Anno Accademico 2018/19





Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni



Regolamento Didattico del Corso di Studio in:


Architettura - Ambiente Costruito - Interni - Architecture - Built Environment - Interiors
Laurea Magistrale


Sede di: Milano Leonardo

1. Informazioni Generali

Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Codice Corso di Studio1195
Corso di StudioArchitettura - Ambiente Costruito - Interni - Architecture - Built Environment - Interiors
OrdinamentoOrdinamento 270/04
Classe di LaureaLM-4 - Architettura e ingegneria edile-architettura
Livello Laurea Magistrale
Primo AA di attivazione 2008/2009
Durata nominale del Corso 2
Anni di Corso Attivi 1,2
Lingua/e ufficiali (¹) Italiano/Inglese
Sede del corso Milano
Preside Valente Ilaria Pamela Simonetta
Coordinatore CCS Gennaro Postiglione
Sito web della Scuola http://www.auic.polimi.it
Sito web del Corso di Studi
--
(¹) Il corso di laurea offre alcuni piani di studio preventivamente approvati in lingua italiana e altri in lingua inglese.

Segreteria Didattica - Milano
Struttura di riferimento
Ufficio Servizi agli Studenti e Docenti dei Corsi di Studio di Laurea Magistrale
Indirizzo Via Ampère 2, 20133 Milano
Telefono --


Segreteria Studenti - Milano
Indirizzo VIA C. GOLGI, 42 (MI)

2. Presentazione generale del Corso di Studio

Il percorso formativo del Corso di Laurea Magistrale in "Architettura - Ambiente Costruito - Interni" affronta il progetto di architettura in riferimento alle problematiche della modificazione e rigenerazione dei tessuti urbani e insediativi consolidati, agli interventi di innesto e trasformazione, di recupero, restauro e valorizzazione. Particolare attenzione è data alla ricerca delle nuove forme dell’abitare contemporaneo inteso come fenomeno complesso e trasversale, che va dalla residenza al lavoro, dalla cultura al tempo libero, dai servizi collettivi ai sistemi diffusi di musealizzazione, verificato alle diverse scale d’intervento fino alla definizione dello spazio interno e del dettaglio costruttivo.

Il Corso di Studio garantisce un corretto equilibrio tra aspetti teorici, pratici e applicativi, integrando nella progettazione gli indispensabili requisiti di realizzabilità e di sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Gli obiettivi formativi sono finalizzati a favorire l’acquisizione delle conoscenze, delle abilità e delle competenze necessarie a un architetto per affrontare le sfide attuali e future del progetto per una consapevole e sostenibile trasformazione e gestione dell’ambiente costruito con particolare attenzione alle problematiche dei territori fragili.

Il Corso di Laurea Magistrale assume una matrice unitaria conforme ai requisiti Comunitari in merito alla formazione dell’Architetto e in relazione al riconoscimento della validità del titolo di studio.

 

In dettaglio, al primo anno sono previsti due corsi teorici caratterizzanti - relativi alle discipline tecnico scientifiche e della storia dell’architettura contemporanea necessari a fornire conoscenze teoriche e tecniche da applicarsi immediatamente nelle attività sperimentali di carattere progettuale - e quattro laboratori progettuali che permettono allo studente di confrontarsi con le diverse competenze caratterizzanti l’attività professionale dell’architetto: la progettazione architettonica e urbana; il progetto di restauro; il progetto degli interni e quello finalizzato alla progettazione tecnologica e alla costruzione dell'architettura. Inoltre, un programma specifico per l’acquisizione di conoscenze avanzate di Computational Design è attivo durante tutto il biennio.

Il secondo anno prevede tre corsi monografici obbligatori, uno riferito alle tematiche della progettazione architettonica contemporanea, uno a quelle della valutazione economica dei progetti e uno a quelle delle scienze o sociali o economiche o giuridiche. Inoltre, due corsi opzionali e due laboratori opzionali, consentono allo studente di completare la propria formazione scegliendo le tematiche di approfondimento. Infine, l'ultimo semestre è dedicato anche allo svolgimento di un'esperienza all'interno del mondo del lavoro con un'attività di tirocinio obbligatorio e allo svolgimento della Tesi di laurea.

I corsi opzionali possono essere selezionati all'interno di un’offerta ampia e articolata, arricchita dalla mutuabilità dei corsi opzionali offerti dai diversi Corsi di Studio della Scuola.

I laboratori opzionali del secondo anno sono distribuiti sui due semestri: quelli del primo semestre hanno una caratterizzazione disciplinare (Progettazione architettonica, Progettazione tecnologica dell’architettura, Restauro, Interni e Urbanistica); quelli del secondo semestre – propedeutici allo sviluppo della Tesi di Laurea – hanno una caratterizzazione tematica e transdisciplinare che riflette i principali percorsi di ricerca sviluppati dai docenti in ambito dipartimentale.

Il percorso formativo è interamente offerto in lingua italiana e in lingua inglese nei relativi piani di studio preventivamente approvati (PSPA).


3. Obiettivi Formativi

L'architetto, dal paesaggio al singolo edificio, opera oggi in ambienti sempre fortemente definiti, complessi e in diverso modo costruiti. Questa condizione, lungi dal costituire un limite, presenta elementi di grande interesse, utilmente trasferibili in un adeguato e aggiornato percorso formativo. Un'efficace valorizzazione del patrimonio edilizio, del paesaggio e dell'ambiente intesi come risorse, contrapponendosi alle logiche del degrado e dello spreco sia materiale che culturale, e al medesimo tempo consapevole delle esigenze imposte dai processi generali e specifici del cambiamento, sta alla base di ogni possibilità di sviluppo sostenibile. In questa prospettiva, il progetto del nuovo è necessariamente riferito alle condizioni contestuali, dovendosi sempre confrontare, dalla scala edilizia a quella paesaggistica, all'interno dei diversi sistemi ambientali, con le differenti morfologie urbane e insediative, con i dati concreti della costruzione, dal disegno del dettaglio alla risoluzione dei problemi strutturali, impiantistici e infrastrutturali.

I laureati nel Corso di Laurea Magistrale “Architettura - Ambiente Costruito - Interni” potranno sviluppare ulteriormente le conoscenze generali e le capacità di comprensione delle principali problematiche del progetto di architettura acquisite nel primo ciclo di laurea con un'attenzione specifica alle problematiche della modificazione e rigenerazione di tessuti urbani e insediativi consolidati.

Nel solco di una tradizione architettonica italiana ed europea, i laboratori progettuali sono il luogo privilegiato della didattica e il progetto di architettura lo strumento dell’apprendimento, della ricerca e della sperimentazione.

Gli insegnamenti a carattere teorico integrano l’esperienza progettuale, unitamente ai corsi opzionali che consentono possibili approfondimenti disciplinari.

Una ulteriore opportunità formativa proviene dai numerosi workshop tematici che, in diverse fasi dell’anno, offrono esperienze progettuali intensive orientate verso tematiche specifiche.

Attraverso la reiterazione delle esperienze pratico-applicative, il Corso di Laurea Magistrale fornisce competenze e capacità progettuali relativi a:

- la definizione dei rapporti tra costruito e aspetti sociali, ambientali ed economici, alle diverse scale di intervento, al fine di garantire la qualità dei processi di trasformazione, la qualità dell’abitare e il miglioramento della qualità della vita delle comunità, nel rispetto dei bisogni locali e dei diversi contesti;

- un uso appropriato delle risorse, per garantire uno sviluppo dell’ambiente costruito ecologicamente equilibrato e sostenibile, con un approccio progettuale responsabile nei confronti del patrimonio naturale, culturale e paesaggistico;

- il controllo sia degli aspetti formali, sia degli aspetti tecnologici, ambientali ed economici attraverso un approccio progettuale attento alla dimensione realizzativa di edifici e spazi e alla gestione dei processi, nelle varie fasi del ciclo di vita (progettazione, realizzazione, uso e dismissione) e alle diverse scale di intervento;

- la progettazione per la messa a punto e il coordinamento di interventi complessi e a scale differenziate riferite ai contesti, ai paesaggi e alle forme dell'abitare contemporaneo in tessuti urbani e insediativi consolidati;

- la progettazione tecnologica e ambientale, con approfondimento di procedimenti innovativi, metodologie e strumenti di progettazione esecutiva, nel quadro delle complesse relazioni poste, nella progettazione, dal soddisfacimento di requisiti funzionali, ambientali, energetici;

- l'architettura degli interni, con particolare riferimento alla progettazione museografica e ai sistemi museali diffusi, al progetto di valorizzazione del patrimonio costruito e ambientale, attraverso progetti di riqualificazione, riuso e recupero, nonché all’allestimento e al disegno dello spazio domestico e pubblico;

- il progetto di restauro e conservazione alle varie scale.


4. Schema del Corso di Studio e successivi livelli di formazione

4.1 Schema del Corso di Studio e Titoli conseguiti

4.2 Accesso ad ulteriori studi

La qualifica da` accesso al Dottorato di Ricerca, al Corso di Specializzazione di secondo livello e al Master Universitario di secondo livello


5. Sbocchi professionali e mercato del lavoro

5.1 Status professionale conferito dal titolo

Il laureato UE svolge funzioni dirigenziali presso istituzioni ed enti pubblici e privati (amministrazione dello Stato, Enti locali, imprese) e la libera professione presso studi professionali e società di progettazione, svolgendo i compiti pertinenti alla costruzione, alla gestione, alla trasformazione delle città e del territorio.


Il Corso di Studio di Laurea Magistrale in architettura forma un progettista di alta qualificazione, in conformità con la direttiva 2005/36/CE e successive integrazioni .

Il laureato in Architettura può iscriversi agli Ordini Professionali previo superamento dell’esame di Stato. Per ogni ulteriore informazione si prega di fare riferimento al link del sito di Ateneo (www.esamidistato.polimi.it)

5.2 Ruoli e sbocchi occupazionali in dettaglio

I laureati magistrali possono trovare molte e differenti occasioni di occupazione.

Possono partecipare o attivare strutture della libera professione (nel rispetto delle leggi vigenti nei diversi paesi, oggi in Italia in fase di profonda riorganizzazione) sia con caratteristiche generaliste, sia proponendo peculiarità operative a vario livello di caratterizzazione (settoriale o specialistica) soprattutto nel campo degli interventi di innesto, trasformazione, recupero e valorizzazione del costruito.

Possono operare, inoltre, con ruoli e competenze differenti, anche di rilevante responsabilità, nella ampia gamma di funzioni presenti nelle varie istituzioni, enti, imprese, aziende, società di progettazione e di servizio (private, pubbliche o miste) presenti in questo settore in Italia come all’estero.

 


Rapporti del Nucleo di valutazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=5016

5.3 Profilo del laureato

Architetto
funzione in un contesto di lavoro:
Figura di progettista di alta qualificazione, in grado di affrontare il progetto di architettura come operatore trasformativo dell’ambiente costruito e dello spazio abitato, nelle componenti formali, sociali, storiche, utilitarie, tecnologico-costruttive secondo le differenti scale che legano ogni intervento a un contesto più ampio e complesso.

