Anno Accademico 2019/20





Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione



Regolamento Didattico del Corso di Studio in:


Computer Science and Engineering - Ingegneria Informatica
Laurea Magistrale


Sede di: Milano

1. Informazioni Generali

Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Codice Corso di Studio481
Corso di StudioComputer Science and Engineering - Ingegneria Informatica
OrdinamentoOrdinamento 270/04
Classe di LaureaLM-32 - Ingegneria informatica
Livello Laurea Magistrale
Primo AA di attivazione 2010/2011
Durata nominale del Corso 2
Anni di Corso Attivi 1,2
Lingua/e ufficiali Il corso di Laurea Magistrale č erogato in lingua inglese ma il manifesto soddisfa i requisiti della nota MIUR del 11/07/2018 e il parere CUN del 23/10/2018.
Sede del corso Milano
Preside Antonio Capone
Coordinatore CCS Gianpaolo Cugola
Sito web della Scuola http://www.ingindinf.polimi.it
Sito web del Corso di Studi
http://ccs-informatica.elet.polimi.it/


Segreteria Studenti - Milano
Indirizzo VIA C. GOLGI, 42 (MI)

2. Presentazione generale del Corso di Studio

Gli sviluppi dell'informatica e della società dell’informazione hanno avuto uno straordinario impatto sulla realtà produttiva, sociale ed economica degli ultimi anni. L'informatica è infatti diventata fattore determinante della cultura e dell'organizzazione delle moderne imprese e di molte attività sociali, stimolandone la trasformazione e l’innovazione.

In questo scenario, in continua e velocissima evoluzione per la nascita di nuove tecnologie e l’emergere di nuove esigenze, si colloca la Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica che si propone di formare ingegneri dotati di una ricca preparazione sul piano culturale e capaci di sviluppare e utilizzare i metodi e gli strumenti dell'informatica con sensibilità ingegneristica, per affrontare un amplissimo spettro di applicazioni.

I profili professionali che il corso di studi in Ingegneria Informatica consente di costruire sono in ogni caso fra i più richiesti dal mercato del lavoro. In questo contesto, i laureati del Politecnico di Milano in Computer Science and Engineering hanno un’elevatissima attrattività ed entrano nel mercato del lavoro immediatamente dopo la laurea, con un tasso di disoccupazione sostanzialmente nullo.

Gli studi sono caratterizzati da un numero limitato di insegnamenti obbligatori; è data ampia facoltà allo studente di comporre un piano di studi personalizzato, utilizzando le materie disponibili nel regolamento didattico degli studi. Allo stesso tempo, il Corso di Studi propone due indirizzi e undici percorsi di specializzazione che possono aiutare gli studenti nella formulazione delle scelte.


3. Obiettivi Formativi

Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica persegue il duplice obiettivo di una marcata qualificazione professionale e di una approfondita cultura di base, indispensabili per ricoprire un ruolo attivo e critico nell’evoluzione della tecnologia informatica e delle sue applicazioni.

Il corso si propone pertanto di formare esperti in grado sia di comprendere l’evoluzione tecnologica nel settore che di contribuirvi.


4. Schema del Corso di Studio e successivi livelli di formazione

4.1 Schema del Corso di Studio e Titoli conseguiti

Il Corso di Studio in Computer Science and Engineering ha durata biennale ed è accessibile agli studenti che hanno ottenuto un titolo di laurea triennale in Ingegneria Informatica e lauree affini, previa valutazione positiva da parte del CCS. Esso può essere seguito dal Dottorato di Ricerca della durata di tre anni.


Ognuno dei due anni del Corso di Laurea Magistrale è diviso in due semestri. Per consentire l’accesso al corso di Laurea Magistrale all’inizio di ogni semestre, il primo e il secondo semestre di ogni anno sono intercambiabili; gli insegnamenti programmati in ogni semestre possono, cioè, essere seguiti senza sensibile pregiudizio sia nell’ordine naturale (1° semestre, 2° semestre) sia in quello inverso (2° semestre, 1° semestre).

