Anno Accademico 2017/18





Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione



Regolamento Didattico del Corso di Studio in:


Ingegneria Energetica
Laurea Di Primo Livello


Sede di: Milano Bovisa

1. Informazioni Generali

Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Codice Corso di Studio352
Corso di StudioIngegneria Energetica
OrdinamentoOrdinamento 270/04
Classe di LaureaL-9 - Ingegneria industriale
Livello Laurea Di Primo Livello
Primo AA di attivazione 2008/2009
Durata nominale del Corso 3
Anni di Corso Attivi 1,2,3
Lingua/e ufficiali Italiano
Sede del corso Milano
Preside Lozza Giovanni
Coordinatore CCS Alfonso Niro
Sito web della Scuola http://www.ingindinf.polimi.it
Sito web del Corso di Studi
http://www.energia.polimi.it/didattica/c_energetica.php


Segreteria Studenti - Milano
Indirizzo VIA LAMBRUSCHINI, 15 (MI)

2. Presentazione generale del Corso di Studio

L'Ingegneria Energetica è il settore dell'ingegneria che si occupa della progettazione e della gestione degli impianti energetici e dei loro componenti, in modo da garantire il migliore impiego delle risorse disponibili con il minimo impatto sull'ambiente. Impianti energetici sono tutti quegli impianti, nei quali si produca, si trasformi o si utilizzi dell'energia. Sono, ad esempio, impianti energetici la grande centrale termoelettrica, l'impianto di condizionamento e di climatizzazione per residenze e uffici, il motore di un'automobile, il propulsore di un aereo, un collettore solare e così via.

I temi della produzione e dell'utilizzo razionale dell'energia e del conseguente impatto ambientale sono oggi al centro dell'attenzione nelle società sviluppate, ma sono essenziali anche per le economie dei paesi emergenti e quelli del terzo mondo. Si assiste ad una continua evoluzione tecnologica e a mutamenti di scenari. È per queste ragioni che le tematiche energetiche vivono un momento di grande sviluppo scientifico, tecnico ed economico, certamente destinato ad una continua crescita. Nel contesto internazionale, la posizione dell'Italia è particolarmente delicata, data la sua forte dipendenza dall'estero per l'approvvigionamento energetico. Ciò richiede la disponibilità di "tecnici dell'energia" con una preparazione approfondita tale da consentire l'utilizzo ottimale degli strumenti messi a disposizione dalla continua evoluzione scientifica e tecnologica, contribuendo all'avanzamento delle conoscenze nel settore, in modo da poter sviluppare consapevolmente politiche energetiche e industriali per un crescente benessere dell'umanità nel rispetto dell'ambiente.


3. Obiettivi Formativi

L'ingegnere energetico, la cui figura professionale si colloca nell'ambito dell'ingegneria industriale, deve ben conoscere le modalità di conversione termodinamica delle varie forme di energia, gli effetti ambientali connessi alla produzione energetica, le problematiche tecnologiche e di esercizio delle macchine impiegate, le tecniche di analisi economica con cui verificare gli investimenti. Tale figura professionale  sarà in grado di identificare, formulare e risolvere i problemi ingegneristici dell'area energetica utilizzando metodi, tecniche e strumenti aggiornati. La base della preparazione prevede una buona conoscenza delle discipline matematiche, fisiche, chimiche, informatiche e di economia applicata all'ingegneria. Su questa base vengono costruite le competenze proprie dell'ingegneria energetica, incentrate sulla termodinamica applicata, la trasmissione del calore, le macchine termiche, i processi energetici, che sono strettamente collegate alle altre discipline classiche dell'ingegneria industriale (la meccanica dei solidi e dei fluidi, la meccanica applicata, le tecnologie meccaniche, l'elettrotecnica, i materiali).

E' quindi obiettivo del corso di studi la formazione di un tecnico che abbia le competenze per agire nell'ambito multi-disciplinare che caratterizza le moderne applicazioni energetiche, con conoscenze mirate nei vari rami dell'ingegneria meccanica, chimica ed elettrica assieme ad un approfondimento delle tematiche più specifiche richieste dall'industria energetica. I risultati di apprendimento attesi sono espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio:

  • Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding). Il laureato in Ingegneria energetica ha una buona conoscenza dei principi matematici e scientifici di base e ne ha compreso le implicazioni. Il laureato sarà quindi in grado di interpretare, analizzare, modellizzare e risolvere problemi relativi alla progettazione, alla gestione e alle applicazioni di macchine, impianti e processi energetici. Avrà anche le conoscenze sufficienti a comprendere le innovazioni e gli avanzamenti tecnologici del settore energetico.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding). Il laureato è in grado di applicare le conoscenze acquisite all'analisi dei processi di produzione e di gestione dell'energia nelle sue varie forme, per valutarne le prestazioni in termini di efficienza energetica e di impatto ambientale, senza trascurare gli aspetti economici.
  • Autonomia di giudizio (making judgements). La modalità di svolgimento delle lezioni deve essere tale da rendere il laureato in grado di scegliere autonomamente (e quindi applicare) appropriati metodi analitici e di modellazione, al fine di realizzare progetti che soddisfino requisiti specifici.
  • Abilità comunicative (communication skills). Il laureato è in grado di interpretare e di redigere relazioni tecniche relative ai progetti effettuati, di consultare ed eventualmente formulare norme e manuali tecnici, di enti preposti o interne aziendali, sviluppando le abilità necessarie per inserirsi proficuamente in un team di progettazione.
  • Capacità di apprendimento (learning skills). Il corso di laurea fornisce gli strumenti per affrontare studi di livello superiore, a partire dalla Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica. In ogni caso, il laureato è in grado di aggiornarsi in modo continuo nel suo settore applicativo.

4. Schema del Corso di Studio e successivi livelli di formazione

4.1 Schema del Corso di Studio e Titoli conseguiti

Il progetto didattico degli studi in Ingegneria Energetica prevede il conseguimento di un titolo di Laurea dopo tre anni e, in serie, di un titolo di Laurea Magistrale dopo ulteriori due anni, con la possibilità di accedere infine al Dottorato di Ricerca (figura 1).


Nel percorso per il primo livello è prevista, al terzo anno, una differenziazione tra i piani di studi specifici per le discipline di carattere energetico (E1N-E4N-E5N) e quello dedicato agli allievi intenzionati ad accedere senza debiti formativi al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Nucleare (E3N). I piani di studi per le discipline relative all'energia prevedono due possibilità a scelta dello studente:

 

  • il piano E1N è dedicato a chi intende proseguire gli studi con la laurea magistrale,
  • i piani E4N e E5N sono dedicati a chi intende completare la formazione professionale dell'ingegnere energetico junior per potere entrare direttamente nel mondo del lavoro.

 

I piani di studi E4N e E5N sono strettamente focalizzati sullo sviluppo degli obiettivi formativi dell'analisi e pratica ingegneristica nei settori disciplinari più attinenti agli sbocchi lavorativi dell'ingegnere energetico junior. Sulla base delle rilevazioni degli sbocchi professionali fornite dal Career Service, si è osservato che nell’ambito industriale, e in particolare in quello della piccola e media impresa, ampie possibilità di impiego all’ingegnere energetico junior sono offerte dal settore dell’impiantistica termotecnica, della certificazione e del risparmio energetici, e dal settore delle macchine e dei motori per i sistemi energetici. Per tale ragione sono offerti i due piani “Efficienza e impianti energetici negli edifici” (E4N) e “Macchine e sistemi energetici” (E5N), ciascuno dei quali prevede un’univoca successione di insegnamenti che consente di delineare al meglio la relativa figura professionale. In entrambi i piani, il percorso formativo culmina con un tirocinio aziendale obbligatorio che, da un lato, offre l'opportunità di applicare le conoscenze e capacità di progetto acquisite in un contesto reale, dall'altro costituisce il primo ingresso nel mondo professionale.  La procedura di selezione dei tirocini prevede che lo studente si avvalga anzitutto, anche se non esclusivamente, del servizio offerto dal Career Service per individuare le offerte disponibili, che saranno vagliate dal docente referente del Consiglio di Corso di Studio. E' importante ricordare che l'assegnazione del tirocinio può avvenire solo a seguito della verifica di coerenza fra tipologia/tema del tirocinio e percorso formativo, ovvero che nel piano di studi vi siano quegli insegnamenti che impartiscono le conoscenze e capacità di analisi e progetto relative al settore tecnologico del tirocinio. 