Il laureato UE in Architettura corrisponde ad una figura professionale in grado di svolgere funzioni dirigenziali presso istituzioni ed enti pubblici e privati (amministrazione dello Stato, Enti locali, imprese) e la libera professione presso studi professionali e società di progettazione, sviluppando i compiti pertinenti al progetto, alla costruzione, alla trasformazione dell’ambiente costruito.


competenze associate alla funzione:
- coordinare operazioni progettuali complesse;
- progettare nella sua completezza, alle diverse scale, dall'ideazione del progetto alla realizzazione del manufatto;
- gestire, con cultura e sensibilità, l'intera gamma dei possibili interventi progettuali, dalla nuova costruzione, alla manutenzione e al restauro, dal riuso alla riqualificazione, dall'integrazione alla sostituzione;
- affrontare le problematiche implicate nei contesti, nei paesaggi e nelle forme dell’abitare contemporaneo, con attenzione al tema della compatibilità ambientale.
- leggere, comprendere e interpretare il rapporto fra uomo e manufatto, forma e proporzione, misura e organizzazione degli spazi.


sbocchi occupazionali:
I laureati magistrali possono trovare molte e differenti occasioni di occupazione.
Possono partecipare o attivare strutture della libera professione (nel rispetto delle leggi vigenti nei diversi paesi, oggi in Italia in fase di profonda riorganizzazione) sia con caratteristiche generaliste, sia proponendo peculiarità operative a vario livello di caratterizzazione (settoriale o specialistica) soprattutto nel campo degli interventi di innesto, trasformazione, recupero e valorizzazione del costruito.
Possono operare, inoltre, con ruoli e competenze differenti, anche di rilevante responsabilità, nella ampia gamma di funzioni presenti nelle varie istituzioni, enti, imprese, aziende, società di progettazione e di servizio (private, pubbliche o miste) presenti in questo settore in Italia come all'estero.


6. Iscrizione al Corso di Studio

6.1 Requisiti di Ammissione

Laurea, o titolo estero comparabile


Per l'ammissione alla Laurea Magistrale in “Architettura - Ambiente Costruito - Interni”, occorre:

- il possesso di un diploma della classe di laurea di L-17 (oppure della classe 4 ex D.M. 509/1999) senza integrazioni curriculari o di titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo;

- l’adempimento delle attività formative indispensabili riportate nella tabella relativa alla laurea in Scienze dell’Architettura L-17, ritenute requisito curriculare inderogabile, in conformità alla direttiva 85/384 CEE e relative raccomandazioni;

- aver superato i test d’ammissione obbligatori per l’iscrizione a un corso di laurea e/o di laurea magistrale a ciclo unico, con esplicita finalizzazione diretta “alla formazione di architetto”, come regolato a livello nazionale

- la conoscenza certificata della lingua inglese ad un livello adeguato deciso dall’Ateneo: http://www.polimi.it/studenti/guide/

Si rimanda al punto 15 del presente regolamento per le specifiche relative all'ammissione al Corso di Studio.

Informazioni generali di ateneo relative all’ammissione e immatricolazione sono disponibili sul sito dell'Orientamento  http://www.poliorientami.polimi.it

 

6.2 Descrizione delle conoscenze richieste agli studenti in ingresso

Costituiscono requisiti curriculari il titolo di laurea conseguito e le competenze e conoscenze che lo studente ha acquisito nel percorso formativo pregresso, espresse sotto forma di crediti riferiti a specifici settori scientifico-disciplinari. 

L’ammissione al Corso di Laurea Magistrale in “Architettura - Ambiente Costruito - Interni” è subordinata al superamento della prova di selezione che consiste in una valutazione comparativa che tiene conto della carriera pregressa (sulla base della documentazione presentata dal candidato all’atto della preiscrizione) ed eventualmente di altre esperienze significative di formazione o professionali adeguatamente documentate.

L'ammissione può richiedere l'assolvimento di integrazioni curriculari così come il riconoscimento di crediti già acquisiti che variano a seconda della Laurea di provenienza.

Ai fini dell'ammissione al Corso di Laurea Magistrale eventuali integrazioni curriculari in termini di CFU dovranno essere acquisite prima dell'iscrizione.

Sulla base della prova di selezione verrà stilata una graduatoria dei candidati che scorrerà sino alla copertura dei posti disponibili. Nella finestra di ammissione di febbraio si potranno immatricolare, secondo graduatoria, un numero di allievi in base a quanto indicato nel paragrafo successivo, più eventuali posti non occupati a settembre.


Informazioni dettagliate relative ad ammissione e immatricolazione sono disponibili sul sito dell'Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4779

6.3 Scadenze per l'ammissione e numero posti disponibili

Il Corso di Laurea Magistrale in “Architettura - Ambiente Costruito - Interni” dispone per l'anno accademico 2018/2019 di 440 posti di cui:

-          80 riservati a studenti extraUE per il PSPA in lingua inglese

-          2 riservati a studenti del progetto "Marco Polo" per il PSPA in lingua italiana.

 

Informazioni dettagliate relative alle scadenze e ai posti disponibili sono presenti nella guida all'immatricolazione

https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4924

 

                 La tabella indica il numero minimo di posti garantiti per ogni percorso formativo nell'a.a. 2018-19;

  

  
Immatricolati
Ingressi 2018/19
I piani di studio preventivamente approvati (PSPA) saranno i seguenti: set-18 feb-19
Architettura - Ambiente Costruito - Interni (ACI) 160 80
Architecture - Built Environment - Interiors (BEI) 120 80
TOTALE 280 160

 

Gli eventuali posti non assegnati all’ingresso di ottobre saranno disponibili per l’ingresso di febbraio.

 

6.3.1  Allocazione nei laboratori (L)

In caso di sezioni multiple di laboratorio, gli studenti dovranno esprimere le preferenze come predisposto dal sistema online e verranno allocati meritocraticamente secondo i criteri espressi nell’Allegato tecnico al presente regolamento (punto 15).

 

6.3.2  Allocazione nei corsi monodisciplinari (C.M) e integrati (C.I.)

L’offerta formativa prevede anche per alcuni corsi monodisciplinari e integrati obbligatori una allocazione meritocratica. Gli studenti dovranno esprimere le preferenze come predisposto dal sistema online e verranno allocati meritocraticamente secondo i criteri espressi nell’Allegato tecnico al presente regolamento (punto 15).


Informazioni dettagliate relative alle scadenze e ai posti disponibili sono presenti nella guida all'immatricolazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4923

6.4 Indicazione di eventuali attività per l'orientamento per gli studenti e attività di tutorato

La Scuola organizza nel I° e II° semestre attività di Orientamento e tutoraggio per gli studenti. Sul sito della Scuola saranno indicate le date degli incontri previsti.


Sito Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=5037

7. Contenuti del Corso di Studio

7.1 Requisiti per il conseguimento del titolo

Conseguimento dei 120 crediti specificati nel regolamento didattico. In particolare il minimo di legge garantito per le attività formative caratterizzanti è di 48 Cfu (Progettazione architettonica e urbana, Discipline storiche per l'architettura, Analisi e progettazione strutturale dell'architettura, Discipline estimative per l'architettura e l'urbanistica, Progettazione urbanistica e pianificazione territoriale, Rappresentazione dell'architettura e dell'ambiente, Teorie e tecniche per il restauro architettonico, Discipline fisico-tecniche ed impiantistiche per l'architettura, Discipline tecnologiche per l'architettura e la produzione edilizia, Discipline economiche, sociali, giuridiche per l'architettura e l'urbanistica). Per le attività affini il minimo di legge garantito è di 12. 14 Cfu di tirocinio e prova finale.

7.2 Modalità di frequenza e di didattica utilizzata

Il Corso è a tempo pieno; comprende la partecipazione a Lezioni ed esercitazioni, ad attività di Laboratorio con frequenza obbligatoria, a Seminari e visite.

7.3 Obiettivi e quadro generale delle attività didattiche per ciascun piano di studio preventivamente approvato

Il corso di Laurea magistrale si articola in due Piani di Studio Preventivamente Approvati (PSPA): uno erogato in lingua italiana e uno in lingua inglese.

Ambedue i PSPA prevedono corsi e laboratori opzionali per consentire allo studente di completare la propria formazione approfondendo le tematiche di maggior interesse.


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: ACI - ARCHITETTURA - AMBIENTE COSTRUITO INTERNI


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
051544BICAR/09TECNICA DELLE COSTRUZIONI16.06.0
(Grp. Opz.)
051718BICAR/09TECNICA DELLE COSTRUZIONI16.0
051553BICAR/09TECNICA DELLE COSTRUZIONI26.0
051545B,CICAR/14
ICAR/20
ICAR/21
LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA116.016.0
051549B,CICAR/06
ICAR/17
ICAR/19
LABORATORIO DI RESTAURO110.010.0
051554BICAR/18STORIA E TEORIE DELL'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA26.06.0
(Grp. Opz.)
051719BICAR/18STORIA E TEORIE DELL'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA26.0
051720BICAR/18STORIA E TEORIE DELL'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA26.0
051555B,CICAR/08
ICAR/09
ICAR/12
LABORATORIO DI PROGETTO E COSTRUZIONE DELL'ARCHITETTURA210.010.0
051558B,CICAR/16
ING-IND/11
LABORATORIO DI ARCHITETTURA DEGLI INTERNI210.010.0
053601----MODELLAZIONE PARAMETRICA BIM ORIENTED IN AMBIENTE: REVIT + DYNAMO14.0
[4.0Didattica innovativa]
4.0
(Grp. Opz.)
053603----MODELLAZIONE PARAMETRICA BIM ORIENTED IN AMBIENTE ARCHICAD+ GRASSHOPPER24.0
053602----MODELLAZIONE PARAMETRICA BIM ORIENTED IN AMBIENTE GRASSHOPPER+ RHINO24.0
[4.0Didattica innovativa]
053599----MODELLAZIONE PARAMETRICA BIM ORIENTED IN AMBIENTE: REVIT + DYNAMO24.0
[4.0Didattica innovativa]
053600----MODELLAZIONE PARAMETRICA BIM ORIENTED IN AMBIENTE: REVIT + DYNAMO24.0
[4.0Didattica innovativa]

Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: BEI - ARCHITECTURE - BUILT ENVIRONMENT - INTERIORS


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
051561BICAR/09STRUCTURAL DESIGN16.06.0
(Grp. Opz.)
051722BICAR/09STRUCTURAL DESIGN16.0
051569BICAR/09STRUCTURAL DESIGN26.0
051562B,CICAR/14
ICAR/20
ICAR/21
ARCHITECTURAL DESIGN STUDIO116.016.0
051566B,CICAR/06
ICAR/17
ICAR/19
ARCHITECTURAL PRESERVATION STUDIO110.010.0
051727BICAR/18HISTORY AND THEORY OF CONTEMPORARY ARCHITECTURE26.06.0
(Grp. Opz.)
051728BICAR/18HISTORY AND THEORY OF CONTEMPORARY ARCHITECTURE26.0
051571B,CICAR/08
ICAR/09
ICAR/12
DESIGN AND CONSTRUCTION STUDIO210.010.0
051574B,CICAR/16
ING-IND/11
ARCHITECTURE OF INTERIORS DESIGN STUDIO210.010.0
053604----PARAMETRIC DESIGN BIM ORIENTED THROUGH: REVIT+ DYNAMO14.0
[4.0Didattica innovativa]
4.0
(Grp. Opz.)
052303----PARAMETRIC DESIGN BIM ORIENTED THROUGH ARCHICAD+ GRASSHOPPER24.0
053605----PARAMETRIC DESIGN BIM ORIENTED THROUGH GRASSHOPPER+ RHINO24.0
[4.0Didattica innovativa]
053607----PARAMETRIC DESIGN BIM ORIENTED THROUGH: REVIT+ DYNAMO24.0
[4.0Didattica innovativa]
053608----PARAMETRIC DESIGN BIM ORIENTED THROUGH: REVIT+ DYNAMO24.0
[4.0Didattica innovativa]

