzioni ed enti pubblici e privati (amministrazione dello Stato, Enti locali, imprese) e la libera professione presso studi professionali e società di progettazione, svolgendo i compiti pertinenti alla costruzione, alla gestione, alla trasformazione delle città e del territorio.


Il Corso di Studio di Laurea Magistrale in architettura forma un progettista di alta qualificazione. Il titolo ha validità riconosciuta dall'Unione Europea.

Il laureato UE in Architettura corrisponde ad una figura professionale in grado di svolgere funzioni dirigenziali presso istituzioni ed enti pubblici e privati (amministrazione dello Stato, Enti locali, imprese) e la libera professione presso studi professionali e società di progettazione, sviluppando i compiti pertinenti alla costruzione, alla gestione, alla trasformazione delle città e del territorio.

Il laureato in Architettura può iscriversi agli Ordini Professionali previo superamento dell’esame di stato. Per ogni ulteriore informazione si prega di fare riferimento al link del sito di Ateneo (www.esamidistato.polimi.it).

5.2 Ruoli e sbocchi occupazionali in dettaglio

Assai vasto è il campo di opportunità lavorative, in generale e nel settore specifico, fra cui: libera professione, in proprio o alle dipendenze di studi professionali; aziende e imprese; amministrazioni pubbliche; enti di ricerca e di consulenza pubblici e privati; organismi internazionali.


Rapporti del Nucleo di valutazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4110

6. Iscrizione al Corso di Studio

6.1 Requisiti di Ammissione

Laurea, o titolo estero comparabile


Titoli richiesti:

- Possesso di una laurea o di un diploma universitario di primo o di secondo livello, o  titolo conseguito all'estero riconosciuto idoneo, in cui si siano adempiute le attività formative ritenute requisito curriculare inderogabile.

- Certificazione della lingua inglese, secondo le modalità pubblicate nella “Guida alla lingua inglese” pubblicata sul sito dell'Ateneo al link: http://www.poliorientami.polimi.it/come-si-accede/ammissione-alle-lauree-magistrali/la-lingua-inglese/

Per l'iscrizione alla LM-4 è soggetta a una valutazione comparata, che tiene conto del curriculum degli studi universitari, e di altre esperienze significative di formazione e professionali adeguatamente documentate.

Eventuali integrazioni curriculari in termini di crediti formativi universitari - fino ad un massimo di 30 – vanno soddisfatte prima dell’accesso ai corsi. Con integrazioni curriculari superiori a 30 crediti formativi, non è possibile essere ammessi al corso di Laurea Magistrale.

Per l’ammissione al Corso di Studio di Laurea Magistrale consultare il Regolamento per l’a.a 2015-16 presente nella sezione apposita del sito della Scuola http://www.arch.polimi.it/

6.2 Descrizione delle conoscenze richieste agli studenti in ingresso

L’attestato di lingua inglese dovrà essere presentato entro la data di scadenza della presentazione della domanda di ammissione della finestra standard:

- 07/09/2015 per l’ingresso ad ottobre

- 05/02/2016 per l’ingresso a marzo.


Informazioni dettagliate relative ad ammissione e immatricolazione sono disponibili sul sito dell'Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4773

6.3 Scadenze per l'ammissione e numero posti disponibili

Numero programmato per piani di studio preventivamente approvati. La tabella indica il numero minimo di posti garantiti per ogni percorso formativo nell'a.a. 2015-2016:

Immatricolati

Ottobre 2015

Marzo 2016

I piani di studio preventivamente approvati saranno i seguenti

n.ingressi

 

Progettazione architettonica (MI)

140

20

Progettazione tecnologica e ambientale (MI)

80

10

Architettura degli interni (MI)

40

10

Conservazione del patrimonio architettonico e ambientale (MI)

30

10

Architecture (solo in inglese) (MI)

150

40

Architecture of interiors

40

10

TOTALE

480

100

 *Saranno disponibili gli eventuali posti non assegnati - all’ingresso di ottobre.

 E’ prevista l’allocazione secondo la graduatoria di merito fino alla saturazione dei posti disponibili in base alle opzioni espresse dagli studenti.

Lo studente può esprimere dopo l'immatricolazione  4 opzioni per l’ingresso a ottobre 2015 e 4 per l’ingresso a marzo 2016.

L’allocazione avverrà in base alle regole contenute nel presente paragrafo, tenendo conto della sequenza delle opzioni espresse dallo studente che pertanto condizioneranno il posizionamento nella graduatoria.

Al primo anno le opzioni espresse e saranno ordinate secondo i critero seguente:

Anno di

immatricolazione

Voto di laurea

Gli studenti ammessi, per un qualsiasi motivo, dopo le scadenze previste saranno collocati d’ufficio.

6.3.1 Allocazione PSPA

Non è consentito alcun cambio del PSPA allocato meritocraticamente; lo studente, prima di presentare il piano degli studi del secondo anno di corso, potrà riformulare le proprie preferenze e sarà nuovamente valutato e meritocraticamente allocato  in base alla media ponderata acquisita entro la sessione estiva.

E' garantita la continuità di indirizzo.