Il piano di studi E1N è fortemente sconsigliato agli studenti con una media inferiore a 24/30 o con un debito superiore a 10 crediti al termine del secondo anno. In preparazione agli studi di secondo livello, questo piano di studi prevede un approfondimento delle conoscenze di matematica. Il percorso della laurea magistrale, di durata biennale, ha l'obiettivo di preparare un ingegnere con elevata qualificazione tecnico-scientifica e propensione all'innovazione tecnologica e alle metodologie avanzate. Nel primo anno verrà prioritariamente consolidato il livello di preparazione generale con riferimento a diverse discipline dell'ingegneria industriale e dell'ingegneria energetica, mentre al secondo si affinano le nozioni specialistiche e si sviluppa la tesi di laurea. Sono previste ampie scelte nello sviluppo dei diversi piani di studio, descritte nel regolamento didattico della LM. L'ammissione alla Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica avviene (previa selezione e valutazione del merito - si veda il regolamento didattico di LM) senza debiti formativi per chi ha seguito il piano di studi E1N.


Figura 1: Schema generale del Corso di Studi

4.2 Accesso ad ulteriori studi

La qualifica da` accesso alla Laurea Magistrale, al Corso di Specializzazione di primo livello e al Master Universitario di primo livello


Per l'ammissione alla Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica, i laureati in Ingegneria Energetica del Politecnico di Milano con piano di studi propedeutico sono ammessi senza integrazioni curriculari (debiti formativi) se hanno conseguito una media delle votazioni superiore a 21/30, fatto salvo il requisito della lingua inglese. Ai laureati con piano di studi professionale sarà richiesta l’integrazione curriculare di Metodi analitici e numerici (086214). Le regole complete di ammissione sono riportate sul Regolamento Didattico della suddetta LM.


5. Sbocchi professionali e mercato del lavoro

5.1 Status professionale conferito dal titolo

Il corso prepara alle professioni di ingegnere industriale nel settore dell'energia. I laureati di 1° livello in Ingegneria Energetica potranno sostenere l'Esame di Stato per l'abilitazione professionale alla Sezione B dell'Albo (Ingegneri Junior) nel settore dell'Ingegneria Industriale. I laureati di 2° livello potranno sostenere l'Esame di Stato per l'abilitazione alla Sezione A dell'Albo (Ingegneri), sempre nel settore dell'Ingegneria Industriale.


Il laureato in Ingegneria energetica è un tecnico con preparazione universitaria in grado di effettuare la progettazione esecutiva, il collaudo, l'esercizio e la manutenzione di impianti per la produzione, distribuzione e utilizzo dell'energia, di impianti di riscaldamento e condizionamento, dei loro componenti e dei sistemi termotecnici civili e industriali. E' inoltre in grado di svolgere il ruolo di responsabile dell'energia nelle aziende ed enti in cui è richiesto tale ruolo. Il percorso propedeutico alla laurea magistrale è orientato a completare la preparazione di base degli allievi che desiderano proseguire gli studi, per essere preparati a carriere negli stessi settori, ma con maggiori responsabilità e con maggiore propensione alle tematiche più complesse e innovative.

5.2 Ruoli e sbocchi occupazionali in dettaglio

Agli Ingegneri energetici il mercato del lavoro offre un gran numero di opportunità: la produzione, la distribuzione e l'utilizzo corretto dell'energia sono realtà irrinunciabili, seppure intensamente problematiche, della nostra epoca. L'industria energetica sta peraltro vivendo grandi trasformazioni (la liberalizzazione dei mercati, l'incremento della competitività, la decentralizzazione, la maggiore attenzione ai problemi di impatto ambientale, la riduzione delle emissioni di gas serra), che richiedono sempre più tecnici preparati e con le necessarie competenze. D'altra parte, la concentrazione di industrie operanti nel settore dell'energia è elevatissima nell'area lombarda e milanese (dai grandi enti che si occupano di produzione, trasporto e distribuzione dell'energia alle numerosissime imprese, anche medio-piccole, che operano nei settori dell'impiantistica industriale e civile, degli impianti di climatizzazione, dei componenti degli impianti).

Laurea. I possibili sbocchi professionali per l'Ingegnere con Laurea sono:

  • nel settore della gestione dell'energia, nell'industria e in aziende ed enti pubblici territoriali fornitori del servizio energia; si osservi in proposito che la Legislazione italiana (legge 10/91) ha previsto l'obbligo della figura del "tecnico responsabile per la conservazione e l'uso razionale dell'energia" (energy manager) per le aziende con consumi energetici significativi;
  • nell'attività di progettazione, collaudo, esercizio e manutenzione di impianti energetici come, per esempio, impianti di riscaldamento e di climatizzazione, impianti per la conservazione degli alimenti, piccoli e medi impianti per la produzione, la distribuzione e l'utilizzo dell'energia;
  • nella progettazione termotecnica degli edifici;
  • nelle industrie che producono e commercializzano macchine e componenti come caldaie, climatizzatori, frigoriferi, motori, scambiatori di calore, compressori e turbine a gas o a vapore;
  • nelle industrie energetiche operanti nei settori termoelettrico, idroelettrico, motoristico, petrolifero e del gas naturale, a livello di produzione, di dispacciamento o di distribuzione.