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: ACI - ARCHITETTURA - AMBIENTE COSTRUITO INTERNI


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
053130B,CICAR/14TEORIA DELLA PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA CONTEMPORANEA14.0
[2.0Didattica innovativa]
4.0
(Grp. Opz.)
053131B,CICAR/14TEORIA DELLA PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA CONTEMPORANEA14.0
[2.0Didattica innovativa]
053148B,CICAR/14TEORIA DELLA PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA CONTEMPORANEA24.0
[2.0Didattica innovativa]
053132BICAR/22VALUTAZIONE ECONOMICA DEI PROGETTI14.04.0
(Grp. Opz.)
053133BICAR/22VALUTAZIONE ECONOMICA DEI PROGETTI14.0
053149BICAR/22VALUTAZIONE ECONOMICA DEI PROGETTI24.0
053136B,CIUS/10DIRITTO URBANISTICO E DELL'AMBIENTE14.04.0
(Grp. Opz.)
053135BSECS-P/06ECONOMIA DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE14.0
053134BSPS/10SOCIOLOGIA URBANA E DELLA CITTÀ14.0
053150BSPS/10SOCIOLOGIA URBANA E DELLA CITTÀ24.0
053137B,CICAR/12
ICAR/14
ICAR/16
ICAR/19
ICAR/20
LABORATORIO TEMATICO1, 210.010.0
053152B,CICAR/14
ICAR/16
ICAR/19
LABORATORIO FINALE DI TESI A212.012.0
(Grp. Opz.)(a)
053156B,CICAR/12
ICAR/16
LABORATORIO FINALE DI TESI B212.0
053160B,CICAR/09
ICAR/19
L-OR/02
LABORATORIO FINALE DI TESI C212.0
053163B,CICAR/12
ICAR/14
ICAR/22
LABORATORIO FINALE DI TESI D212.0
053167B,CICAR/12
ICAR/16
ICAR/19
LABORATORIO FINALE DI TESI E212.0
Insegnamenti definiti sull'offerta Non diversificata (***) comune a tutti i Piani di Studio Preventivamente Approvati

(a) La frequenza del Laboratorio finale di tesi è consentita a coloro che hanno già concluso il Laboratorio tematico.

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: BEI - ARCHITECTURE - BUILT ENVIRONMENT INTERIORS


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
053169BSECS-P/06REGIONAL AND ENVIRONMENTAL ECONOMICS14.04.0
(Grp. Opz.)
053168BSPS/10SPACE AND SOCIETY14.0
053185BSPS/10SPACE AND SOCIETY24.0
053170BICAR/22PROJECT APPRAISAL14.04.0
(Grp. Opz.)
053171BICAR/22PROJECT APPRAISAL14.0
053186BICAR/22PROJECT APPRAISAL24.0
053172B,CICAR/14THEORY IN CONTEMPORARY ARCHITECTURAL DESIGN14.0
[2.0Didattica innovativa]
4.0
(Grp. Opz.)
053173B,CICAR/14THEORY IN CONTEMPORARY ARCHITECTURAL DESIGN14.0
[2.0Didattica innovativa]
053187B,CICAR/14THEORY IN CONTEMPORARY ARCHITECTURAL DESIGN24.0
[2.0Didattica innovativa]
053174B,CICAR/12
ICAR/14
ICAR/16
ICAR/19
ICAR/20
THEMATIC STUDIO1, 210.010.0
053189B,CICAR/12
ICAR/14
ING-IND/22
FINAL THESIS STUDIO A212.012.0
(Grp. Opz.)(a)
053193B,CICAR/14
ICAR/15
ICAR/20
FINAL THESIS STUDIO B212.0
053196B,CICAR/16
ICAR/19
ING-IND/11
FINAL THESIS STUDIO C212.0
053200B,CICAR/14
ICAR/16
ICAR/17
FINAL THESIS STUDIO D212.0
053203B,CICAR/12
ICAR/16
ICAR/18
FINAL THESIS STUDIO E212.0
Insegnamenti definiti sull'offerta Non diversificata (***) comune a tutti i Piani di Studio Preventivamente Approvati

(a) La frequenza del Laboratorio finale di tesi è consentita a coloro che hanno già concluso il Laboratorio tematico.

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: *** - offerta comune


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
052611BICAR/10ADATTABILITA' E RIGENERAZIONE DEGLI EDIFICI16.010.0
051726CL-ANT/10ARCHAEOLOGY, ARCHITECTURE AND CONSTRUCTION TECHNIQUES14.0
099543CMAT/07ARCHEOASTRONOMIA14.0
053308CL-OR/02ARCHEOLOGIA E ARCHEOMETRIA14.0
098578B,CICAR/19ARCHITETTURA PER IL PATRIMONIO COSTRUITO14.0
092101CMED/42ARCHITETTURA SOCIALE14.0
053355B,CICAR/12CI SOLAR DECATHLON18.0
[4.0Didattica innovativa]
091560CICAR/02CLIMATE AND HYDROLOGY14.0
081626BICAR/09COSTRUZIONI IN CEMENTO ARMATO14.0
099902BICAR/06DATA PROCESSING14.0
097626BICAR/11DESIGN OPTIONEERING16.0
098671BICAR/17DESIGN TO FABRICATION14.0
053136B,CIUS/10DIRITTO URBANISTICO E DELL'AMBIENTE14.0
099540CING-IND/22DURABILITA' E CONSERVAZIONE DEI MATERIALI DELL'ARCHITETTURA14.0
053313CICAR/02EREDITÀ NUCLEARI E SVILUPPO SOSTENIBILE14.0
[4.0Didattica innovativa]
054412CICAR/15EUROPEAN ENVIRONMENTAL AND LANDSCAPE POLITICS AND PROJECTS24.0
053315CM-FIL/04FONDAMENTI DI ESTETICA14.0
081632BICAR/17FOTOGRAFIA DELL'ARCHITETTURA14.0
095062BICAR/20IC URBAN ETHNOGRAPHY18.0
053307BICAR/17INFORMED ARCHITECTURE14.0
[4.0Didattica innovativa]
053716B,CIUS/10LEGISLAZIONE SUGLI APPALTI PUBBLICI14.0
051710CING-IND/22MATERIALI PER L'ARCHITETTURA14.0
053312CM-FIL/02PHILOSOPHY OF SCIENCE AND TECHNOLOGY14.0
086627BICAR/10PROGETTAZIONE DELL'INVOLUCRO EDILIZIO19.0
091557CICAR/16PROGETTAZIONE DI GRANDI MOSTRE E MUSEALIZZAZIONI14.0
087217B,CICAR/12PROGETTAZIONE TECNOLOGICA ASSISTITA14.0
084361BICAR/21PROGETTAZIONE URBANISTICA DI STRUTTURE COMMERCIALI14.0
099529CICAR/16PROGETTO DEL PRODOTTO D'ARREDO14.0
091558CICAR/16SCENOGRAFIA E SPAZI DELLA RAPPRESENTAZIONE14.0
051829CSPS/07SOCIOLOGY OF CONTEMPORARY CITIES14.0
099541CING-IND/22SOSTENIBILITA' AMBIENTALE E LCA DEI MATERIALI DELLE COSTRUZIONI14.0
050448BICAR/18STORIA DEL GIARDINO E DEL PAESAGGIO14.0
053219BICAR/09STRUCTURAL STEEL DESIGN16.0
071207B,CICAR/19TEORIE E STORIA DEL RESTAURO *14.0
053592BICAR/18THE NEW TRENDS OF CONTEMPORARY ARCHITECTURE IN CHINA, BETWEEN CULTURAL TRADITIONS AND TECHNOLOGICAL INNOVATION14.0
053306CING-IND/22TRADITIONAL AND INNOVATIVE MATERIALS FOR BUILDINGS14.0
093342CICAR/05TRASPORTI, MOBILITÀ E SOSTENIBILITÀ14.0
053310BICAR/18URBAN HISTORY14.0
083739BING-IND/11ACUSTICA AMBIENTALE24.0
099899CMAT/07APPLIED MATHEMATICS FOR ARCHITECTURE24.0
099900B,CICAR/14ARCHITECTURE AND TOWN IN CHINA24.0
074650BICAR/08
ICAR/09
COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA24.0
050547CL-ART/04CRITICA D'ARTE E DI ARCHITETTURA24.0
097783B,CICAR/12DESIGN OF ULTRA-LIGHTWEIGHT BUILDING SYSTEM24.0
083360BICAR/17DISEGNO CAD PARAMETRICO 3D24.0
053474B,CICAR/14ECO-CITY EUROPE. THE NEIGHBORHOOD AS KEY TO SUSTAINABILITY24.0
053311CM-FIL/04EPISTEMOLOGIA24.0
053123CM-FIL/04ESTETICA DELL'ARCHITETTURA24.0
099544CM-GGR/02GEOGRAFIA POLITICA URBANA24.0
089364BICAR/17GEOMETRICAL COMPLEMENTS OF GRAPHIC REPRESENTATION24.0
051831BICAR/18IBRIDAZIONI E CONTAMINAZIONI TRA L'ARCHITETTURA MODERNA E CONTEMPORANEA24.0
099959B,CICAR/14IC ADVANCED ARCHITECTURAL DESIGN STUDIO (a)28.0
094946B,CICAR/14IC ADVANCED ARCHITECTURAL DESIGN WORKSHOP28.0
054046B,CICAR/14IC ADVANCED ARCHITECTURAL DESIGN WORKSHOP28.0
053717BICAR/21IC ADVANCED URBAN DESIGN WORKSHOP28.0
050425CICAR/16ITALIAN DOMESTIC INTERIORS24.0
054049B,CICAR/14JOINT DESIGN WORKSHOP24.0
099538B,CICAR/19PATOLOGIE E DIAGNOSI DEGLI EDIFICI STORICI24.0
050426BICAR/17PHOTOGRAPHY FOR ARCHITECTURE24.0
083958B,CICAR/12PROGETTAZIONE COSTRUZIONE GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE SPORTIVE24.0
053314CICAR/15PROGETTAZIONE DEL PAESAGGIO E DEGLI SPAZI PUBBLICI24.0
083891BING-IND/11PROGETTI DI ILLUMINOTECNICA24.0
099548CSPS/07SOCIOLOGIA24.0
053309CSPS/09SOCIOLOGY OF URBAN SPACE24.0
099924CICAR/16SPAZIO INTERNO E ARREDO24.0
051653CL-ART/03STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA24.0
083744BICAR/17STRUMENTI DI RAPPRESENTAZIONE INNOVATIVA DEL PROGETTO24.0
093043CICAR/16TEORIE E STORIA DEGLI INTERNI24.0
094952BICAR/08TIMBER, MEMBRANE AND GLASS STRUCTURES24.0
099547BSECS-P/06URBAN ECONOMICS24.0
053424----WORKSHOP (b)--14.0
053424----WORKSHOP (c)--24.0
053693B,CICAR/19STRUMENTI E METODI DEL PROGETTO DI RESTAURO C.I. (d)--24.0
052109BICAR/09PROBLEMI STRUTTURALI DELL'EDILIZIA STORICA (e)24.0
050939CCHIM/12CHIMICA APPLICATA ALLA CONSERVAZIONE DEI MATERIALI (f)24.0
053697--GEO/05
GEO/09
SCIENZE DELLA TERRA PER I BENI CULTURALI C.I (g)--24.0
050944BICAR/18ARTE DI COSTRUIRE: TRATTATI E MANUALI (h)24.0
051018B,CICAR/19
ICAR/21
TUTELA E RECUPERO DEI CENTRI STORICI (i)28.0
050956CL-ANT/10ARCHEOMETRIA E ARCHEOLOGIA DEGLI ELEVATI (j)24.0
053762B,CICAR/19MIGLIORAMENTO SISMICO E MONITORAGGIO STRUTTURALE (k)24.0
053127----PROVA FINALE--110.0
[2.0Didattica innovativa]
10.0
053127----PROVA FINALE--210.0
[2.0Didattica innovativa]
086367----TIROCINIO--16.06.0
086367----TIROCINIO--26.0
096724B,CICAR/14MIAW B14.04.0
(Grp. Opz.)(l)
096725B,CICAR/14MIAW C14.0
096726B,CICAR/14MIAW D14.0
096727B,CICAR/14MIAW E14.0
050769B,CICAR/14MIAW F14.0
053424----WORKSHOP--24.0