Non sono consentiti cambi di sede, gli studenti dovranno presentare regolare istanza peresso gli uffici preposti entro il giorno 08/09/2015 veranno valutate le richieste compatibilmente con i posti disponibili.

 


Informazioni dettagliate relative alle scadenze e ai posti disponibili sono presenti nella guida all'immatricolazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4917

6.4 Indicazione di eventuali attività per l'orientamento per gli studenti e attività di tutorato

 

La Scuola organizza nel Primo e nel Secondo semestre attività di orientamento e tutorato per gli studenti.

Sul sito della Scuola (www.arch.polimi.it) saranno indicate le date degli incontri organizzati durante la presentazione del Piano degli studi.


6.5 Allocazione nei laboratori


In caso di sezioni multiple di laboratori, gli studenti dovranno esprimere fino a numero diopzioni pari a quello delle sezioni. L’allocazione avverrà meritocraticamente secondo i criteri espressi al punto 6.3 del presente regolamento.


6.6 Allocazione nei corsi monodisciplinari


Nelle sezioni in cui sono previsti corsi a scelta oppure diverse sezioni del medesimo corso monidisciplinare gli studenti dovranno esprimere le preferenze fino a un massimo di quattro e verranno allocati meritocraticamente secondo i criteri espressi al punto 14.2 del presente regolamento. . I corsi potranno avere un massimo di 120 studenti iscritti regolari all’a.a. 2014//2015.


Sito Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2075

7. Contenuti del Corso di Studio

7.1 Requisiti per il conseguimento del titolo

Conseguimento dei 120 crediti specificati nel regolamento didattico. In particolare il minimo di legge garantito per le attività formative caratterizzanti è di 48 Cfu (Progettazione architettonica e urbana, Discipline storiche per l'architettura, Analisi e progettazione strutturale dell'architettura, Discipline estimative per l'architettura e l'urbanistica, Progettazione urbanistica e pianificazione territoriale, Rappresentazione dell'architettura e dell'ambiente, Teorie e tecniche per il restauro architettonico, Discipline fisico-tecniche ed impiantistiche per l'architettura, Discipline tecnologiche per l'architettura e la produzione edilizia, Discipline economiche, sociali, giuridiche per l'architettura e l'urbanistica). Per le attività affini il minimo di legge garantito è di 12. 14 Cfu di tirocinio e prova finale.

7.2 Modalità di frequenza e di didattica utilizzata

Il Corso è a tempo pieno; comprende la partecipazione a Lezioni ed esercitazioni, ad attività di Laboratorio con frequenza obbligatoria, a Seminari e visite.


Il Corso di Studio comprende la partecipazione ad attività formative costituite da lezioni ed esercitazioni, da attività di Laboratorio,  Workshop, seminari,  visite di studio e tirocinio. In tutti i Corsi di Studio è obbligatoria la frequenza ai Laboratori, in assenza dell’attestazione per almeno il 70% del monte ore, il laboratorio dovrà essere rifrequentato.

Laboratori

L’attestazione della frequenza, necessaria per accedere alla prova di valutazione relativa, è a cura dei docenti responsabili del Laboratorio. Eventuali altri obblighi di frequenza potranno essere indicati dai Corsi di Studio in coerenza con le direttive della Scuola. Tali obblighi saranno resi noti attraverso il sito Internet della Scuola (www.arch.polimi.it) e comunicati agli studenti dai docenti responsabili degli insegnamenti all’avvio dei corsi. E’ garantita l’uniformità delle regole di frequenza per tutte le sezioni del medesimo insegnamento. L’accertamento della frequenza è a cura del docente responsabile dell’insegnamento in base a criteri coerenti con l’organizzazione didattica, che saranno comunicati agli studenti all’inizio del corso. Tali criteri possono riguardare la presenza in aula e la partecipazione attiva dello studente.

Corsi monodisciplinari o integrati

Per questi insegnamenti, che non prevedono l’obbligo di frequenza, sarà comunicata la modalità d’esame riservata ai non frequentanti attraverso sia la sua pubblicazione sulla pagina del docente, sia con una comunicazione all’avvio del corso.

7.2.1 Esami pregressi

Per i corsi la cui frequenza non decade, la Scuola garantisce la possibilità di sostenere gli esami indipendentemente dal cambiamento del docente, cambiamento di denominazione del corso o di disattivazione del corso stesso, per un periodo di un anno dopo la terza sessione d’esame. Successivamente verrà individuato il corso equipollente a quello eventualmente disattivato, in questo caso il docente individuato segnalerà la propria bibliografia e modalità d’esame.

 7.2.2 Organizzazione della didattica ed esami

L’attività didattica dei Corsi di Laurea Magistrale è articolata in due semestri, con possibilità per lo studente di immatricolazione ad ogni semestre. Pertanto l’inizio degli studi può avvenire sia nel primo semestre, sia nel secondo semestre di ogni anno accademico.