Laurea magistrale. Per quanto riguarda l'Ingegnere con Laurea Magistrale, gli sbocchi saranno i medesimi, ma con accesso alle posizioni di responsabilità superiore sia nella progettazione di impianti e componenti sia nella loro gestione. Ai laureati magistrali saranno riservate le attività di ricerca e sviluppo, nonché quelle relative alle fasi di studio e di progetto delle applicazioni più specialistiche e di maggior impegno (grandi impianti, processi innovativi, sviluppo di macchine e componenti tecnologicamente avanzati). La preparazione più ampia e flessibile fornita dal corso di LM, inoltre, farà sì che si aprano possibilità di lavoro in ambiti intersettoriali che coinvolgono il settore energetico.

Dottorato di Ricerca. A valle della Laurea specialistica è attivo il Dottorato di Ricerca in Scienze e Tecnologie Energetiche e Nucleari, che è orientato a formare ingegneri con una preparazione estremamente approfondita, di alto livello scientifico, destinati a coprire posizioni di responsabilità nelle aziende con elevata propensione alla ricerca e sviluppo. Raccoglie le esperienze del precedente Dottorato in Energetica che, insieme a quello di scuola Nucleare, ha costituito una importante realtà per oltre 25 anni nella tradizione didattica dell'Ateneo. L'ammissione avviene per concorso pubblico, bandito annualmente.


Rapporti del Nucleo di valutazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4028

6. Iscrizione al Corso di Studio

6.1 Requisiti di Ammissione

Diploma di scuola media superiore, o titolo estero comparabile.


In base al D.M. 270/04 art.6, l'ammissione ai corsi di laurea di primo livello è subordinata al possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o quadriennale o di altro titolo di studio conseguito all' estero, riconosciuto idoneo.

Per iscriversi al primo anno del corso di laurea è obbligatorio superare una prova di ammissione finalizzata ad accertare l'attitudine e la preparazione agli studi. A questo scopo l'Ateneo organizza un test on-line (TOL) in sessioni programmate (circa una sessione ogni mese) per gli studenti delle scuole medie superiori. Il test comprende una sezione volta alla verifica della conoscenza dell'inglese, a livelli sufficienti per poter comprendere un elementare testo tecnico.

La conoscenza minimale della lingua inglese sarà pertanto considerata un prerequisito, soddisfatto all'atto del superamento del test. L'esito inferiore alla soglia di superamento stabilita comporta l'attribuzione di obblighi formativi aggiuntivi (OFA), che vengono soddisfatti mediante il superamento del test in una sessione successiva. Possono essere esonerati dal test di ammissione coloro che hanno conseguito il punteggio minimo definito annualmente dall'Ateneo in uno dei seguenti test riconosciuti internazionalmente: SAT, GRE, GMAT. I necessari dettagli sono definiti annualmente dal Senato Accademico e sono reperibili sul sito dell'Ateneo.

6.2 Descrizione delle conoscenze richieste agli studenti in ingresso

Il Test di Ingegneria - al Politecnico di Milano erogato solo in modalità on line (TOL) - consiste nella soluzione di 65 quesiti a risposte multiple che mirano a verificare il possesso di una solida conoscenza dei concetti fondamentali della matematica e della fisica, l'attitudine al ragionamento logico-astratto e la conoscenza della lingua inglese. I 65 quesiti sono così suddivisi:

  • 30 di Inglese (15 minuti);
  • 25 di Logica, matematica, statistica (75 minuti);
  • 5 di Comprensione verbale (15 minuti);
  • 5 di Fisica (15 minuti).

Informazioni dettagliate relative ad ammissione e immatricolazione sono disponibili sul sito dell'Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4717

6.3 Scadenze per l'ammissione e numero posti disponibili

Il corso di Laurea di Ingegneria Energetica prevede l'ingresso, per il presente anno accademico, di un numero programmato di matricole pari a 400 studenti comunitari ed equiparati, più 8 studenti extra-UE.


Informazioni dettagliate relative alle scadenze e ai posti disponibili sono presenti nella guida all'immatricolazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4861

6.4 Indicazione di eventuali attività per l'orientamento per gli studenti e attività di tutorato

Presso la Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione sono attivi servizi di tutorato aventi come obiettivo l'assistenza agli studenti durante il loro percorso di studi, soprattutto nel primo triennio. Questa attività coinvolge studenti-tutor e docenti-tutor di riferimento. Ulteriori informazioni possono essere reperite sul sito della Scuola.