(a) Potranno partecipare solo venti studenti iscritti regolarmente al secondo anno di corso - CdL in Architettura - Ambiente Costruito - Interni - con una media pari o superiore a 27/30 (media ponderata degli esami sostenuti acquisita entro il 01/08/2018).
(b) Crediti formativi da corsi opzionali. L'elenco dei workshop accreditati dalla Scuola AUIC è disponibile al seguente link: http://www.auic.polimi.it/didattica/workshops/ Per il CdS Architettura - Ambiente Costruito - Interni è consentito il riconoscimento di un massimo di 4 CFU ottenuti dalla partecipazione a workshop.
(c) Crediti formativi da corsi opzionali. L'elenco dei workshop accreditati dalla Scuola AUIC è disponibile al seguente link: http://www.auic.polimi.it/didattica/workshops/ Per il CdS Architettura - Ambiente Costruito - Interni è consentito il riconoscimento di un massimo di 4 CFU ottenuti dalla partecipazione a workshop.
(d) Insegnamento offerto dalla SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO - per tutte le informazioni riguardanti orario e programmi è possibile consultare il sito specifico: http://www.ssbap.polimi.it/
(e) Insegnamento offerto dalla SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO - per tutte le informazioni riguardanti orario e programmi è possibile consultare il sito specifico: http://www.ssbap.polimi.it/
(f) Insegnamento offerto dalla SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO - per tutte le informazioni riguardanti orario e programmi è possibile consultare il sito specifico: http://www.ssbap.polimi.it/
(g) Insegnamento offerto dalla SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO - per tutte le informazioni riguardanti orario e programmi è possibile consultare il sito specifico: http://www.ssbap.polimi.it/
(h) Insegnamento offerto dalla SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO - per tutte le informazioni riguardanti orario e programmi è possibile consultare il sito specifico: http://www.ssbap.polimi.it/
(i) Insegnamento offerto dalla SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO - per tutte le informazioni riguardanti orario e programmi è possibile consultare il sito specifico: http://www.ssbap.polimi.it/
(j) Insegnamento offerto dalla SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO - per tutte le informazioni riguardanti orario e programmi è possibile consultare il sito specifico: http://www.ssbap.polimi.it/
(k) Insegnamento offerto dalla SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO - per tutte le informazioni riguardanti orario e programmi è possibile consultare il sito specifico: http://www.ssbap.polimi.it/
(l) L'attività Miaw sostituisce 4 cfu di attività a libera scelta. Durante la compilazione del piano degli studi lo studente potrà scegliere tra i diversi docenti internazionali esprimendo le proprie preferenze di sezione e sarà allocato meritocraticamente in base alla media ponderata degli esami sostenuti nella sessione estiva. Agli studenti non ammessi sarà inserito d'ufficio un generico codice workshop eventualmente rettificabile nel periodo di modifica semestrale del piano degli studi.

7.3.1 Organizzazione della didattica, frequenze e modalità di valutazione

L’attività didattica è organizzata sulla base di Corsi di insegnamento Monodisciplinari o Integrati e di Laboratori. Ad ognuno di essi è associato un numero di crediti come indicato nel Manifesto del Corso di Studio.

I Corsi Mono-disciplinari possono prevedere modalità di valutazione in itinere e si concludono con un esame.

- I Corsi Integrati possono prevedere prove in itinere e sono organizzati secondo moduli svolti da più docenti che fanno parte di un’unica Commissione d’esame. Ogni Corso Integrato comporta un unico esame per lo studente.

I Laboratori sono coordinati dai docenti responsabili dei moduli integrati nel Laboratorio. La frequenza ai Laboratori è obbligatoria per almeno il 70% del monte ore. La frequenza è accertata da tutti i docenti responsabili del Laboratorio, in base a criteri coerenti con la propria organizzazione didattica. L’attività dei Laboratori si conclude con una prova d’esame svolta dalla Commissione formata da tutti i docenti responsabili.

 

L'Ateneo ha stabilito che un credito formativo universitario (cfu) corrisponde a 25 ore di lavoro dello studente comprensive dell’attività didattica frontale e della attività di studio individuale.

 

7.3.2 Tipologie delle forme didattiche

Le tipologie delle forme didattiche previste al fine di assicurare la formazione culturale e professionale degli studenti sono costituite da lezioni, esercitazioni, attività di Laboratorio (informatico, sperimentale e progettuale), seminari, visite di studio, attività di tirocinio. In alcuni casi, l’offerta fa ricorso a forme di didattica innovativa.

Fanno parte integrante delle attività didattiche le verifiche di apprendimento, le attività di Tutorato e di Orientamento.

7.4 Modalità di accertamento lingua straniera

Informazioni sulla conoscenza della lingua inglese
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=5058

7.5 Modalità dell'esame di Laurea

Il Corso di Studio di Laurea Magistrale si conclude con la prova finale in cui è presentata e discussa la Tesi di Laurea

(l'elaborato può essere svolto singolarmente o in gruppo secondo le norme stabilite dal Regolamento). La Tesi è

sviluppata durante il secondo semestre del secondo anno attraverso la partecipazione ai Laboratori Finali di Tesi e sotto la guida di un docente in veste di Relatore che è chiamato anche ad approvarne il contenuto. In alternativa, la Tesi può essere sviluppata in maniera indipendente presentando una istanza e individuando fin da subito un Relatore all’interno dei docenti della Scuola il quale è chiamato ad approvarne il contenuto. 

Per la presentazione della Tesi, il candidato può avvalersi di supporti digitali, audio/video o cartacei. Il tempo massimo a disposizione del Laureando per la discussione è di circa 30 minuti (40 minuti per i gruppi) inclusi 10 minuti per le eventuali domande della Commissione (15 minuti per i gruppi). 
Il candidato deve mettere a disposizione dei membri di Commissione, durante la discussione, almeno 2 copie cartacee del fascicolo di Tesi depositato nella repository on-line d’Ateneo (TeDOC). 
Le modalità di presentazione degli elaborati, nonché le scadenze di consegna, sono di volta in volta aggiornate e pubblicate su sito del Servizio Tesi (http://www.tedoc.polimi.it/). 

 


Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=5301

8. Calendario

Il calendario delle scadenze per la presentazione del Piano degli Studi, dei periodi di erogazione della didattica e delle Sessioni di esame e degli appelli di Laurea è pubblicato sul sito dell'Ateneo.

http://www.auic.polimi.it/didattica/calendario-accademico/


Calendario accademico
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=5096

9. Docenti

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e dei relativi insegnamenti saranno disponibili sul manifesto degli studi a partire dal mese di settembre.

Il Manifesto degli Studi viene pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano http://www.polimi.it/


10. Strutture

Sistema Archivistico e Bibliotecario di Ateneo

La Biblioteca Centrale di Architettura possiede circa 60.000 opere scientifiche italiane e straniere, dedicate prevalentemente all'architettura, all'arte, all'urbanistica, al design, all'arredamento di interni, al paesaggio, al restauro e alla museologia. Una sezione particolare è riservata alle opere sulla città di Milano. Sono disponibili tutti i testi adottati e consigliati per gli insegnamenti dei Corsi di Laurea delle Scuole di Architettura e Design. Nel settore reference è possibile consultare le principali enciclopedie tematiche e generali, nonché annuari e codici in materia di urbanistica e di edilizia.    Sono inoltre disponibili circa 1000 riviste, di cui 400 in abbonamento corrente. Sono consultabili su CD ROM i principali spogli di periodici relativi all'architettura e all'arte e un ampio novero di pubblicazioni incentrate sui medesimi temi. La biblioteca possiede le dissertazioni di dottorato relative ai Dottorati di Ricerca coordinati dai  Dipartimenti.

Orari: Gli orari di apertura e le modalità di consultazione sono indicati nel sito web della Biblioteca (http://www.biblio.polimi.it/ ). Indirizzo: Via Bonardi, 3 – 20133 Milano Telefono:  02.2399.2684

Laboratorio MOA - Modellistica Architettonica           

Nel Laboratorio di Modellistica, creato nel 1987, vengono realizzati modelli architettonici alle varie scale, da quella territoriale e urbana a quella edilizia, degli interni e degli oggetti d'uso, attraverso un'attenta interpretazione e verifica dei disegni di rilievo o di progetto e dei caratteri materici dell'opera da rappresentare. In fase di realizzazione si impiegano molteplici tecniche esecutive, materiali e finiture, rapportati ai diversi utilizzi possibili dei modelli, che vanno dalla verifica dei progetti ancora in fase di studio, alla presentazione finale delle architetture progettate o alla ricostruzione in scala di opere esistenti. http://www.moa.polimi.it/

Laboratorio Saperlab

Il laboratorio Saperlab è una struttura didattica e di ricerca che risponde all’esigenza degli studenti e dei docenti sull’aggiornamento e lo sviluppo di tecniche, materiali e sistemi costruttivi per l’architettura. È luogo deputato all'archivio di documentazione tecnica, alla visione di campioni al vero di dettagli costruttivi, all'aggiornamento su materiali e sistemi per la costruzione, con una particolare attenzione per le tecnologie innovative e con l'obiettivo di diventare il punto di riferimento per studenti, dottorandi, professori e anche professionisti. http://www.abc.polimi.it/it/laboratorio-dabc/saperlab-laboratorio-di-sistemi-avanzati-e-processi-di-ricerca-applicata-per-larchitettura-e-lingegneria/