 

I Semestre

- 05/10/2015 inizio lezioni del 1° semestre 

- 29/01/2016 : termine del I semestre

-  01/02/2016 - 27/02/2016 sessione d’esami

 Settimana dedicata ai viaggi studio e workshop dal 29/02/2016 al 4/03/2016

Settimana dedicata al MIAW dal 27/02/2016 al 05/03/2016

II Semestre

- 07/03/2016: inizio lezioni del II semestre

- 24/06/2016 termine del II semestre

- 27/06/2016 - 30/07/2016 sessione d’esami

Al termine di ogni semestre è previsto un periodo dedicato alle valutazioni d’esame, al temine delle quali lo studente

può essere:

- promosso, con l’assegnazione del voto;

- rimandato, a una successiva valutazione;

- riprovato, in questo caso l’esame non può essere ripetuto nella stessa sessione.

7.3 Obiettivi e quadro generale delle attività didattiche per ciascun piano di studio preventivamente approvato

Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: A12 - Progettazione Architettonica


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: A12 - Progettazione Architettonica


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: C12 - Progetto e Tutela per il Patrimonio Costruito


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: C12 - Progetto e Tutela per il Patrimonio Costruito


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: D12 - Architettura degli Interni


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: D12 - Architettura degli Interni


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: E12 - Architecture


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: E12 - Architecture


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M12 - Architettura (MN)


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M12 - Architettura (MN)


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: Me1 - Architecture and Preservation (MN)


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: Me1 - Architecture and Preservation (MN)


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: P12 - Sustainable Architecture of Multi-Scale Project (PC)


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: P12 - Sustainable Architecture of Multi-Scale Project (PC)


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: T12 - Progettazione Tecnologica e Ambientale


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: T12 - Progettazione Tecnologica e Ambientale


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: *** - Non diversificato

7.4 Modalità di accertamento lingua straniera

Informazioni sulla conoscenza della lingua inglese
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2235

7.5 Modalità dell'esame di Laurea

Alla Commissione è consuetudine la partecipazione, in qualità di osservatore, di un membro designato dall’Ordine degli Architetti, è inoltre prevista la possibilità di partecipazione, sempre in qualità di osservatore, anche di esperti e docenti internazionali: la presenza di membri esterni alla Commissione non influisce sul numero legale. I membri di Commissione sono nominati per tutte le sessioni dello stesso anno accademico e ogni richiesta di modifica per l’anno successivo deve essere indirizzata al Preside entro il mese di maggio di ogni anno.  E’ prevista l’integrazione delle Commissioni con docenti stranieri in ragione degli accordi di Doppia Laurea in essere.  Le modalità dell’esame di Laurea Magistrale sono disponibili su: http://www.arch.polimi.it/generalehome1/laurea-magistrale/esami-di-laurea-specialistica-e-magistrale/ 


Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2315

8. Calendario

Calendario accademico
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2395

9. Docenti

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e dei relativi insegnamenti saranno disponibili sul manifesto degli studi a partire dal mese di settembre.
Il Manifesto degli Studi viene pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano.

10. Strutture

MILANO

Laboratorio di modellistica

Il Laboratorio Modelli e Prototipi, destinato agli studenti delle Scuole di Architettura e Società e Ingegneria Edile – Architettura del Campus Leonardo, è uno spazio attrezzato per la realizzazione di modelli e plastici con tecnologie tradizionali e a controllo numerico. Uniche condizioni per l’accesso sono: la partecipazione ad un incontro in materia di sicurezza del lavoro (ex D.L.vo 626/94) e la prenotazione del turno di accesso.

Indirizzo: nel Campus Leonardo, via Bonardi 3 - “ex sottomarino”

Orari: Il laboratorio è aperto dal lunedì al venerdì dalle 10.15 alle 17.30

Posti: 40

 Biblioteca

La Biblioteca Centrale di Architettura possiede circa 60.000 opere scientifiche italiane e straniere, dedicate prevalentemente all'architettura, all'arte, all'urbanistica, al design, all'arredamento di interni, al paesaggio, al restauro e alla museologia. Una sezione particolare è riservata alle opere sulla città di Milano. Sono disponibili tutti i testi adottati e consigliati per gli insegnamenti dei corsi di laurea delle Scuole di architettura e design. Nel settore reference è possibile consultare le principali enciclopedie tematiche e generali, nonché annuari e codici in materia di urbanistica e di edilizia. Sono inoltre disponibili circa 1000 riviste, di cui 400 in abbonamento corrente. Sono consultabili su CD ROM i principali spogli di periodici relativi all'architettura e all'arte e un ampio novero di pubblicazioni incentrate sui medesimi temi. La biblioteca possiede le dissertazioni di dottorato relative ai Dottorati di Ricerca coordinati dai Dipartimenti di Architettura. Orari: Gli orari di apertura e le modalità di consultazione sono indicati nel sito web della Biblioteca. Indirizzo: Via Bonardi, 3 - 20133 Milano Telefono: 02.2399.2684 Web: www.biblio.polimi.it

 

MANTOVA

Servizio di cartografia (Laboratorio di pianificazione ambientale)

Consultazione del materiale di cartografia storica, carte catastali della città e della provincia di Mantova, piani urbanistici, cartografia tematica della Regione Lombardia, Tavole IGM Indirizzo: Via Scarsellini, 15 (MN) Orari: martedì dalle 9.30 alle 13.00 e giovedì dalle 9.30 alle 13.00 Telefono: +39.0376.317017

Modellistica (Laboratorio di modellistica)