Sito Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2120

7. Contenuti del Corso di Studio

7.1 Requisiti per il conseguimento del titolo

Il percorso formativo è comune per i primi due anni e offre, al terzo anno, la possibilità di formulare un piano di studi “Propedeutico” dedicato alla prosecuzione nella Laurea Magistrale, o due piani di studi  “Applicativi” indicati a completare la formazione professionale dell'ingegnere energetico junior per potere entrare direttamente nel mondo del lavoro. Il piano di studi propedeutico è caratterizzato da approfondimenti di discipline matematiche, mentre quelli applicativi prevedono un’univoca successione di insegnamenti che consente di delineare al meglio la relativa figura professionale. In entrambi i piani applicativi, il percorso formativo culmina con un tirocinio obbligatorio presso aziende del settore energetico, della durata indicativa di tre mesi.


Per il conseguimento del titolo sono richiesti 180 crediti. Le attivita necessarie ad acquisire questi crediti sono dettagliate nel regolamento didattico, ma possono riassumersi in formazione scientifica di base (matematica, fisica, chimica, informatica: 46-62 crediti), conoscenze generali dell'ingegneria industriale (meccanica teorica, dei solidi, dei fluidi, tecnologie, elettrotecnica, economia, impianti, fisica tecnica, macchine: minimo 60 crediti), conoscenze specifiche del settore (climatizzazione, sistemi energetici e approfondimenti vari delle materie energetiche, a completamento dei 180 crediti).

7.2 Modalità di frequenza e di didattica utilizzata

Gli insegnamenti del Corso di Studi sono erogati con modalità convenzionale (lezioni, esercitazioni, laboratori informatici, sperimentali e progettuali), ma con metodologie didattiche atte a conseguire gli obiettivi formativi esplicitati dai descrittori di Dublino. La frequenza non è obbligatoria, ma è fortemente consigliata.


La frequenza è infatti molto importante per facilitare l'apprendimento e per acquisire le capacità critiche essenziali. Alcuni insegnamenti potranno richiedere la frequenza per alcune attività specifiche (es: laboratori) e prevedere modalità di prova in itinire obbligatorie; questi requisiti saranno evidenziati sui programmi degli insegnamenti (www.ingind.polimi.it).

7.3 Obiettivi e quadro generale delle attività didattiche per ciascun piano di studio preventivamente approvato

Le seguenti tabelle riportano l'articolazione del piano degli studi, previsto dal Consiglio di Corso di Studio (CCS). I programmi degli insegnamenti possono essere trovati nel sito della Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione ( http://www.ingindinf.polimi.it/ ) su cui sono periodicamente riportati avvisi generali di interesse degli studenti. Nella colonna AF (Attività Formative) sono indicate le materie di base (A), quelle caratterizzanti (B), quelle affini (C) e le altre attività (D), di cui fanno parte gli insegnamenti a scelta (S). Nella presentazione del piano di studi, limitatamente agli insegnamenti a scelta, il CCS potrà prendere in considerazione proposte autonomamente sviluppate da parte dello studente, al di fuori dei piani preventivamente autorizzati (piano di studi autonomo).

Il primo anno è condiviso interamente con il Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica e per 46 cfu con quello di Ingegneria Aerospaziale, per consentire, dopo il primo anno, un'ampia possibilità di mobilità degli studenti all'interno della ex-Scuola di Ingegneria Industriale.

Gli studenti provenienti da altri Atenei o da altri Corsi di Studio del Politecnico di Milano potranno fare domanda di riconoscimento dei crediti universitari già acquisiti, che sarà esaminata caso per caso dal CCS.


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: ENN - Energetica


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua d'erogazione Sem Crediti (CFU) CFU Gruppo
081360AMAT/03
MAT/05
ANALISI E GEOMETRIA 1110.010.0
081369AING-INF/05INFORMATICA B17.07.0
081374ACHIM/07FONDAMENTI DI CHIMICA17.07.0
081376BING-IND/15METODI DI RAPPRESENTAZIONE TECNICA17.07.0
081372AMAT/03
MAT/05
ANALISI E GEOMETRIA 2210.010.0
081389AFIS/01FONDAMENTI DI FISICA SPERIMENTALE212.012.0
081377BING-IND/21METALLURGIA E MATERIALI NON METALLICI27.07.0

081369 Dei 7 crediti assegnati 1 CFU è dedicato a ulteriori attività formative (art.10, comma 5, lettera d del D.M. 270/04): abilità informatiche e telematiche.