Il corso di Laurea Magistrale prevede due indirizzi, identificati dalle sigle T2A e T2D. L'indirizzo T2A offre massima flessibilità allo studente, consentendo, grazie all'elevato numero di insegnamenti disponibili e all'ampia possibilità di scelta autonoma, di costruire differenti percorsi applicativi e formativi. L'indirizzo T2D è invece specificamente orientato a formare esperti nel campo dell'ICT per la gestione e l'innovazione aziendale e prevede al secondo anno insegnamenti mutuati dalla Laurea Magistrale in Management Engineering del Politecnico di Milano. In conseguenza di questa scelta, il secondo anno di studi dell'indirizzo T2D viene erogato presso il Campus di Bovisa del Politecnico di Milano.

Nell'ambito dell'indirizzo T2A gli studenti potranno costruire il proprio percorso di studi scegliendo tra undici percorsi di specializzazione:

  • Ambient and data intelligence
  • Artificial intelligence and machine learning
  • Big data and data science
  • Bioinformatics and e-health
  • Business informatics, analytics and intelligence
  • Cybersecurity
  • Interactive applications
  • Internet engineering
  • Pervasive Systems
  • Robotics and Vision
  • Software engineering for complex systems

Per maggiori dettagli in merito si rimanda alla Sezione 7.3 del presente documento e alla apposita sezione del sito http://ccs-informatica.elet.polimi.it.

4.2 Accesso ad ulteriori studi

La qualifica da` accesso al Dottorato di Ricerca, al Corso di Specializzazione di secondo livello e al Master Universitario di secondo livello


5. Sbocchi professionali e mercato del lavoro

5.1 Status professionale conferito dal titolo

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica consente l'accesso - previo il superamento di un esame di Stato, alla Classe di Ingegneria dell'Informazione della Sezione A dell'Albo degli Ingegneri, col titolo di Ingegnere.


Indicazioni specifiche sulle attività professionali consentite nei Settori indicati dall'Albo sono contenute nel Decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328 "Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l'ammissione all'esame di Stato e delle relative prove per l'esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi ordinamenti", pubblicato sul Supplemento ordinario N. 212/L alla G.U. n. 190 del 17 agosto 2001 - Serie generale.

Si osserva tuttavia che il suddetto Esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di Ingegnere dell'Informazione e l'iscrizione al relativo Albo non sono allo stato attuale in alcun modo necessari per l'esercizio delle professioni legate all'informatica, né in ambito privato né in ambito pubblico.

5.2 Ruoli e sbocchi occupazionali in dettaglio

Le applicazioni dell'informatica sono in costante crescita e diversificazione; esse presentano una componente significativa dedicata alla ricerca e allo sviluppo. L'esperto di Ingegneria Informatica è pertanto un Ingegnere dall'ampio profilo culturale, caratterizzato dalla capacità di risolvere problemi nuovi, ma anche di affrontare alcune applicazioni più tradizionali tramite tecnologie consolidate.

Le figure professionali nell'area dell'ingegneria informatica compaiono in numerose statistiche come molto richieste e ben retribuite in ambito industriale, sia a livello internazionale sia a livello nazionale, e in particolare nell'area lombarda che presenta un tessuto industriale particolarmente ricco. Questa  tendenza vale anche a livello mondiale. 

Il Politecnico di Milano ha l'ambizione di preparare ingegneri capaci di far valere le loro doti in ambito globale, come dimostrato dalla presenza di nostri laureati in posizioni elevate non solo in Italia ma anche in paesi stranieri.