Utilizzo di macchine utensili come fresatrici, levigatrici, trapani, seghetti alternativi e vari utensili manuali per la realizzazione di modelli. L'accesso al laboratorio di modellistica e l'utilizzo degli strumenti in esso collocati sono subordinati al rilascio di autorizzazione da parte del docente di riferimento. I moduli di richiesta di autorizzazione sono ritirabili presso l'Ufficio Sicurezza nei seguenti orari: dal Lunedì al Venerdì dalle 8.30 alle 13.30. Al momento della consegna del modulo verranno stabiliti gli orari di accesso al laboratorio. Indirizzo: Via Scarsellini, 15 (MN) Orari laboratorio: Lunedì Mercoledì Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 Telefono: 0376.317020

Biblioteca

La Biblioteca del Polo Territoriale di Mantova fa parte del Sistema Bibliotecario di Ateneo e fa pertanto riferimento alla Carta dei servizi.

                         Consultazione in sede accessibile a tutti

                         Prestito a domicilio riservato a utenti del Politecnico di Milano e utenti convenzionati (studenti dei corsi istituiti presso il Polo di Mantova dall’Università degli studi di Pavia)

                         Prestito interbibliotecario esterno

                        Prestito interbibliotecario intra-Ateneo

 -Document delivery

                         Reference diretto e on -line

                         Postazioni informatiche per la navigazione internet, per la consultazione del catalogo, delle risorse elettroniche di Ateneo e delle tesi di Laurea in formato elettronico

 -Copertura wifi per utenti del Politecnico di Milano In base a convenzione stipulata tra Sistema bibliotecario Grande Mantova, Fondazione Università di Mantova e Polo Territoriale del Politecnico di Milano il prestito interbibliotecario con le Biblioteche del Sistema bibliotecario della Provincia di Mantova viene gestito localmente tramite bibliobus. Le biblioteche della provincia di Mantova possono inoltrare le richieste direttamente alla biblioteca del Polo di Mantova tramite posta elettronica (biblioteca.mantova@biblio.polimi.it ) o via fax (0376/317024). Gli studenti iscritti ai Corsi di Studio attivati nel Campus cittadino per ricevere in prestito i libri posseduti dalle biblioteche della provincia possono rivolgersi direttamente al personale della biblioteca del Polo di Mantova Orari: Gli orari di apertura e le modalità di consultazione sono indicati nel sito web della Biblioteca. Indirizzo: Via Scarsellini, 15 (MN) Telefono: 0376.317024 Web: www.biblio.polimi.it

 

PIACENZA

Biblioteca

La biblioteca del  Polo Territoriale di Piacenza è sita nella sede del Campus Arata, via Scalabrini 113, Edificio 11, e possiede i testi adottati e consigliati nelle bibliografie dei programmi degli insegnamenti relativi ai Corsi di Studio offerti. L'attuale patrimonio documentario, in via d'espansione, è di circa 3000 volumi, opere scientifiche italiane e straniere riguardanti l'Ingegneria, la Matematica, la Chimica, l'Economia, i Trasporti, la Logistica, i Sistemi energetici, l'Architettura, l’Urbanistica, la Sostenibilità ambientale. E' inoltre possibile consultare, tramite postazioni informatiche, i periodici elettronici del politecnico e banche dati on-line. Gli spazi bibliotecari, in entrambe le sedi, sono composti da  sale comunicanti per la consultazione, la lettura e lo studio. La sala consultazione dispone di posti a sedere. E' riservata alla consultazione individuale ed è dotata di personal computer per accedere al catalogo in linea (OPAC). La sala studio è riservata a studenti e vi è consentito lo studio di gruppo. Il prestito a domicilio è riservato a tutti gli utenti del Politecnico di Milano e a utenti convenzionati.

Referente e servizio prestiti:

Dott.ssa Silvia Scotti, tel. 0523-356871 – Fax 0523-356377

e-mail: silvia.scotti@polimi.it


11. Contesto internazionale

La nostra è stata la prima scuola italiana di Architettura ad avere istituito un percorso formativo completo in lingua inglese ai due livelli di laurea. L’esperienza internazionale, in cui studenti provenienti dall’estero si affiancano a studenti italiani, conta su diversi anni di sperimentazione e sarà progressivamente potenziata fin dall’immediato futuro, nel rispetto dei vincoli di sostenibilità e qualità del progetto formativo.

I posti disponibili per studenti internazionali sono circa 200 per le lauree magistrali e le domande pervenute dall’estero sono tre quattro  volte superiori.

L’attivazione dei percorsi in inglese ha aiutato molto il rafforzamento e l’attivazione di network di cooperazione con un gran numero di Atenei internazionali, creando lo scheletro di una riconosciuta identità della Scuola di Architettura e Società e dei suoi Corsi di Studi, e tra questi quella di Laurea Magistrale in Architettura che per numero e dimensione è una delle più grandi d’Italia.

 La presenza di una tradizione di studi che affonda le proprie radici nella cosiddetta “Scuola Milanese”, ha fatto da volano alla collocazione del nostro Corso di Studi nell’ambito di un riconosciuto consesso d’eccellenza per gli studi sull'architettura, sulla città, sulla forma urbana, sul restauro, sugli interni e sulla costruzione.