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: ENN - Energetica


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua d'erogazione Sem Crediti (CFU) CFU Gruppo
094847BING-IND/13FONDAMENTI DI MECCANICA TEORICA ED APPLICATA18.08.0
094848CICAR/08MECCANICA DEI SOLIDI18.08.0
094849CICAR/01MECCANICA DEI FLUIDI18.08.0
095042A,CMAT/06
SECS-S/01
STATISTICA16.06.0
083795BING-IND/10FISICA TECNICA210.010.0
083720CING-IND/17
ING-IND/35
IMPIANTI INDUSTRIALI E ORGANIZZAZIONE D'IMPRESA210.010.0
097336BING-IND/31
ING-IND/33
PRINCIPI DI SISTEMI ELETTRICI210.010.0

Insegnamenti del 3° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: E1N - Propedeutico


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua d'erogazione Sem Crediti (CFU) CFU Gruppo
090856BING-IND/08MACCHINE110.010.0
086012BING-IND/11FONDAMENTI DI CLIMATIZZAZIONE AMBIENTALE110.010.0
086211BING-IND/14
ING-IND/16
PRINCIPI DI PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA MECCANICA110.010.0
072574BING-IND/09SISTEMI ENERGETICI E IMPATTO AMBIENTALE210.010.0
086214AMAT/05
MAT/08
METODI ANALITICI E NUMERICI PER L'INGEGNERIA210.010.0
096001BING-IND/12MISURE E STRUMENTAZIONE INDUSTRIALE26.06.0
096002BING-IND/08
ING-IND/09
ING-IND/11
PROVA FINALE (LABORATORIO DI ENERGETICA)24.04.0

086214 Insegnamento sostituibile con altri a scelta dello studente mediante piano autonomo (in tal caso non è garantita l’ammissione senza integrazioni curriculari alla LM in "Energy Engineering - Ingegneria Energetica")


Insegnamenti del 3° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: E3N - Ingegneria Nucleare


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua d'erogazione Sem Crediti (CFU) CFU Gruppo
090856BING-IND/08MACCHINE110.010.0
096039BING-IND/19INTRODUCTION TO NUCLEAR ENGINEERING A+B110.010.0
093808BING-IND/19RADIOATTIVITA' E RADIOPROTEZIONE (C.I.)110.010.0
072574BING-IND/09SISTEMI ENERGETICI E IMPATTO AMBIENTALE210.010.0
086214AMAT/05
MAT/08
METODI ANALITICI E NUMERICI PER L'INGEGNERIA210.010.0
051181BING-IND/12
ING-IND/19
MISURE ED ELETTRONICA PER APPLICAZIONI INDUSTRIALI26.06.0
096004BING-IND/19PROVA FINALE (LABORATORIO DI INGEGNERIA NUCLEARE)24.04.0

086214 Insegnamento sostituibile con altro a scelta dello studente mediante piano autonomo (in tal caso non è garantita l’ammissione senza integrazioni curriculari alla LM in Ingegneria Nucleare).

 


Insegnamenti del 3° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: E4N - Applicativo: Efficienza e Impianti Energetici negli Edifici


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua d'erogazione Sem Crediti (CFU) CFU Gruppo
090856BING-IND/08MACCHINE110.010.0
086012BING-IND/11FONDAMENTI DI CLIMATIZZAZIONE AMBIENTALE110.010.0
070783BING-IND/27COMBUSTIBILI E PROCESSI DI COMBUSTIONE15.05.0
070792BING-IND/14COSTRUZIONE DI MACCHINE (a)15.0
051184BING-IND/10TECNOLOGIE INNOVATIVE PER L'ENERGIA15.05.0
051189BING-IND/11PROGETTAZIONE DI IMPIANTI ENERGETICI NEGLI EDIFICI - DIAGNOSI E CERTIFICAZIONI ENERGETICHE210.010.0
052220BING-IND/08
ING-IND/09
ING-IND/10
ING-IND/11
ING-IND/12
TIROCINIO E5N--116.016.0
052220BING-IND/08
ING-IND/09
ING-IND/10
ING-IND/11
ING-IND/12
TIROCINIO E5N--216.0
051180BING-IND/08
ING-IND/09
ING-IND/10
ING-IND/11
PROVA FINALE PER INGEGNERIA ENERGETICA - ORIENTAMENTI APPLICATIVI14.04.0
051180BING-IND/08
ING-IND/09
ING-IND/10
ING-IND/11
PROVA FINALE PER INGEGNERIA ENERGETICA - ORIENTAMENTI APPLICATIVI24.0

(a) riservato a studenti iscritti a corsi singoli

L’ammissione a questo percorso applicativo è subordinata alla disponibilità di Tirocini nel settore. 