Laboratorio di Simulazione Urbana

Il Laboratorio di Simulazione Urbana Fausto Curti è una struttura di ricerca del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano. Fondato all’inizio del 2007 da Fausto Curti e Peter Bosselmann, direttore dell’Environmental Simulation Laboratory della University of California di Berkeley, il laboratorio si occupa di progettazione urbana. Attraverso un approccio interdisciplinare centrato su gli aspetti percettivi e ambientali e con il supporto di diversi metodi di simulazione, le attività del laboratorio contribuiscono a una lettura trasversale delle complesse relazioni che legano progetto e contesto urbano, garantendo un maggior controllo degli esiti cumulati.  http://www.labsimurb.polimi.it/

Archivio Piero Bottoni

Con oltre 90.000 unità documentarie, l'Archivio Piero Bottoni è, dalla sua fondazione avvenuta nel 1983 ad opera di Giancarlo Consonni, Lodovico Meneghetti e Graziella Tonon, una delle più importanti raccolte del Politecnico di Milano. È del 1999 la ratifica della donazione di tutto il patrimonio documentale da parte degli eredi Bottoni (la moglie Giudi Rossini Bottoni e i figli Piero Alessandro e Stella) al Politecnico di Milano che lo ha affidato al Dipartimento di Progettazione dell'architettura e, dopo lo scioglimento di quest'ultimo nel 2012, al Dipartimento di Architettura e Studi Urbani. Oltre a documentare ampiamente l'attività di Piero Bottoni (1903-1973), figura di primo piano della cultura architettonica e urbanistica italiana del Novecento, l'Archivio raccoglie disegni e documenti originali di molti altri autori, fra cui Le Corbusier e Terragni. http://www.archiviobottoni.polimi.it/

Laboratorio interdipartimentale di ricerca sui tessuti e i materiali polimerici

Il Textile Architecture Network (TAN) è stato fondato nel 2008 e si basa sulla combinazione e condivisione di competenze e conoscenze rispetto a materiali e polimeri tessili innovativi presenti nei vari Dipartimenti del Politecnico di Milano. TAN si concentra sullo sviluppo di un avanzamento tecnologico di competenze tecniche, applicate a diversi ambiti di interesse. L'obiettivo principale è promuovere lo sviluppo di materali e costruzioni architettoniche leggere (resistenze, membrane, sistemi gonfiabili, Fiber Reinforced Plastics etc), insegnare agli studenti, diffondere la conoscenza ad un pubblico più ampio. La visione del network è di migliorare l'ambiente costruito attraverso l'applicazione innovativa di materiali flessibili e leggeri, migliorare l'esperienza ed il comfort del consumatore, costruire qualità e sostenibilità. Per approfondimenti consultare http://www.textilearchitecture.polimi.it/

Laboratorio per la diagnostica e il monitoraggio e il monitoraggio strutturale

L'obiettivo principale del POLINDT è la ricerca nell'ambito dei metodi innovativi per la diagnostica e il monitoraggio della stabilità, funzionalità e durabilità nelle strutture e nei componenti dell'ingegneria civile e meccanica. Il laboratorio PoliNDT vuole anche essere di impulso alla didattica sulle tematiche della diagnostica strutturale e del monitoraggio, nell'ambito dei corsi di laurea e di dottorato e nell'aggiornamento professionale post-laurea.

CECH (Climate and Energy for Cultural Heritage)

Il Laboratorio CECH, istituito alla fine del 2014 e attualmente coordinato da Cesare Maria Joppolo, è attivo sul tema del clima indoor e su quello dell’uso efficiente dell’energia nello specifico contesto della conservazione preventiva, del restauro e della fruizione di edifici storici e di beni culturali fissi, infissi o mobili in essi contenuti, specie quando tali edifici abbiano destinazione museale. Il Laboratorio si occupa di monitoraggio e valutazione delle condizioni esistenti ed individuazione e pianificazione degli interventi di conservazione preventiva, di manutenzione e di recupero; supporta dunque una ricerca innovativa sulla conoscenza e sulla misura delle potenzialità energetiche dell’edilizia storica, sui conseguenti minimi interventi ai fini del controllo delle condizioni ambientali indoor (Indoor Environment Quality) e sulle tecniche di adeguamento e di restauro dell’edificio e degli impianti in un contesto importante per dimensioni e valore del patrimonio e per l’interesse verso soluzioni attente e rispettose negli interventi dei vincoli esistenti e del contesto climatico e di inquinamento atmosferico esterno.

UrbNetLab

UrbNetLab si occupa di attività di ricerca e consulenza per amministrazioni, ad ogni livello e operatori privati nel campo della pianificazione attuativa. È suo scopo comprendere come coadiuvare il processo di attuazione delle previsioni urbanistiche, discendenti da piani strutturali e o strategici, da piani sovralocali, o da semplici intenzioni di operatori, amministratori, soggetti economici, attori di varia natura. http://www.urbnetlab.com/

Per maggiori informazioni sulle seguenti strutture è possibile consultare il seguente link http://www.auic.polimi.it/didattica/laboratori-didattici


11. Contesto internazionale

L’esperienza internazionale, in cui studenti provenienti dall’estero si affiancano a studenti italiani, conta su diversi anni di sperimentazione.

Per l’a.a. 2018/19 i posti disponibili in questo Corso di studio per studenti extraUE sono 82, tutti gli altri posti sono disponibili per studenti UE (vedi punto 6.3).

L’attivazione dei percorsi in inglese ha aiutato molto il rafforzamento e l’attivazione di network di cooperazione con un gran numero di Atenei internazionali, anche in relazione ai Programmi Erasmus e di doppia laurea (vedi sito web), creando lo scheletro di una riconosciuta identità della Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni e dei suoi Corsi di Studi, e tra questi quello di Laurea Magistrale in Architettura - Ambiente Costruito Interni.


12. Internazionalizzazione

Modalità

Nell'ambito dei programmi di scambio internazionale (UE ed extra UE), lo studente può trascorrere un periodo di studio all'estero, che di regola è della durata di un semestre secondo le seguenti modalità:

  •        nel corso del 2° semestre del 1° anno della LM;
  •        nel corso del 2° anno della LM soltanto nel 1° semestre (la permanenza potrebbe anche diventare annuale se preventivamente approvata dagli organi preposti della Scuola);
  •        Per gli studenti che svolgono una tesi di laurea con doppio relatore (uno della Scuola AUIC e uno dell’Università straniera sede dello scambio), previo accordo dei docenti interessati, è possibile svolgere il periodo di mobilità nel 2° semestre.

I calendari accademici delle scuole partner non sempre coincidono con quello del Corso di Studio. Lo studente è, quindi, tenuto a prenderne visione per presentare una candidatura consapevole, valutando eventuali sovrapposizioni.

Gli studenti selezionati devono concordare con il Promotore di mobilità un Piano di Studi, equipollente con gli insegnamenti della Università straniera presso cui si recheranno, sino a un totale massimo di 40 CFU se lo scambio è semestrale e 80 CFU se annuale. Lo studente che sviluppa la Tesi di Laurea all’estero deve acquisire, oltre ai 10 CFU previsti per lo sviluppo della Tesi,anche i 12 CFUcorrispondenti al Laboratorio Finale di Tesi.

Gli studenti stranieri iscritti ai corsi di LM, che partecipano ad un programma di mobilità internazionale, potranno acquisire un numero massimo di cfu pari a 40 se lo scambio è semestrale e 80 se annuale.


Informazioni sui programmi di scambio, progetti di doppia laurea e stage internazionali, progetti europei di ricerca e relazioni internazionali sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=5105

13. Dati quantitativi

Il Servizio Studi e il Nucleo di Valutazione di Ateneo, svolgono periodiche analisi sui risultati complessivi e sul livello qualitativo dell'attività didattica dei Corsi di Studio, monitorando le attività formative e l'inserimento del laureato nel mondo del lavoro. I rapporti e gli studi sono disponibili sul sito web del Politecnico diMilano.

http://www.polimi.it/ateneo/organi/nucleo-di-valutazione/


14. Altre informazioni

ALLEGATO TECNICO AL REGOLAMENTO DIDATTICO

 

15.1     Ammissione al Corso di Studio – Studenti con titolo di studio italiano

15.1.1    Requisiti richiesti e specifiche per il CdS
15.1.2    Procedure di presentazione della domanda di ammissione per candidati della Scuola AUIC
15.1.2.1 Opzioni del CdS (Corso di Studio) e del PSPA (Piano degli Studi Preventivamente Approvato)
15.1.2.2 Determinazione della graduatoria CdS/PSPA
15.1.3   Parametri di valutazione
15.1.3.1 Studenti ammessi di diritto laureati al Politecnico di Milano
15.1.3.2 Studenti ammessi con valutazione di merito
15.1.4   Documenti richiesti per gli studenti ammessi di diritto al CdS
15.1.5   Documenti richiesti per studenti ammessi con valutazione di merito
15.1.5.1 Studenti del Politecnico di Milano
15.1.5.2 Studenti provenienti da altri Atenei
15.1.5.3 Studenti che hanno presentato la domanda di ammissione in sessioni precedenti
15.1.6   Esiti e pubblicazione della graduatoria degli studenti ammessi
15.1.7   Integrazioni curriculari
15.1.8   Convalide d’esame
15.2     Ammissione al Corso di Studio – Studenti con titolo di studio estero
15.3     Trasferimenti e passaggi
15.4     Scadenze dei processi amministrativi di iscrizione al primo anno
15.4.1   Primo semestre
15.4.2   Secondo semestre
15.5     Piano degli Studi (PdS)
15.5.1   Scadenze di presentazione del Piano degli Studi annuale
15.5.2   Modifica semestrale del Piano degli Studi
15.5.3   Mora
15.5.4   Frequenze
15.5.4.1 Laboratori
15.5.4.2 Digi Skills
15.5.5   Insegnamenti in soprannumero
15.6     Allocazioni
15.6.1   Laboratori
15.6.2   Corsi Monodisciplinari e Integrati
15.6.3   Precedenze degli insegnamenti
15.7     Attività a libera scelta
        15.7.1 MIAW
        15.7.1.1 Modalità di frequenza e registrazione del MIAW
15.8     Tirocinio
15.9     Esami di profitto
15.9.1      Modalità
15.9.2      Autocertificazione di esami sostenuti

15.10  Prova finale

_______________________________________________________________________________________________________

15.1 Ammissione al Corso di Studio – Studenti con titolo di studio italiano

 

Tutti i candidati all’ammissione alle Lauree Magistrali della Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni, sono tenuti a presentare domanda di valutazione carriera utilizzando l’apposita funzione disponibile sul sito di Ateneo, nella sezione dei Servizi Online (www.polimi.it/servizionline).

 

15.1.1      Requisiti richiesti e specifiche per il CdS

I requisiti richiesti sono quelli già descritti al paragrafo 6.1 del Regolamento didattico.

 

Informazioni generali di Ateneo relative alle PROCEDURE di ammissione e di immatricolazione sono disponibili sul sito di Ateneo: 

http://www.poliorientami.polimi.it/

 

 

15.1.2   Procedure di presentazione della domanda di ammissione per i candidati della Scuola AUIC

 

15.1.2.1 Opzioni del CdS (Corso di Studio) e del PSPA (Piano degli Studi Preventivamente Approvato)

 

A partire dall’anno accademico 2018/19 il candidato, presentando la domanda di valutazione, dovrà scegliere il Corso di Studio (CdS) e contestualmente le proprie opzioni di Piano degli Studi Preventivamente Approvato (PSPA) ove previsto.