12. Internazionalizzazione

Il Corso di Studi di Laurea Magistrale offre ai propri studenti l’opportunità di partecipare a progetti internazionali di qualità elevata, basati su programmi comuni e accordi stipulati con numerose istituzioni partner. Ogni anno più di 200 studenti del nostro Corso di Laurea partecipano a programmi di mobilità internazionale e abbiamo il piacere di accoglierne un numero altrettanto alto provenienti dalle sedi partner. Ciò contribuisce a rendere significativamente internazionale l’esperienza curriculare anche per lo studente che non dovesse partire.

Per tutti gli studenti che intendono partecipare a un programma di studio all’estero, la Scuola organizza ogni anno due giornate di Orientamento, una all’inizio del primo semestre e una ad inizio di anno solare. I singoli Promotori di mobilità sono disponibili, per tutto il periodo che precede la presentazione del Bando Erasmus +, a fornire indicazioni specifiche sulle sedi di loro competenza. Presso lo studesk del proprio CdS, gli studenti potranno ricevere informazioni riguardanti le sedi disponibili e adatte ai propri Corsi di Studio, i requisiti necessari, le modalità di candidatura e relative date di scadenza e i criteri con cui è effettuatala selezione. Per informazioni dettagliate consultare il link: http://www.polimi.it/studenti/esperienze-allestero/mobilita-per-studio/

Da alcuni anni inoltre, la Scuola di Architettura e Società ha stipulato alcuni accordi di Doppia Laurea con atenei prestigiosi in contesti europei ed extra europei: altri sono in corso di definizione. Il percorso prevede un prolungamento degli studi per un totale di 180 ECTS e lo svolgimento di un periodo all’estero più lungo della mobilità annuale prevista dai programmi Erasmus +. Lo studente consegue due Titoli di Laurea, uno per ognuno dei due Atenei coinvolti. Le informazioni sono fornite al link: http://www.polimi.it/studenti/esperienze-allestero/mobilita-per-studio/

Infine, va sottolineata anche la presenza di accordi internazionali che consentono allo studente di effettuare approfondimenti per lo sviluppo del lavoro di tesi (quando questa affronta contesti internazionali) e di effettuare il tirocinio all’estero. Per informazioni dettagliate consultare il link: http://www.polimi.it/studenti/esperienze-allestero/mobilita-per-studio/

Per informazioni rivolgersi allo Studesk 1 Via Golgi 42, Milano.


Informazioni sui programmi di scambio, progetti di doppia laurea e stage internazionali, progetti europei di ricerca e relazioni internazionali sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4631

13. Dati quantitativi

L'Osservatorio della didattica di Ateneo ed il Nucleo di Valutazione di Ateneo, avvalendosi anche del supporto degli osservatori della didattica delle facoltà, svolgono periodiche analisi sui risultati complessivi e sul livello qualitativo dell'attività didattica dei Corsi di Studio, monitorando le attività formative e l'inserimento del laureato nel mondo del lavoro. I rapporti e gli studi sono disponibili sul sito web del Politecnico di Milano.

14. Altre informazioni

14.1 Integrazioni curriculari e convalide

All’atto della valutazione delle condizioni di ammissione la Commissione può indicare:

- integrazioni curriculari obbligatorie: sono definite specificando uno o più insegnamenti, appartenenti a percorsi formativi di I livello, dei quali lo studente dovrà obbligatoriamente superare l’esame prima della ammissione per l’accesso al Corso di Studio di Laurea Magistrale.

- convalide d’esame: riguardano il superamento già avvenuto di esami che possono essere considerati equivalenti a insegnamenti offerti dal Corso di Studio di Laurea Magistrale al quale si intende accedere.

14.2 Laboratori

Lo studente dovrà  esprimere un numero di opzioni pari al numero delle sezioni disponibili.

La collocazione degli studenti nei laboratori avverrà sulla base della posizione in graduatoria in base alla sequenza delle opzioni espresse.

In caso nessuna delle preferenze espresse dallo studente sia accettabile viene assegnata la sezione più scarica, compatibilmente con una equilibrata distribuzione del carico didattico tra i Laboratori. 

Le opzioni devono essere espresse ogni anno e saranno ordinate secondo i criteri seguenti:

Primo anno

Voto di laurea

 

Secondo anno

Ordinamento per valori decrescenti del parametro G

        n

G=Σ  Vi •Ci

       i=l

dove Vi è il voto conseguito nell’esame i-esimo, Ci è il numero dei crediti corrispondenti all’esame i-esimo ed n è il numero degli esami sostenuti

La votazione di 30/30 con lode sarà calcolata pari a 33/30.

Per evitare che eventuali ritardi nella registrazione o nella convalida degli esami sostenuti possa penalizzare gli studenti, il parametro G sarà calcolato sulla carriera maturata nella sessione estiva.

Gli studenti ammessi, per un qualsiasi motivo, dopo le scadenze previste saranno collocati d’ufficio.

Non è consentito agli studenti frequentare laboratori o corsi che non siano inseriti a piano. Non potranno in nessun caso, essere riconosciute o convalidate valutazioni relative ad attività non inserite nel piano degli studi o frequentate in modo difforme dalla allocazione nelle sezioni.