La maggior parte dei laureati in Ingegneria Informatica viene comunque assorbita dalle numerose aziende di servizi e dalle industrie del territorio Lombardo. Queste infatti dimostrano un’elevata richiesta di competenze ingegneristico/informatiche. Secondo le più recenti indagini del Nucleo di valutazione sui laureati del Politecnico di Milano, a 9 mesi dalla laurea nessuno dei laureati magistrali in Ingegneria Informatica è in cerca di prima occupazione, l'84% dei laureati ha trovato lavoro entro i primi 3 mesi dalla laurea e addirittura il 40% lavorava prima di laurearsi. Questi dati (relativi ai laureati 2015, intervistati nel 2016) sono molto migliori rispetto alle medie nazionali e alle stesse medie di Ateneo.


Come ogni ingegnere, l’ingegnere informatico è in primo luogo un progettista di apparati e sistemi. Il corso di studi sviluppa l'attitudine a realizzare sistemi hardware e software, che trovano applicazioni nell'industria e nel settore dei servizi pubblici e privati. Di conseguenza, l'ingegnere informatico opera sia presso le imprese produttrici e fornitrici di apparecchiature e sistemi informatici e robotici, sia in aziende che sviluppano prodotti e servizi ad alto contenuto informatico, sia infine presso organizzazioni private e pubbliche amministrazioni che utilizzano l'informatica per pianificare, progettare, gestire, decidere, produrre e amministrare. Tra le attività professionali dell'ingegnere informatico sono incluse: il progetto e la realizzazione di sistemi informativi aziendali; l'automazione dei servizi in enti pubblici e privati mediante le moderne tecnologie, anche basate su Internet; lo sviluppo di sistemi multimediali e ipermediali; la modellazione e il controllo di processi produttivi; lo sviluppo di sistemi informatici basati su tecniche di progetto congiunto Hw/Sw; la robotica; lo sviluppo di sistemi basati sull'intelligenza artificiale; la progettazione di architetture e di sistemi informatici in rete; lo sviluppo di infrastrutture e software per ambienti "intelligenti".

La differenza principale tra le figure professionali degli ingegneri di I e di II livello risiede nella maggiore capacità dei laureati magistrali di affrontare problemi complessi che richiedono: a) una maggiore capacità critica e di astrazione; b) una più significativa capacità di modellazione della realtà, anche attraverso strumenti formali; c) la maturità adeguata a integrare competenze e tecnologie diverse e sofisticate.


Rapporti del Nucleo di valutazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4093

5.3 Profilo del laureato

Ingegnere Informatico
funzione in un contesto di lavoro:
Il Laureato in Ingegneria Informatica del Politecnico di Milano possiede un'elevata qualificazione professionale e un'approfondita cultura di base, che gli consentono di svolgere un ruolo attivo e critico nell’evoluzione della tecnologia informatica e delle sue applicazioni.
Come ogni ingegnere, l’ingegnere informatico è in primo luogo un progettista di apparati e sistemi. 

Rispetto alla laurea triennale, la laurea magistrale in Ingegneria Informatica fornisce le competenze che permettono di affrontare problemi complessi che richiedono: 
a) un’elevata capacità critica e di astrazione;
b) un’assai significativa capacità di modellazione della realtà, anche attraverso strumenti formali;
c) la maturità adeguata a integrare competenze e tecnologie diverse e sofisticate.