La regola di Ateneo indica come tre il numero massimo di opzioni per le richieste di ammissione a Corsi di Laurea Magistrale; sarà possibile indicare fino a tre preferenze relative al Corso di Studio (CdS).

Per ogni CdS sarà possibile specificare, in ordine di preferenza, i PSPA disponibili.

Per i corsi della Scuola AUIC le diverse opzioni di PSPA all’interno del medesimo CdS saranno conteggiate una sola volta ai fini del raggiungimento delle tre opzioni massime esprimibili.

Esempio:

  1.        CdS B: (corso non AUIC)
  2.        CdS A: (corso AUIC) Track ITA
  3.        CdS A: (corso AUIC) Track ENG
  4.        CdS C: (corso AUIC) Track X
  5.        CdS C: (corso AUIC) Track Y

 

5 opzioni inserite CdS-PSPA / 3 preferenze CdS conteggiate

 

Lo studente, entro i termini previsti, può modificare/sovrascrivere le proprie scelte fino al momento in cui la domanda viene presa in carico per la valutazione dalla commissione.

 

15.1.2.2 Determinazione della graduatoria CdS / PSPA

Per ogni CdS, lo studente potrà indicare in ordine di preferenza le proprie scelte di PSPA (differenziato per lingua italiana o inglese, per sede o curriculum).

Per la graduatoria di ammissione sarà presa in considerazione la prima scelta di PSPA espressa. In funzione dei posti disponibili, qualora lo studente non fosse ammesso nel PSPA indicato come prima scelta per esaurimento dei posti disponibili, sarà considerato sulla seconda scelta seguendo lo scorrimento della graduatoria di merito.

 

15.1.3      Parametri di valutazione

15.1.3.1 Studenti ammessi di diritto laureati al Politecnico di Milano

Sono ammessi di diritto al CdS di prima scelta, e precedono in graduatoria tutti gli altri candidati,

gli studenti che hanno conseguito una laurea conforme ai requisiti richiesti di ammissione, presso il Politecnico di Milano e che risultino:

  •          laureati entro 4 anni dalla prima iscrizione;
  •          con parametro N/V* assolto al 10 ottobre del II anno solare dalla prima immatricolazione;
  •          con certificazione della lingua inglese acquisita, entro i termini stabiliti.

 

L’allocazione nel PSPA sarà determinata dalla graduatoria calcolata in base alla media ponderata acquisita entro il termine ultimo di presentazione della domanda di valutazione.

 

Per i CdS in "Architettura - Ambiente Costruito – Interni" i parametri N e V sono i seguenti:

- Studenti immatricolati dall’a.a. 2003/04 fino all’a.a. 2009/10: N/V 100/25

- Studenti immatricolati dall’a.a.  2010/11: N/V 104/27

 

L’ammissione ai CdS di Laurea Magistrale di classe LM-4, non è consentita agli studenti laureati in Classe L-21 e L-23 (a esclusione dei laureati del Politecnico di Milano in Architettura e Produzione Edilizia, ammessi con debiti formativi) anche con parametro N/V assolto o da altre classi di laurea non conformi.

 

*I parametri N e V (numero CFU e media) richiesti sono rilevabili dal proprio piano degli studi e possono variare in relazione al Corso di Laurea Magistrale cui si intende accedere.

 

15.1.3.2 Studenti ammessi con valutazione di merito

Sono soggetti a valutazione di merito gli studenti non ammessi di diritto, studenti esterni, studenti trasferiti da altro Corso di Laurea Magistrale.

La valutazione è affidata ai CdS di riferimento che hanno a disposizione fino a 150 punti:

 

- fino a 110 punti = valutazione del curriculum formativo (media ponderata dei voti degli esami su una base di almeno 145 crediti acquisiti). Sarà tenuta valida la media degli esami registrati a piano al momento della valutazione;

- fino a 20 punti = valutazione di un portfolio di opere comprendente testi e materiale iconografico, che sarà valutato secondo criteri di originalità e coerenza dei contenuti, qualità formale, capacità argomentativa e grafica, espressione linguistica;

- fino a 10 punti = valutazione di esperienze di tirocinio o lavoro extracurriculari compiutamente documentate, certificate dalle aziende, pertinenti e significative per la formazione di un architetto e che non siano state utilizzate per convalidare crediti effettivi nella carriera precedente. Per ciascuna delle esperienze di tirocinio o lavoro extracurriculare dovrà essere specificata la data di inizio e quella di fine.

- fino a 10 punti = valutazione di altri titoli certificati di ricerca o formazione extracurriculari compiutamente documentati, pertinenti e significativi per la formazione di un architetto e che non siano state utilizzate per convalidare crediti effettivi nella carriera precedente.

 

Gli studenti soggetti alla presentazione del portfolio sono idonei all’ammissione con il punteggio minimo di 100. Ad ogni scadenza sono accolti i primi classificati in base al numero programmato di ammissioni per quel semestre. In caso di studenti idonei con pari punteggio, le precedenze in graduatoria terranno conto della media ponderata fino a esaurimento dei posti disponibili.

 

15.1.4      Documenti richiesti agli studenti ammessi di diritto al CdS

Tutti gli ammessi di diritto devono presentare domanda di ammissione. La valutazione si basa unicamente sul curriculum formativo (piano degli studi) al fine dell’assegnazione di eventuali convalide d’esame o frequenze.

Alla domanda di valutazione non deve essere allegato alcun documento.

 

15.1.5      Documenti richiesti agli studenti ammessi con valutazione di merito

15.1.5.1 Studenti del Politecnico di Milano

Ammessi con valutazione di merito

  •          Curriculum Vitae formato europeo
  •          Portfolio
  •          Attività professionali e di formazione

Le linee guida per la presentazione del portfolio e delle dichiarazioni sostitutive di certificazione, sono pubblicate sul sito della Scuola AUIC:

ammissioni-lauree-magistrali

portfolio_lineeguida_18_19_ITA.pdf

 

15.1.5.2 Studenti provenienti da altri Atenei

Ammessi con valutazione di merito

  •          Autocertificazione titolo conseguito (se laureati)
  •          Autocertificazione esami superati per almeno 145 crediti. Altre certificazioni di eventuali titoli universitari: Master, Dottorato, Scuole di specializzazione

La documentazione può essere autocertificata secondo le disposizioni di legge in materia di Dichiarazioni sostitutive; dovrà contenere l’esatta denominazione degli esami sostenuti, i settori scientifico disciplinari di appartenenza, il numero di crediti per settore scientifico, il voto e la data di verbalizzazione. È necessario apporre la firma, senza la quale il documento non è legalmente valido e non potrà essere preso in carico dalla Commissione giudicatrice.

  •          Curriculum Vitae formato europeo
  •          Portfolio
  •          Attività professionali e di formazione

 

Le linee guida per la presentazione del portfolio e delle dichiarazioni sostitutive di certificazione, sono pubblicate sul sito della Scuola AUIC:

ammissioni-lauree-magistrali

portfolio_lineeguida_18_19_ITA.pdf

 

15.1.5.3 Studenti che hanno presentato la domanda di ammissione in sessioni precedenti sul CdS in Architettura

Gli studenti che intendono confermare il punteggio acquisito dal portfolio presentato in semestri precedenti, non devono inserire nuovamente il portfolio già valutato, ma indicare nella sezione “note dello studente”:

“Confermo la valutazione del portfolio già acquisita nel semestre …. dell’a.a. ……”

Gli studenti che intendono integrare un portfolio già valutato in semestri precedenti dovranno inserire nuovamente il portfolio già valutato, aggiungendo una sezione dedicata alle integrazioni:

Integrazione al portfolio valutato nel semestre …. dell’a.a. ……”

In caso di mancato soddisfacimento di queste indicazioni, la domanda non sarà considerata.

 

15.1.6      Esiti e pubblicazione graduatoria degli studenti ammessi

Nel rispetto di quanto riportato nei punti precedenti, alla conclusione delle valutazioni sarà stilata una graduatoria di merito, al fine di definire gli ammessi relativamente al numero programmato previsto per il semestre.

Qualora lo studente non risulti iscritto alla sessione di laurea di settembre (per il primo semestre) o febbraio (per il secondo semestre), non rientrerà nella graduatoria di merito.

Per garantire il numero programmato previsto, se il check è verde significa che la domanda è stata valutata positivamente, ma l'immatricolazione da parte del candidato sarà possibile solo se anche la funzione di immatricolazione sarà configurata nella modalità ABILITATA. 

Lo studente valutato positivamente potrà quindi non essere ammesso all’immatricolazione per esaurimento del numero dei posti disponibili secondo quanto stabilito dalla Graduatoria che verrà pubblicata on line su: www.auic.polimi.it entro il termine delle valutazioni.

Non è previsto uno scorrimento della graduatoria, eventuali posti disponibili saranno utili per le immatricolazioni del secondo semestre.

Gli studenti ammessi dovranno procedere all’immatricolazione entro i termini previsti dal calendario accademico seguendo le procedure indicate sul sito di Ateneo.

Per nessun motivo saranno accolte istanze di ammissione da studenti che non hanno presentato per tempo la domanda di valutazione.

 

15.1.7      Integrazioni curriculari

Qualora l’esito della valutazione per l’ammissione corrisponda a “Preferenza valutata positivamente con integrazioni curriculari”, l’ammissione è subordinata al raggiungimento da parte dello studente (entro l’anno accademico a cui si riferisce la domanda) dei CFU relativi alle integrazioni curriculari indicate dalle Commissioni; questo significa che lo studente dovrà sostenere gli esami aggiuntivi prima di potersi immatricolare.

Sarà quindi necessario iscriversi ai singoli insegnamenti (‘Corsi singoli per colmare le integrazioni curriculari’) mediante l’applicativo in cui viene pubblicato l’esito della domanda di valutazione.

Una volta conseguite le integrazioni, il candidato dovrà ripresentare domanda di ammissione nelle tempistiche previste per il semestre o anno successivo alla sua prima candidatura. In assenza della domanda online, non sarà possibile procedere all’immatricolazione.

Al sito http://www.poliorientami.polimi.it/ sono disponibili le procedure dedicate.

 

15.1.8      Convalide d’esame

A seguito dell’immatricolazione ad uno dei Corsi di Laurea Magistrale potranno essere valutati e riconosciuti come convalide o convalide di frequenza, esami sostenuti in carriere precedenti (non utilizzati come crediti effettivi), compatibili con l’offerta didattica del corso di Laurea Magistrale di iscrizione.

Le convalide saranno indicate nella valutazione di carriera e caricate automaticamente sul Piano degli Studi.

 

 

15.2     Ammissione al Corso di Studio - Studenti con titolo di studio estero

Gli studenti con titolo di studio estero seguono il percorso di pre-iscrizione descritto sul sito Polinternational (http://www.polinternational.polimi.it/), attenendosi alle scadenze previste. Attraverso questo percorso sarà possibile candidarsi per borse di merito e ottenere maggiori informazioni relative all’organizzazione del proprio soggiorno in Italia nella fase successiva all’ammissione.

 

15.3     Trasferimenti e passaggi

Le richieste di trasferimento e passaggio sono subordinate alla presentazione della domanda di ammissione secondo quanto definito dal presente regolamento; pertanto gli studenti interessati sono tenuti ad avere gli stessi requisiti e a rispettare gli stessi termini previsti per la presentazione delle domande di valutazione e di iscrizione, descritte nei paragrafi precedenti.