Integrazioni per l’ammissione alla LM Energy Engineering - Ingegneria Energetica: “086214 Metodi Analitici e Numerici” e “072574 Sistemi energetici e impatto ambientale”.


Insegnamenti del 3° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: E5N - Applicativo: Macchine e Sistemi Energetici


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua d'erogazione Sem Crediti (CFU) CFU Gruppo
090856BING-IND/08MACCHINE110.010.0
086211BING-IND/14
ING-IND/16
PRINCIPI DI PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA MECCANICA110.010.0
086052BING-IND/08MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA L15.05.0
070783BING-IND/27COMBUSTIBILI E PROCESSI DI COMBUSTIONE15.05.0
075950BING-IND/08FONDAMENTI DI TURBOMACCHINE25.05.0
086469BING-IND/09SISTEMI ENERGETICI L25.05.0
086054BING-IND/08
ING-IND/09
ING-IND/10
ING-IND/11
TIROCINIO--116.016.0
086054BING-IND/08
ING-IND/09
ING-IND/10
ING-IND/11
TIROCINIO--216.0
051180BING-IND/08
ING-IND/09
ING-IND/10
ING-IND/11
PROVA FINALE PER INGEGNERIA ENERGETICA - ORIENTAMENTI APPLICATIVI14.04.0
051180BING-IND/08
ING-IND/09
ING-IND/10
ING-IND/11
PROVA FINALE PER INGEGNERIA ENERGETICA - ORIENTAMENTI APPLICATIVI24.0

L’ammissione a questo percorso applicativo è subordinata alla disponibilità di Tirocini nel settore. 

Integrazioni per l’ammissione alla LM Energy Engineering - Ingegneria Energetica: “086214 Metodi Analitici e Numerici” e 

e “086012 Fondamenti di climatizzazione ambientale”.


Precedenze d'esame

 

La seguente tabella contiene le precedenze richieste dai vari insegnamenti. Tutte le precedenze sono di composizione, cioè non è possibile inserire nel PS un dato insegnamento senza avere messo anche tutte le precedenze richieste, ad eccezione di "Analisi e Geometria 1" che costituisce precedenza di verbalizzazione.


Insegnamento

Precedenza di composizione

081372

Analisi e geometria 2

081360

Analisi e geometria 1

081389

Fondamenti di fisica sperimentale

081360

Analisi e geometria 1

083795

Fisica tecnica

081360

081372

081389

081374

Analisi e geometria 1*

Analisi e geometria 2

Fondamenti di fisica sperimentale

Fondamenti di chimica

094849

Meccanica dei fluidi

081360

081389

Analisi e geometria 1*

Fondamenti di fisica sperimentale

094847

Fondamenti di mecc. teorica ed applicata

081360

081372

Analisi e geometria 1*

Analisi e geometria 2

072571

Principi di sistemi elettrici

081389

081372

Fondamenti di fisica sperimentale

Analisi e geometria 2

094848

Meccanica dei solidi

081360

081372

081389

Analisi e geometria 1*

Analisi e geometria 2

Fondamenti di fisica sperimentale

090856

Macchine

083795

094849

Fisica tecnica

Meccanica dei fluidi

072574

Sistemi energetici e impatto ambientale

090856

081374

Macchine

Fondamenti di chimica

086012

Fond.di climatizzazione ambientale

083795

Fisica tecnica

086211

Principi di progettazione e tecnologia meccanica

094848

081377

Meccanica dei solidi

Metallurgia e materiali non metallici

070794

Introduzione all’ingegneria nucleare

090856

Macchine

093808

Radioattività e Radioprotezione

081372

Analisi e geometria 2

086048

Progetto di impianti termici

086012

Fond.di climatizzazione ambientale

086214

Metodi analitici e numerici

081372

Analisi e geometria 2

086430

Statistica

081372

Analisi e geometria 2

 
* Trattasi di precedenza di verbalizzazione: è possibile inserire nel PS l'insegnamento a cui è propedeutico, ma il cui esame potrà essere verbalizzato solo dopo la verbalizzazione di 081360
 

7.4 Modalità di accertamento lingua straniera

La normativa prevista dall'Ateneo è riportata nel documento "Lingue Straniere - Regole per il superamento dell'obbligo formativo della conoscenza di una lingua dell'Unione Europea" (http://www.polimi.it/nc/lingue). Gli allievi sono invitati a leggere con cura tale documento e sono tenuti a rispettare la normativa riportata.