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica consente l'accesso, previo il superamento di un esame di Stato, alla Classe di Ingegneria dell'Informazione della Sezione A dell'Albo degli Ingegneri, col titolo di Ingegnere.
Indicazioni specifiche sulle attività professionali consentite nei Settori indicati dall'Albo sono contenute nel Decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328 "Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l'ammissione all'esame di Stato e delle relative prove per l'esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi ordinamenti", pubblicato sul Supplemento ordinario N. 212/L alla G.U. n. 190 del 17 agosto 2001 - Serie generale.
Si osserva tuttavia che il suddetto Esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di Ingegnere dell'Informazione e l'iscrizione al relativo Albo non sono allo stato attuale in alcun modo necessari per l'esercizio delle professioni legate all'informatica, né in ambito privato né in ambito pubblico.
competenze associate alla funzione:
La Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica fornisce competenze specifiche per: 
- progettare apparati e sistemi;
- realizzare sistemi hardware e software;
- utilizzare l'informatica per pianificare, progettare, gestire, decidere, produrre e amministrare;
- progettare e realizzare sistemi informativi aziendali;
- progettare e realizzare l'automazione dei servizi mediante le moderne tecnologie, anche basate su Internet;
- sviluppare sistemi multimediali e ipermediali;
- sviluppare sistemi informatici basati su tecniche di progetto congiunto Hw/Sw;
- sviluppare sistemi e applicazioni della robotica;
- sviluppare sistemi basati sull'intelligenza artificiale;
- progettare architetture e sistemi informatici in rete, infrastrutture e software per ambienti "intelligenti".
sbocchi occupazionali:
Le applicazioni dell'informatica sono in costante crescita e diversificazione; esse presentano una componente significativa dedicata alla ricerca e allo sviluppo. L'esperto di Ingegneria Informatica è pertanto un Ingegnere dall'ampio profilo culturale, caratterizzato dalla capacità di risolvere problemi nuovi, ma anche di affrontare alcune applicazioni più tradizionali tramite tecnologie consolidate.
Le figure professionali nell'area dell'ingegneria informatica compaiono in numerose statistiche come molto richieste e ben retribuite in ambito industriale, sia a livello internazionale sia a livello nazionale, e in particolare nell'area lombarda che presenta un tessuto industriale particolarmente ricco.

Il Politecnico di Milano ha l'ambizione di preparare ingegneri capaci di far valere le loro doti in ambito globale, come dimostrato dalla presenza di nostri laureati in posizioni elevate non solo in Italia ma anche in paesi stranieri.

La maggior parte dei laureati in Ingegneria Informatica viene comunque assorbita dalle numerose aziende di servizi e dalle industrie del territorio Lombardo. Queste infatti dimostrano un’elevata richiesta di competenze ingegneristico/informatiche.
Secondo le più recenti indagini del Nucleo di valutazione sui laureati del Politecnico di Milano, a 12 mesi dalla laurea nessuno dei laureati magistrali in Ingegneria Informatica è in cerca di prima occupazione, oltre l'80% ha trovato lavoro in meno di tre mesi dalla laurea. Questi dati sono molto migliori rispetto alle medie nazionali.

Fra gli sbocchi occupazionali si citano i seguenti:
- il settore dei servizi pubblici e privati;
- le imprese produttrici e fornitrici di apparecchiature e sistemi informatici e robotici;
- le aziende che sviluppano prodotti e servizi ad alto contenuto informatico;
- le pubbliche amministrazioni;
- l’industria in genere.


6. Iscrizione al Corso di Studio

6.1 Requisiti di Ammissione

Titolo di studio di I ciclo (6 Livello EQF) o titolo comparabile


L'ammissione è subordinata a una verifica, da parte di una Commissione, del rispetto dei criteri minimi stabiliti dal Consiglio di Corso di Studio.

6.2 Descrizione delle conoscenze richieste agli studenti in ingresso

Per essere ammessi al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica occorre essere in possesso dei titoli di studio previsti dalle vigenti disposizioni di legge. È inoltre necessario essere in possesso di adeguati requisiti curriculari e di un'adeguata preparazione personale, verificati da un’apposita commissione. La commissione opera sulla base dei criteri elencati nel seguito.