Non sono previsti passaggi e trasferimenti nel secondo semestre.

 

15.4     Scadenze dei processi amministrativi di iscrizione al primo anno

 

Si rimanda al sito della Scuola.

 

15.5     Piano degli Studi (PdS)

Lo studente è tenuto, sotto la propria responsabilità, alla presentazione del piano degli studi individuale.

Il piano degli studi è assunto dalla Scuola come documento probante a tutti gli effetti. La sua compilazione attesta altresì la conformità delle scelte effettuate dallo studente alle norme previste dagli ordinamenti vigenti e alle disposizioni del Regolamento del Corso di Studio.

Il piano degli studi della Laurea Magistrale in “Architettura - Ambiente Costruito – Interni” è composto da 120 crediti formativi universitari, da inserire a piano come effettivi, suddivisi in:

-          insegnamenti monodisciplinari o integrati

-          laboratori

-          attività a libera scelta

-          tirocinio

-          prova finale

Il numero minimo di crediti a cui gli studenti possono iscriversi annualmente è pari a 30 (15 per gli ingressi a febbraio); è consentita l’iscrizione contemporanea a insegnamenti per un massimo di 80 crediti annuali. Per ogni specifica relativa a costi e tassazioni fare riferimento al sito di Ateneo.

Al primo anno i corsi di Digital Skills sono offerti in entrambi i semestriin modo da poter essere frequentati sia dagli studenti entranti a settembre (nel semestre a partire da febbraio 2019) sia dagli studenti entranti a febbraio 2019 (nel semestre a partire da settembre 2019).

Per gli studenti immatricolati a febbraio, in relazione allo slittamento di semestre, è prevista per il secondo anno una offerta formativa specificamente dedicata a loro,in modo da garantire il regolare svolgimento delle attività didattiche.Per quanto riguarda il secondo anno sono previsti Laboratori Tematici e di Tesi sia nel primo sia nel secondo semestre così da consentire agli studenti di poter frequentare i Laboratori nella corretta sequenza e di elaborare la Tesi nel loro ultimo semestre.

Non si accettano istanze di variazione piano. La presentazione del piano degli studi è definitiva e deve essere completata nei tempi e modi stabiliti dalla Scuola. Nella scelta degli insegnamenti consultare preventivamente l’orario didattico per evitare sovrapposizioni difrequenza.

 

15.5.1      Scadenze di presentazione del Piano degli Studi annuale

La presentazione del piano degli studi avviene accedendo dai Servizi Online (www.polimi.it/servizionline à Servizi personalizzati à Dati di carriera à Presentazione piani degli studi) solo nei periodi specifici definiti dal calendario accademico.

 

15.5.2      Modifica semestrale del Piano degli Studi

La modifica semestrale del piano degli studi è facoltativa e necessaria solo in caso si vogliano apportare cambiamenti del piano degli studi.

È possibile modificare solo gli insegnamenti inseriti nell’anno accademico corrente; non è consentito inserire o eliminare insegnamenti del primo semestre; è necessario deselezionare gli insegnamenti del secondo semestre che si desidera modificare.

Sarà quindi possibile aggiungere o eliminare solo all’interno del secondo semestre, corsi opzionali e obbligatori non soggetti ad allocazione meritocratica, prova finale etirocinio.

 

15.5.3      Mora

Con delibera del Consiglio di Amministrazione viene prevista l’attribuzione di una mora di 100,00 Euro per la mancata presentazione del piano degli studi nei termini previsti dal calendario accademico.

Il pagamento sarà richiesto con la seconda rata.

 

15.5.4      Frequenze

Una volta inseriti nel piano degli studi, gli insegnamenti permangono negli anni successivi come frequenze acquisite; all’atto della compilazione del piano degli studi dell’anno accademico successivo, sarà possibile eliminare le frequenze acquisite e reinserire gli insegnamenti come nuove frequenze.

Prova finale e Tirocinio si inseriscono una volta sola in tutta la carriera universitaria.

 

15.5.4.1 Laboratori

La frequenza ai Laboratori è obbligatoria per almeno il 70% del monte ore; la frequenza acquisita non decade ma sarà necessario sostenere l’esame entro le tre sessioni dell’anno accademico successivo a quello di frequenza. Il laboratorio, scaduto questo termine, dovrà essere interamente rifrequentato e reinserito nel piano degli studi.

 

15.5.4.2 Digi Skills

Lo studente è tenuto ad iscriversi e a frequentare l’attività Digi Skills secondo le scadenze che verranno indicate sul sito della Scuola.

I 4 CFU saranno verbalizzati a seguito della frequenza di almeno 70% delle lezioni e del superamento delle prove in itinere proposte dal docente.

15.5.5      Insegnamenti in soprannumero

È possibile inserire insegnamenti/attività formative, appartenenti alla laurea magsistrale, nel piano degli studi in posizione di soprannumero. Questi insegnamenti non saranno considerati nel computo dei crediti complessivi necessari per l’ammissione alla prova finale e non saranno utili al calcolo della media delle votazioni.

È possibile modificare la posizione di un insegnamento da effettivo a soprannumero o viceversa, nel periodo di presentazione annuale del piano degli studi.

Per tutte le disposizioni è necessario fare riferimento alla specifica guida di Ateneo.

 

 

15.6     Allocazioni

 

15.6.1      Laboratori

Alla presentazione del piano degli studi lo studente dovrà esprimere un numero di opzioni sui Laboratori pari al numero delle sezioni disponibili. L’allocazione su base meritocratica in base alle regole stabilite dalla Scuola e non saranno possibili riallocazioni.

Gli studenti Erasmus incoming (provenienti da atenei esteri) potranno frequentare il Laboratorio di Tesi solo se stanno sviluppando la propria tesi in co-tutela con docenti del Politecnico.

Gli studenti Erasmus outgoing (del Politecnico) che vogliono sviluppare la tesi all’estero devono individuare un relatore sia del CdS sia nell’ateneo estero (co-tutela).

I laboratori potranno avere un massimo di 50 studenti iscritti regolari all’a.a. 2018/2019.

Per ampliare l’offerta e le possibilità di scelta i Laboratori tematici collocati nelsecondo semestre e tutti i Laboratori Finali di Tesi sono mutuabili tra i due PSPA del Corso di Studio, ma nell’allocazione è data preferenza agli studenti appartenenti al proprio PSPA. 

Per gli studenti entrati a Marzo 2018, i Laboratori tematici del PSPA in italiano e di quello in inglese del secondo semestre sono reciprocamente mutuabili. Solo in seguito alla pubblicazione delle allocazioni, saranno definiti i posti disponibili e gli studenti potranno attraverso istanza fare richiesta di spostamento: saranno poi allocati nella nuova preferenza attraverso la graduatoria di merito.

La collocazione degli studenti avverrà meritocraticamente considerando i parametri indicati nello schema seguente:

 

 

Primo anno

Voto di laurea

 

Secondo anno

Ordinamento per valori decrescenti del parametro G

      n

G=Σ  Vi •Ci

       i=l

 

dove Vi è il voto conseguito nell’esame i-esimo, Ci è il numero dei crediti corrispondenti all’esame i-esimo ed n è il numero degli esami  sostenuti

 

La votazione di 30/30 con lode sarà calcolata pari a 33/30.

 

Per evitare che eventuali ritardi nella registrazione o nella convalida degli esami sostenuti possano penalizzare gli studenti, il parametro G sarà calcolato sulla carriera maturata nella sessione estiva.

Per tutti gli studenti di rientro dall’Erasmus non potranno essere tenuti in considerazione i voti se non già convalidati sul piano prima dell’allocazione.

Gli studenti ammessi, che per un qualsiasi motivo ritarderanno l’iscrizione oltre le scadenze previste, saranno collocatid’ufficio sulle sezioni disponibili.

Non è consentito agli studenti frequentare laboratori o corsi che non siano inseriti a piano. Non potranno in nessun caso essere riconosciute o convalidate valutazioni relative ad attività non inserite nel piano degli studi o frequentate in modo difforme dall’allocazione nelle sezioni.

 

15.6.2      Corsi Monodisciplinari e Integrati

Nelle sezioni in cui sono previsti corsi a scelta oppure diverse sezioni del medesimo corso monodisciplinare o integrato, gli studenti dovranno esprimere le preferenze come predisposto dal sistema on line e verranno allocati meritocraticamente secondo i criteri espressi al punto precedente. I corsi potranno avere un massimo di 120 studenti iscritti regolari all’a.a. 2018/2019.

 

15.6.3      Precedenze degli insegnamenti

 

L’ Ateneo, su delibera del Senato Accademico, ha definito i seguenti tipi di precedenze:

Precedenza consigliata

Non definisce alcun vincolo formale. Ha lo scopo di fornire agli studenti utili indicazioni circa la sequenzialità degli insegnamenti, ma non influenza né la composizione del piano degli studi né la verbalizzazione.

Precedenza

di composizione Piano degli Studi

Definisce un vincolo che deve essere rispettato nella scelta degli insegnamenti all’atto della presentazione del piano degli studi. Non è possibile inserire nel piano degli studi l’insegnamento ‘B’ se non è presente (anche se non superato) l’insegnamento ‘A’. Non influenza la verbalizzazione.

Precedenza

di verbalizzazione

Definisce un vincolo che deve essere rispettato sia al momento della composizione del piano degli studi, sia al momento della verbalizzazione ‘positiva’ (superamento dell’insegnamento). Non è possibile verbalizzare ‘B’ se non è verbalizzato ‘A’.

 

 

Il corso di Laurea Magistrale in “Architettura - Ambiente Costruito Interni” oltre al il rispetto della progressione degli insegnamenti come stabilito dal manifesto degli studi, prevede:

 

Precedenza consigliata per tutte le sezioni attivate del corso di Tecnica delle Costruzioni sul Laboratorio di Progetto e Costruzione dell’Architettura

Precedenza di verbalizzazioneper tutte le sezioni attivate del Laboratorio Tematico sul Laboratorio di Finale di Tesi

Il Laboratorio Tematico del secondo anno deve essere sostenuto prima del Laboratorio di Tesi Finale.

I corsi di Tecnica della costruzioni sono offerti in entrambi i semestri in modo da poter essere frequentati sia dagli studenti entranti a settembre sia dagli studenti entranti a febbraio.

Per chi entra a settembre è fortemente consigliata la frequenza nel primo semestre, in quanto propedeutico al Laboratorio di progetto e costruzione dell’architettura che si tiene nel secondo semestre.

Per gli studenti che entrano a febbraio, il corso può essere frequentato parallelamente al Laboratorio di progetto e costruzione dell’architettura; in questo caso però si determina uno sforamento di 2 CFU rispetto allo standard di 30 crediti previsti per il semestre e comporta una commisurazione dell’importo contributivoAltrimenti gli studenti possono scegliere se inserire a piano il corso di Tecnica nel semestre successivo.