Il Politecnico di Milano assume la lingua inglese come lingua dell'Unione Europea che deve essere conosciuta oltre all'italiano. Una votazione al TENG, svolto in concomitanza con il test d'ammissione, inferiore a 18/30 costituisce obbligo formativo (OFA). Il riconoscimento dei 2,5 cfu di lingua straniera richiesti dal precedente regolamento, o comunque l'ammissione all'esame di Laurea, possono anche avvenire mediante superamento del TENG con non meno di 24/30.


Informazioni sulla conoscenza della lingua inglese
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2280

7.5 Modalità dell'esame di Laurea

Per gli allievi che hanno effettuato un tirocinio aziendale, svolto dal laureando presso industrie del settore energetico, la prova finale consiste nella preparazione, presentazione e discussione di una relazione sulle attività svolte nel tirocinio. Per tutti gli altri allievi, la prova finale consiste nella preparazione, presentazione e discussione di un'attività svolta in modo autonomo dall'allievo, nell'ambito degli insegnamenti del terzo anno (di regola nei Laboratori, in Misure e strumentazione industriale e in Statistica).


Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2360

8. Calendario

Calendario accademico
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2440

9. Docenti

I Docenti degli insegnamenti ufficiali per l'anno accademico in corso sono indicati nelle pagine web di Scuola.

https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=990&lang=en&k_corso_la=362&aa=2016


10. Strutture

Segreterie studenti

Numero verde: 800.420.470 (da lunedì a venerdì, ore 9.30-12.30)

 

Servizi per gli studenti

I servizi agli studenti si occupano dell'attività di orientamento, della gestione della carriera degli studenti iscritti a corsi di laurea e laurea specialistica, del diritto allo studio, della mobilità

internazionale, e di tutti quei servizi a sostegno e supporto della vita universitaria.

http://www.polimi.it/studenti/servizi/ 

 

Servizi Informatici agli Studenti.

Area Servizi Informatici a Studenti e Docenti

http://www.polimi.it/studenti/servizi/servizi-informatici/ 


11. Contesto internazionale

I corsi di Laurea - cioè di primo livello - in Ingegneria Energetica, per quanto piuttosto diffusi nelle Università italiane, hanno pochi equivalenti nelle Università europee, che spesso presentano percorsi molto più aperti. E' quindi facile ritrovare contenuti molto simili nei corsi di BSc in Industrial Engineering (e simili) proposti da molte università straniere, con particolare attenzione a quelle del Nord Europa (Germania e paesi scandinavi), considerando peraltro la forte attenzione rivolta in questo corso di studi agli insegnamenti di base e a quelli fondamentali dell'ingegneria industriale.


12. Internazionalizzazione

La Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione del Politecnico di Milano intende promuovere attivamente i programmi di mobilità studentesca, in considerazione dell'importanza formativa di una esperienza internazionale nel corso degli studi universitari.

Gli studenti, a partire dal 3° anno di un corso di Laurea, possono continuare i loro studi per un periodo variabile da un semestre a due anni presso una Università straniera, che la Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione ritenga di buon livello, con cui il Politecnico abbia siglato un accordo di scambio. Tali periodi saranno completamente riconosciuti e gli esami dei corsi del Politecnico che verranno sostituiti per equivalenza agli esami superati nella Università straniera saranno specificati caso per caso. Le votazioni conseguite negli esami superati all'estero, qualora convertibili in trentesimi con criteri considerati ragionevolmente attendibili dal CCS, saranno ritenute valide ai fini della media dei voti conseguiti.

Per ulteriori dettagli si rimanda al "Regolamento Mobilità Internazionale" della Facoltà di Ingegneria Industriale e dell'Informazione, al sito

http://www.ingindinf.polimi.it/studenti/esperienze-allestero/ 

 


Informazioni sui programmi di scambio, progetti di doppia laurea e stage internazionali, progetti europei di ricerca e relazioni internazionali sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4570

13. Dati quantitativi


14. Altre informazioni

Decadenza dagli studi


Informazioni dettagliate relative alla decadenza dagli studi sono disponibili alla pagina
http://www.polimi.it/studenti/carriera/decadenza-dagli-studi/ 


15. Errata corrige