E' obbligatoria la frequenza ai Laboratori, che deve essere di almeno il 70%.

I corsi non decadono ma i Laboratori si, se non sostenuti (voto registrato in carriera), vanno reinseriti.

 14.2.1 Erasmus

Per tutti gli studenti di rientro dall’Erasmus non potranno essere tenuti in considerazione i voti se non già convalidati sul piano prima dell’allocazione.

14.3 Piani preventivamente approvati

La dicitura “piani preventivamente approvati”, che si trova inserita nelle applicazioni web, si riferisce alla approvazione dell’impianto didattico delle sezioni; non significa che le scelte effettuate dallo studente durante la compilazione del Piano di studi siano preventivamente approvate; dovranno essere sempre sottoposte a valutazione e allocazione di merito.

 14.4 Corsi singoli

L’Ateneo consente di seguire corsi singoli, previo pagamento dell’iscrizione al corso.

La condizione per iscriversi ai corsi singoli è quella di non essere studenti del Politecnico.

L’iscrizione a singoli insegnamenti è subordinata alla disponibilità di posti nell’insegnamento stesso; ogni semestre la Scuola pubblicherà la lista degli insegnamenti disponibili.

In caso di esubero di domande al primo o al secondo semestre verrà attuata una selezione sulla base dei titoli maturati (voto di laurea e valutazione acquisita con il book presentato per la valutazione carriera).

L’ammissione ai corsi dà diritto a frequentare gli insegnamenti, a sostenerne gli esami negli appelli previsti nell’anno accademico e ottenere la certificazione attestante la votazione degli esami superati ed i corrispondenti cfu acquisiti.

L’iscrizione ai corsi singoli può essere richiesta per:

- max 30 CFU per anno da coloro che desiderano integrare la propria formazione, o non sono in possesso dei requisiti/prerequisiti necessari per l’ammissione ad un Corso di Studio di Laurea o di Laurea Magistrale, e intendono sostenere in anticipo le attività formative in vista di un eventuale successivo riconoscimento.

Il successivo riconoscimento dei CFU acquisiti, che non potrà mai essere superiore a 30 CFU, è subordinato all’ammissione e immatricolazione allo specifico Corso di Studio di Laurea o di Laurea Magistrale.

Nel caso in cui gli esami dei corsi singoli non siano stati sostenuti/superati, al momento della eventuale immatricolazione è discrezionale la convalida della relativa frequenza.

- max di 80 CFU per anno  solo per coloro che hanno presentato la domanda di ammissione/valutazione ai Corsi di Studio di Laurea Magistrale, disciplinati dal D.M 270/04, che sono tenuti a superare insegnamenti, definiti come integrazioni curriculari, prima di potersi immatricolare.

Il limite massimo di 80 CFU può comprendere sia le integrazioni curriculari, assegnate dalla valutazione, sia gli anticipi di insegnamenti del Corso di Studio di Laurea Magistrale; questi ultimi non possono comprendere i laboratori e in ogni caso superare i 30 CFU.

L’iscrizione alle integrazioni curricolari può essere effettuata online, utilizzando la funzione web disponibile nella stessa pagina nella quale si è consultato l’esito della domanda.

L’accesso al Corso di Studio di Laurea Magistrale sarà comunque consentita solo se in possesso di tutti i pre-requisti previsti dal presente regolamento.

L’aver frequentato i corsi singoli non dà priorità all’immatricolazione al Corso di Studio di Laurea Magistrale.

 14.5 Precedenze degli insegnamenti e condizioni di progressione del percorso di studi legate al superamento degli esami

In aggiunta a quanto deriva dalla progressione degli insegnamenti nel manifesto degli studi, i Corsi di Studi possono applicare i seguenti  tipi di precedenze deliberati dal Senato Accademico:

 

Precedenza consigliata

Non definisce alcun vincolo formale. Ha lo scopo di fornire agli studenti utili indicazioni circa la sequenzialità degli insegnamenti, ma non influenza nè la composizione del Piano degli Studi né la verbalizzazione

Precedenza di composizione Piano degli Studi

Definisce un vincolo che deve essere rispettato nella scelta degli insegnamenti all’atto della presentazione del Piano degli Studi. Non è possibile inserire nel Piano degli Studi l’insegnamento b se non è presente (anche se non superato) l’insegnamento a. Non influenza la verbalizzazione.

Precedenza di verbalizzazione

Definisce un vincolo che deve essere rispettato sia al momento della composizione del Piano degli Studi, sia al momento della verbalizzazione ‘positiva’ (superamento dell’insegnamento). Non è possibile verbalizzare b se non è verbalizzato a

 Per tutti gli iscritti è prevista la precedenza di verbalizzazione, per tutte le sezioni attivate, del corso di Tecnica delle Costruzioni sul Laboratorio di Progetto e Costruzione dell’Architettura.

 14.6 Valutazione del profitto

E’ assicurata mediante forme opportune di coordinamento, l’uniformità delle modalità di verifica dell’apprendimento e della loro programmazione fra tutte le sezioni del medesimo insegnamento, in coerenza con le direttive del Corso di Studio di Laurea Magistrale.