 

15.7     Attività a libera scelta

Lo studente è tenuto ad inserire, nel proprio percorso formativo, al secondo anno, insegnamenti a scelta volti ad approfondire e completare i temi specifici dei singoli curricula, per un totale di 8 CFU. L’offerta formativa della Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni prevede l’attivazione di numerosi insegnamenti denominati opzionali utili a completare i CFU dei corsi a scelta. Inoltre è possibile accedere anche a corsi esterni alla Scuola, erogati o dal Politecnico (in qualsiasi sede) o da altre Università milanesi con le quali la Scuola abbia in essere una convenzione (informazioni al riguardo saranno disponibili sul sito).

Lo studente può scegliere due corsi opzionali, oppure un corso opzionale e un workshop (4 CFU) tra i workshop riconosciuti dalla Scuola. Lo studente può inserire per un solo workshop nel proprio piano di studi. Il programma intensivo internazionale MIAW-Milan International Architecture Workshop è considerato un workshop, quindi va affiancato a un corso opzionale.

Le attività di workshop sono di due tipologie:

- Workshop accreditabili come attività a scelta per un massimo di 4 CFU, o come attività accreditabili in sovrannumero;

- “Workshop tirocinanti”, accreditabili come attività di tirocinio (6 CFU).

In relazione agli appelli di laurea, saranno accreditabili ai fini della carriera i workshop terminati almeno un mese prima dell’appello di laurea prescelto dallo studente.

Non sarà possibile accreditare un workshop svolto durante il corso di laurea triennale all’interno della laurea magistrale, o qualora il workshop sia stato svolto come attività in sovrannumero nel corso della laurea triennale, richiedere il suo riconoscimento nella nuova carriera magistrale.

15.7.1 MIAW

La Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni attiva, per gli studenti iscritti al Corso di Studio

triennale in Progettazione dell'Architettura e di Laurea Magistrale in Architettura, Architettura - Architettura delle

Costruzioni, Architettura – Progettazione Architettonica un programma intensivo internazionale: MIAW-Milan

International Architecture Workshop.

Tale attività offre un forum internazionale di progettazione per insegnanti e studenti ma è anche una piattaforma

informale per discutere le questioni e le ambizioni di condivisione che l'educazione comporta.

Il MIAW avrà luogo nella sede di Milano Leonardo e si svolgerà dal 14 al 26 gennaio 2019.

 

15.7.1.1 Modalità di frequenza e registrazione del MIAW

Durante la compilazione del piano degli studi lo studente potrà scegliere tra i diversi docenti internazionali esprimendo le proprie preferenze di sezione e sarà allocato meritocraticamente in base alla media ponderata degli esami sostenuti entro il giorno 1/08/2018.

Agli studenti non ammessi sarà inserito d’ufficio un generico codice workshop (vedi specifiche dedicate ai workshop),

eventualmente rettificabile nel periodo di modifica semestrale del piano degli studi.

Nell’anno accademico 2018/19 sono disponibili i seguenti posti:

un massimo di 90 studenti iscritti alla laurea Magistrale: Architettura - Ambiente Costruito Interni; Architettura delle Costruzioni; Architettura e Disegno Urbano

un massimo di 30 studenti iscritti alla laurea di laurea Triennale

un massimo di 20 studenti alla laurea Magistrale in Urban Planning and Policy Design

un massimo di 10 studenti alla laurea Magistrale in Landscape Architecture. Land Landscape Heritage 

 

nel caso in cui non saranno raggiunti i numeri programmati, potranno essere assegnati eventuali posti disponibili.

Il MIAW prevede una valutazione finale; al termine delle lezioni sarà necessario iscriversi ad una data d’esame

dedicata per ottenere il voto in carriera.

I crediti così verbalizzati sostituiranno 4 cfu relativi alle attività a scelta dello studente.

Dopo l’allocazione non sarà possibile eliminare l’insegnamento dal proprio piano degli studi o sostituirlo con un altro

corso, potrà essere portato in soprannumero l’anno accademico successivo.

Gli studenti iscritti al primo anno di corso potranno anticipare l’attività MIAW solo se avranno inserito tutti gli

insegnamenti del primo anno.

 

15.8     Tirocinio

La Scuola coopera con gli ordini professionali, le pubbliche amministrazioni, gli enti territoriali e le imprese, per organizzare attività esterne di tirocinio, in modo da garantire allo studente la possibilità   di acquisire i crediti previsti dall’ordinamento.

Inoltre lo studente ha la possibilità di svolgere un'Attività Pratica (tirocinio) interna ai Dipartimenti del Politecnico di Milano.

Le regole di durata del tirocinio saranno definite dai Corsi di Studio, secondo le direttive della Scuola. Ogni ulteriore informazione è disponibile presso l’Ufficio Tirocini della Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni e nella sezione apposita del sito della Scuola http://www.auic.polimi.it/studenti/tirocini-curriculari-obbligatori/

 

L’Ateneo bandisce anche borse Erasmus per tirocini all’estero. Per maggiori informazioni: http://www.polimi.it/it/studenti/esperienze-allestero/

 

15.9     Esami di profitto

15.9.1      Modalità

L’uniformità delle modalità di verifica dell’apprendimento e della loro programmazione fra tutte le sezioni del medesimo insegnamento è assicurata mediante forme opportune di coordinamento, in coerenza con le direttive del Corso di Studio di Laurea Magistrale.

All’inizio dell’anno accademico ogni docente comunicherà le modalità di verifica dell’apprendimento, i contenuti della prova d’esame e i criteri di valutazione.

Per ogni insegnamento (corsi e laboratori) sono previste tre sessioni d’esame. Ogni sessione d’esame prevede una o più date d’appello come definito dal calendario accademico di Scuola.

Gli studenti possono partecipare agli appelli solo se regolarmente iscritti, utilizzando l’apposita funzione dei ‘servizi online’, alla data d’esame; la mancata iscrizione comporta l’assoluta impossibilità a sostenere la prova e registrare il voto in carriera.

I laureandi dovranno rispettare i termini specifici definiti dal calendario accademico, per consentire l’espletamento, entro i termini previsti, delle procedure per l’iscrizione all’appello di Laurea.

15.9.2      Autocertificazione di esami sostenuti

Nel caso in cui, all’atto della presentazione del piano degli studi, un esame già sostenuto (di cui quindi si conosce la votazione) non sia ancora registrato in carriera, lo studente può autocertificarne il superamento.

Non è consentito autocertificare un insegnamento il cui esame non sia stato ancora sostenuto all’atto della compilazione del piano.

Una falsa dichiarazione impedisce l’iscrizione alle sessioni d’esame dell’insegnamento autocertificato.

 

15.10 Prova finale

 

 Il Corso di Studio di Laurea Magistrale si conclude con la prova finale in cui è presentata e discussa la Tesi di Laurea

(l'elaborato può essere svolto singolarmente o in gruppo secondo le norme stabilite dal Regolamento Integrativo della

prova finale del CdS di Laurea Magistrale in Architettura – Ambiente Costruito - Interni).

La Tesi di Laurea seleziona e sviluppa un tema disciplinare coerente con i contenuti didattici del CdS ed esplicita, nella

stesura e nella sua discussione, le capacità analitiche, critiche e progettuali maturate dal laureando nell'intero corso degli

studi, e può essere progettuale, teorico documentale, sperimentale.

La Tesi è sviluppatain continuità con il Laboratorio Finale di Tesi (individuando un ambito di approfondimento a partire

dal lavoro svolto all’interno del Laboratorio e sviluppandolo sotto la guida di un docente in veste di Relatore, che può

essere o interno al Laboratorio o un docente appartenente alla Scuola) oppure in maniera indipendente, individuando fin

da subito un Relatore all’interno dei docenti della Scuola, il quale è chiamato anche ad approvare il contenuto

dell’argomento di tesi e il percorso alternativo definito dallo studente.

In questo secondo percorso indipendente, in alternativa al Laboratorio Finale di Tesi (12 CFU), lo studente deve

frequentare il corso “094946 - IC Advanced architectural design workshop” (8 CFU) e un opzionale a scelta tra quelli indicati diseguito. Tale percorso alternativo deve essere proposto - dopo la pubblicazione delle allocazioni - con istanza specifica all’Ufficio Servizi agli Studenti e Docenti ai corsi di studio di Laurea Magistrale e approvato, motivando gli obiettivi di Tesi che lo hanno determinato e specificandone il Relatore. Il Relatore individuato è chiamato a controfirmare l’istanza per accettazione. Dopo l’accettazione dell’istanza, gli studenti svolgeranno la Tesi al di fuori del Laboratorio, ma sempre sotto la supervisione di un Relatore che è chiamato ad approvarne il contenuto.

In ogni caso, lo sviluppo della Tesi richiede un lavoro ulteriore (10 CFU) rispetto a quello svolto nel Laboratorio di Tesi o

nel percorso indipendente.

 

Codice

SSD

Denominazione Insegnamento

91560

ICAR/02

CLIMATE AND HYDROLOGY

53313

ICAR/02

EREDITÀ NUCLEARI E SVILUPPO SOSTENIBILE

93342

ICAR/05

TRASPORTI, MOBILITÀ E SOSTENIBILITÀ

87216

ICAR/14

PROGETTAZIONE PER IL RECUPERO DI ARCHITETTURE DEL XX SECOLO

99900

ICAR/14

ARCHITECTURE AND TOWN IN CHINA

53314

ICAR/15

PROGETTAZIONE DEL PAESAGGIO E DEGLI SPAZI PUBBLICI

91557

ICAR/16

PROGETTAZIONE DI GRANDI MOSTRE E MUSEALIZZAZIONI

91558

ICAR/16

SCENOGRAFIA E SPAZI DELLA RAPPRESENTAZIONE

50425

ICAR/16

ITALIAN DOMESTIC INTERIORS

99924

ICAR/16

SPAZIO INTERNO E ARREDO

99540

ING-IND/22

DURABILITA' E CONSERVAZIONE DEI MATERIALI DELL'ARCHITETTURA

53306

ING-IND/22

TRADITIONAL AND INNOVATIVE MATERIALS FOR BUILDINGS

51726

L-ANT/10

ARCHAEOLOGY, ARCHITECTURE AND CONSTRUCTION TECHNIQUES

51653

L-ART/03

STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA

92101

MED/42

ARCHITETTURA SOCIALE

53315

M-FIL/04

FONDAMENTI DI ESTETICA

53311

M-FIL/04

EPISTEMOLOGIA

53309

SPS/09

SOCIOLOGY OF URBAN SPACE

 

 

La tesi progettuale consiste in una proposta originale che contenga almeno una relazione descrittiva, degli elaborati grafici e modelli (analogici e/o digitali) in numero e tipo adeguati a illustrare compiutamente il progetto (secondo le norme stabilite dal Regolamento Integrativo della prova finale del CdS di Laurea Magistrale in Architettura – Ambiente Costruito – Interni). La tesi a carattere teorico documentale o sperimentale deve essere caratterizzata da una componente originale di analisi, di valutazione e di critica, da un appropriato apparato bibliografico e può essere accompagnata da elaborati grafici e iconografici.

Per le modalità, i contenuti e i requisiti minimi per la preparazione dell’elaborato di tesi gli allievi devono fare riferimento al Regolamento della Prova Finale di Laurea e Laurea Magistrale della Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni e dal Regolamento Integrativo del corso di Studi in “Architettura - Ambiente Costruito - Interni” pubblicato al seguente link: http://www.auic.polimi.it/didattica/esami-di-laurea-e-laurea-magistrale/

Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili su https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2315[M2] 

 


15. Errata corrige