All’inizio dell’anno accademico ogni docente comunicherà le modalità di verifica dell’apprendimento, i contenuti della prova d’esame e i criteri di valutazione.

Per ogni insegnamento (corsi e laboratori) sono previste tre sessioni d’esame. Ogni sessione d’esame ha almeno due date d’appello, entrambe utilizzabili dagli studenti.

I laureandi dovranno utilizzare esclusivamente la prima data per consentire l’espletamento entro termine delle procedure previste per l’iscrizione all’appello di Laurea.

 14.7 Piani degli studi

Lo studente è tenuto, sotto la propria responsabilità, alla presentazione del piano degli studi individuale.

Il piano è assunto dalla Scuola come documento probante a tutti gli effetti. La sua compilazione attesta altresì la conformità delle scelte effettuate dallo studente alle norme previste dagli ordinamenti vigenti e alle disposizioni del Regolamento del Corso di Studi.

Il numero minimo di crediti a cui gli studenti possono iscriversi annualmente è pari a 32 (16 per gli ingressi a marzo); è consentita l’iscrizione contemporanea a insegnamenti per un massimo di 80 crediti annuali (40 per gli ingressi a marzo).

N.B. Si suggerisce di salvare e stampare sempre il piano inserito.

Non si accettano istanze di variazione piano. La presentazione del piano degli studi è definitiva e deve essere completata nei tempi e modi stabiliti dal presente Regolamento.

 14.7.1 Mora

Con delibera del Consiglio di Amministrazione viene prevista l’attribuzione di una mora di 100,00 Euro per la mancata presentazione del piano di studi nei termini previsti dal calendario accademico. Il pagamento sarà richiesto con la seconda rata.

 14.8 Autocertificazione del superamento di un esame

Nel caso in cui, all’atto della presentazione del piano di studi, un esame già sostenuto (di cui quindi si conosce la votazione) non sia ancora registrato in carriera, lo studente può autocertificare il superamento dell’esame.

Non è consentito autocertificare un insegnamento il cui esame non sia stato ancora sostenuto all’atto della compilazione del piano.

Una falsa dichiarazione impedisce l’iscrizione alle sessioni d’esame dell’insegnamento autocertificato, per i laboratori implica l’impossibilità di rimetterlo a piano fino all’a.a. successivo

 14.9 Modifica Piani di Studio

Nel periodo 25/02/2016 al 03/03/2016 sarà data la possibilità di modificare a Polisef il piano di studi.

Sarà possibile solamente intervenire sugli insegnamenti offerti nel secondo semestre con le seguenti opportunità:

- cambiare corsi opzionali;

- aggiungere corsi monodisciplinari o integrati a suddivisione alfabetica

Non sarà possibile eliminare, aggiungere o cambiare sezione dei Laboratori.

Nota Bene

Dal momento che gli orari delle lezioni sono pubblicati prima dell’inizio dell’anno accademico si invitano gli studenti a verificare l’orario dei corsi opzionali per evitare l’inserimento nel piano di corsi in sovrapposizione di orario.

 14.10 Conclusione del percorso di studio e laurea

Gli studenti che intendono conseguire la Laurea dovranno aver acquisito tutti i crediti relativi agli insegnamenti previsti dal manifesto degli studi e inoltre:

• i crediti relativi ad attività a scelta dello studente;

• 6 crediti relativi alle attività di tirocinio;

• 8 crediti relativi alla attività di laurea (si veda paragrafo 7.5).

 14.10.1 Attività a scelta dello studente

Possono essere scelte nell’ambito o al di fuori dell’offerta formativa del Corso di Studio. Si intende che le prime sono automaticamente approvate. Eventuali altre scelte o iniziative (seminari, workshop o altro) dovranno essere preventivamente autorizzate dal Consiglio di Presidenza della Scuola.

All’interno dell’offerta formativa del Corso di Studio sono previsti corsi opzionali collocati sia al I che al II semestre. Tali corsi possono essere scelti indifferentemente sia dagli studenti immatricolati a ottobre che dagli studenti immatricolati a marzo.

Il Corso di Studio attiva in ogni semestre attività di Workshop che possono essere scelte dagli studenti. A tali attività sono attribuiti crediti formativi ma non sono soggette a valutazione. Gli studenti potranno inserire nei Piani di Studi o attività di workshop fino ad un massimo di 8 cfu.

14.10.1.1  Workshop

E’ possibile inserire sino a 2 workschop per un massimo di 8 cfu per tutti gli studenti regolari.

Agli studenti ripententi potrà essere concesso l’inserimento di un solo workshop per 4 cfu

L'elenco dei workshop è presente sul sito http://www.arch.polimi.it/offerta-formativa/workshop/I docenti di riferimento dei workshop sono indicati all'interno della scheda esplicativa

 14.10.2 Attività di tirocinio

La Scuola coopera con gli ordini professionali, le pubbliche amministrazioni, gli enti territoriali e le imprese, per organizzare attività esterne di tirocinio, in modo da garantire allo studente la possibilità di acquisire i crediti previsti dall’ordinamento.

Inoltre lo studente ha la possibilità di svolgere una Attività Pratica interna (tirocinio) ai dipartimenti del Politecnico di Milano

Le regole di durata del tirocinio saranno definiti dai Corsi di Studio, secondo le direttive della Scuola. Ogni ulteriore informazione è disponibile presso l’Ufficio Tirocini della Scuola di Architettura e Società e nella sezione apposita del sito della Scuola www.arch.polimi.it

L’Ateneo bandisce anche borse Erasmus per tirocini all’estero. Per maggiori informazioni:

https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2469

 14.10.3 Presentazione tesi on line

Il deposito della tesi sarà unico e definitivo: da quel momento non sarà consentito sostituire la tesi con una versione più aggiornata.

Tutte le norme che riguardano la presentazione della tesi sono reperibili sul sito  www.tedoc.polimi.it

 NOTE SPECIFICHE :

Nei piani preventivamente approvati (PSPA):

1) Progettazione Architettonica (A12)

2) Architettura degli interni (D12)

3) Conservazione del patrimonio architettonico e ambientale (C15)

4) Progettazione tecnologica e Ambientale (T12)

L'allocazione alll’insegnamento di Tecnica delle costruzioni sarà ad l’allocazione meritocratica.

Lo studente, alla compilazione del piano, dovrà espandere le opzioni e segnalare le preferenze (come avviene per le sezioni di laboratorio).

Per coloro che per qualsiasi motivo si immatricolassero dopo i termini, l’allocazione avverrà d’ufficio sulla sezione meno carica.

  Nei  PSPA:

1) Progettazione Architettonica (A12)

2) Architettura degli interni (D12)

3) Progettazione tecnologica e Ambientale (T12)

L'allocazione degli ’insegnamenti di Storia e teorie del secondo novecento  e Teorie e Tecniche della progettazione architettonica sarà ad l’allocazione meritocratica.

Lo studente, alla compilazione del piano, dovrà espandere le opzioni e segnalare le preferenze (come avviene per le sezioni di laboratorio).

Per coloro che per qualsiasi motivo si immatricolassero dopo i termini, l’allocazione avverrà d’ufficio sulla sezione meno carica.

 Nei PSPA:

1) Progettazione Architettonica (A12)

2) Progettazione tecnologica e Ambientale (T12)

lo  studente dovrà scegliere 1 solo corso  tra i seguenti insegnamenti ad allocazione con tetto massimo di 120 studenti:

• Diritto urbanistico e dell’ambiente

• Economia dell’ambiente e sostenibilità

• Economia delle trasformazioni urbane

• Sociologia del territorio

• Sociologia della città

Lo studente alla compilazione del piano dovrà segnalare le preferenze (come avviene per le sezioni di laboratorio) e sarà applicata l’allocazione meritocratica.

Per coloro che per qualsiasi motivo si immatricolassero dopo i termini, l’allocazione avverrà d’ufficio sulla sezione meno carica.

Nel PSPA:

1) Progetto e tutela del patrimonio costruito (C12)

2) Progettazione Architettonica (A12)

I Laboratori di Restauro architettonico saranno  5 sezioni  comuni ai due PSPA e sarà applicata l’allocazione meritocratica.

Lo studente, alla compilazione del piano, dovrà espandere le opzioni e segnalare le preferenze

Per coloro che per qualsiasi motivo si immatricolassero dopo i termini, l’allocazione avverrà d’ufficio sulla sezione meno carica.

Nel PSPA:

1) Progetto e tutela del patrimonio costruito (C12)

Gli studenti potranno sostituire fino a 8 cfu di attività a scelta scegliendo corsi erogati dalla Scuola di Specializzazione in "Conservazione dei Beni Architettonici e del paesaggio" con procedura di ammissione nelle scadenze che saranno indicate dalla Scuola di Specializzazione.

 Nel PSPA:

1) Architecture (E12) sezione in inglese

Lo studente dovrà scegliere 1 solo corso tra i seguenti insegnamenti:

Analysis and assessment of  urban transformation,  Urban sociology.

Lo studente, alla compilazione del piano, dovrà segnalare le preferenze (come avviene per le sezioni di laboratorio) e sarà applicata l’allocazione meritocratica.

Per coloro che per qualsiasi motivo si immatricolassero dopo i termini, l’allocazione avverrà d’ufficio sulla sezione meno carica.

 Corsi opzionali:

Per tutti i piani di studio preventivamente approvati si specifica che il numero massimo degli iscritti previsto per i corsi opzionali è di 120 studenti. Qualora il numero di domande superi tale quota, l’allocazione avverrà per merito. Gli esclusi dovranno esprimere presso l’ufficio COS una nuova opzione entro due giorni dalla pubblicazione.

Sono previsti anche dei Workshop MIAW che avranno un numero limitato di partecipanti .

Per il corso di Fotografia il numero massimo di studenti sarà 100.

Si rende noto che sarà possibile inserire anche dei corsi opzionali dell’Università statale.

Allocazioni nota informativa:

Si ricorda che:

- quando l’allocazione nei corsi e nei laboratori avviene per merito non sarà possibile cambiare sezione.

- in caso di rifrequenza, non è assicurata l’allocazione nella stessa sezione dell’anno accademico precedente.

Per coloro che per qualsiasi motivo si immatricolassero dopo i termini, l’allocazione avverrà d’ufficio sulla sezione meno carica.


15. Errata corrige