Per i laureati o laureandi del corso di I livello in Ingegneria Informatica del Politecnico di Milano è prevista l'ammissione automatica:

è necessario aver acquisito almeno 105 CFU con una votazione media pesata per crediti >= 25/30, entro il termine della sessione autunnale d'esami di profitto del 2° anno dall’immatricolazione, e abbiano conseguito la laurea entro 4 anni accademici dall'immatricolazione; 

oppure

 è prevista una soglia di automatica ammissione e automatica non ammissione così calcolata:

media pesata per CFU ≥ 21 + min(anni di studi-3, 3)

dove gli anni di studi sono calcolati come anni solari dalla data di prima iscrizione a un qualsiasi percorso universitario di primo livello alla data di laurea, considerando anche la mezza annualità (nel caso di laurea a Febbraio, rispetto alla tradizionale laurea di Luglio/Settembre). Quindi uno studente che si laurei nelle sessioni di Luglio o Settembre dopo tre anni dall'iscrizione dovrà avere una media pesata per CFU maggiore o uguale a 21 per essere ammesso e non sarà ammesso se la sua media sarà inferiore a 21. Analogamente, uno studente che si laurei a Febbraio del terzo anno dovrà avere una media maggiore o uguale a 21,5 (in difetto di tale media non sarà ammesso) e così via. Se la media pesata è maggiore o uguale a 24 si è comunque ammessi indipendentemente dal numero di anni spesi per ottenere la laurea di primo livello.

Al superamento di tali soglie la commissione di ammissione valuta, sulla base degli esami effettivamente superati dal candidato, se assegnare integrazioni curriculari (questo solo nel caso si sia seguito un tirocinio di durata superiore ai 5 CFU nella laurea triennale) e/o obblighi relativamente agli insegnamenti da seguire durante il percorso di Laurea Magistrale.

Per i laureati o laureandi provenienti da altro Ateneo oppure da un Corso di Studi del Politecnico di Milano diverso da Ingegneria Informatica, la commissione di ammissione considera una soglia di non ammissibilità relativa alla media pesata per CFU pari a 24, indipendentemente dalla durata degli studi. Al di sotto di tale soglia lo studente non viene ammesso. Al di sopra di tale soglia, ovvero se la media pesata per CFU del candidato è maggiore o uguale a 24, la commissione decide per l'ammissione sulla base del curriculum complessivo del candidato, allo scopo di verificare la possibilità del candidato di concludere positivamente gli studi. L’ammissione per questo tipo di studenti non implica necessariamente il pieno riconoscimento degli studi precedenti; in presenza di carenze riscontrate nella formazione di base rispetto ai requisiti necessari per un percorso di studi di secondo livello, potranno essere assegnati vincoli sul piano degli studi per lo più sotto forma di obblighi di insegnamenti da seguire nell’ambito del piano di studi regolamentare di 120 CFU, oppure di debiti formativi da colmare prima dell’immatricolazione.

Note importanti:

  • I candidati sono obbligati in ogni caso a presentare la domanda secondo le modalità e le scadenze previste. 
  • Le soglie sopra riportate potranno essere aumentate nei prossimi anni accademici. 
  • Prerequisito per l’ammissione a qualsiasi Corso di Laurea Magistrale del Politecnico di Milano è la presentazione di certificazione attestante la conoscenza della lingua inglese ad un livello minimo come previsto dalla normativa di Ateneo; in mancanza dell’idonea certificazione non sarà possibile procedere all’immatricolazione. 

Informazioni dettagliate relative ad ammissione e immatricolazione sono disponibili sul sito dell'Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4752

6.3 Scadenze per l'ammissione e numero posti disponibili

Informazioni dettagliate relative alle scadenze e alle procedure di ammissione sono disponibili nella sezione dedicata all'orientamento del sito di Politecnico di Milano.


Informazioni dettagliate relative alle scadenze e ai posti disponibili sono presenti nella guida all'immatricolazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4896

6.4 Indicazione di eventuali attivitā per l'orientamento per gli studenti e attivitā di tutorato

Il tutorato è stato istituito con Legge n. 341 del 1990 (Riforma degli ordinamenti didattici universitari) come un'attività diretta a "orientare ed assistere gli studenti lungo tutto il percorso degli studi, a renderli attivamente partecipi del processo formativo, a rimuovere gli ostacoli ad una proficua frequenza dei corsi, anche attraverso iniziative rapportate alle necessità, alle attitudini e alle esigenze dei singoli" (art. 13).

La Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione offre una serie di attività finalizzate a rendere più efficaci e produttivi gli studi universitari, con l'ausilio sia di docenti tutor, sia di studenti tutor, questi ultimi selezionati attraverso specifici bandi di concorso che l'Ateneo pubblica annualmente.

Per maggiori informazioni sulle attività svolte si rimanda alla pagina web del sito della Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione sui servizi di tutorato:

http://www.ingindinf.polimi.it/studenti/tutorato/


Sito Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=3756

7. Contenuti del Corso di Studio

7.1 Requisiti per il conseguimento del titolo

Per il conseguimento del titolo č richiesta l'acquisizione dei 120 crediti (CFU) specificati nel presente regolamento didattico. In particolare, per le attivitā formative caratterizzanti sono previsti almeno 45 CFU, per le attivitā affini e integrative sono previsti almeno 15 CFU, mentre per attivitā a scelta dello studente sono previsti al massimo 20 CFU.

Per la preparazione della Tesi di Laurea Magistrale e per la preparazione della prova finale sono previsti 20 CFU, di cui uno dedicato all'approfondimento delle conoscenze relative alla lingua inglese.

7.2 Modalitā di frequenza e di didattica utilizzata

Il corso č a tempo pieno e comprende la partecipazione a lezioni e ad attivitā di laboratorio.

7.3 Obiettivi e quadro generale delle attivitā didattiche per ciascun piano di studio preventivamente approvato

Piani di studio preventivamente approvati


Sono previsti due piani di studio preventivamente approvati.

Il piano T2A - COMPUTER SCIENCE AND ENGINEERING consente, grazie all'ampia possibilità di scelta autonoma, di coprire tutti i principali settori applicativi dell'Informatica moderna. Il piano T2D - ICT ENGINEERING; BUSINESS AND INNOVATION è invece specificamente orientato a formare esperti in Ingegneria dell'ICT applicata alla gestione e all'innovazione d'impresa.

 

Mentre il piano T2A si svolge interamente presso il Campus Leonardo (Milano), il piano T2D prevede un primo anno svolto presso il Campus Leonardo (Milano), dove vengono erogati i corsi prettamente legati all'ICT, mentre il secondo anno si svolge presso il Campus Bovisa (Milano) con corsi legati alla gestione d'impresa e all'innovazione, mutuati dalla Laurea Magistrale in Management Engineering.


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: T2A - COMPUTER SCIENCE AND ENGINEERING


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
088983CMAT/09FOUNDATIONS OF OPERATIONS RESEARCH15.05.0
089182BING-INF/05FORMAL LANGUAGES AND COMPILERS15.05.0
089183BING-INF/05DATA BASES 215.05.0
054443BING-INF/05SOFTWARE ENGINEERING 215.0
[2.0Didattica innovativa]
5.0
088949BING-INF/05ADVANCED COMPUTER ARCHITECTURES25.05.0
095898BING-INF/05COMPUTING INFRASTRUCTURES25.010.0
089165BING-INF/05COMPUTER SECURITY25.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo AUT------25.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo BIO------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INT1------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INT2------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo MAT------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TABA------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TABB------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TEL------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo DOT------

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: T2A - COMPUTER SCIENCE AND ENGINEERING


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo AUT------40.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo BIO------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INT1------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INT2------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo MAT------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TABA------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TABB------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TEL------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo DOT------
089254----PROVA FINALE (INF)--120.020.0
089254----PROVA FINALE (INF)--220.0

Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: T2D - ICT ENGINEERING, BUSINESS AND INNOVATION


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
054443BING-INF/05SOFTWARE ENGINEERING 215.0
[2.0Didattica innovativa]
5.0
089183BING-INF/05DATA BASES 215.05.0
088983CMAT/09FOUNDATIONS OF OPERATIONS RESEARCH15.05.0
052556BING-INF/05DOMAIN SPECIFIC MODELLING15.015.0
090945BING-INF/05COMPUTER SYSTEMS PERFORMANCE EVALUATION15.0
099332BING-INF/05DIGITAL PROJECT MANAGEMENT15.0
093212BING-INF/05DESIGN AND IMPLEMENTATION OF MOBILE APPLICATIONS15.0
052537BING-INF/05TECHNOLOGIES FOR INFORMATION SYSTEMS15.0
[1.0Didattica innovativa]
052534BING-INF/05RECOMMENDER SYSTEMS15.0
[2.0Didattica innovativa]
089165BING-INF/05COMPUTER SECURITY25.05.0
088949BING-INF/05ADVANCED COMPUTER ARCHITECTURES25.05.0
095898BING-INF/05COMPUTING INFRASTRUCTURES25.05.0
051308BING-INF/05DIGITAL INNOVATION LAB25.05.0
095948BING-INF/05PROCESS AND SERVICE DESIGN25.010.0
054445BING-INF/05ECONOMICS AND COMPUTATION25.0
[5.0Didattica innovativa]
091023BING-INF/05BUSINESS INFORMATION SYSTEMS 125.0
052535BING-INF/05BUSINESS INFORMATION SYSTEMS 225.0
[5.0Didattica innovativa]

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: T2D - ICT ENGINEERING, BUSINESS AND INNOVATION


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
096078CING-IND/35ACCOUNTING, FINANCE & CONTROL110.010.0
052795CING-IND/35STRATEGY & MARKETING110.0
[1.0Didattica innovativa]
10.0
097334CING-IND/35SOCIAL INNOVATION15.010.0
097325CING-IND/17
ING-IND/35
DIGITAL BUSINESS INNOVATION25.0
097317CING-IND/35MANAGEMENT OF DESIGN AND INNOVATION PROJECTS25.0
052796CING-IND/35LEADERSHIP & INNOVATION210.0
[2.0Didattica innovativa]
10.0
089254----PROVA FINALE (INF)--120.020.0
089254----PROVA FINALE (INF)--220.0

Insegnamenti del Gruppo AUT


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
090914 C ING-INF/04 CONTROL OF INDUSTRIAL ROBOTS 1 5.0
052366 C ING-INF/04 CONTROL OF MOBILE ROBOTS 1 5.0
093060 C ING-INF/04 SAFETY IN AUTOMATION SYSTEMS 1 5.0
096129 C ING-INF/04 ADVANCED AND MULTIVARIABLE CONTROL 2 10.0
093062 C ING-INF/04 AUTOMATION AND CONTROL IN VEHICLES 2 5.0
090916 C ING-INF/04 AUTOMATION OF ENERGY SYSTEMS 2 5.0
090915 C ING-INF/04 PRODUCTION SYSTEMS CONTROL 2 5.0
097484 C ING-INF/04 SIMULATION TECHNIQUES AND TOOLS 2 5.0

Insegnamenti del Gruppo BIO


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
099282 C BIO/10 BIOINFORMATICA E GENOMICA FUNZIONALE 1 5.0
083042 C ING-IND/34 BIOINGEGNERIA CELLULARE 1 10.0
054301 C ING-INF/06 E-HEALTH METHODS AND APPLICATIONS [I.C.] 1 10.0
[1.0Didattica innovativa]
098654 C ING-INF/06 BIOMEDICAL SIGNAL PROCESSING - BIOE 440 2 5.0
098655 C ING-INF/06 MEDICAL IMAGES - BIOE 421 2 5.0
051145 C ING-INF/06 TECHNOLOGIES FOR SENSORS AND CLINICAL INSTRUMENTATION - BIOE 430 2 10.0
054293 C ING-INF/06 BIOMEDICAL SIGNAL PROCESSING AND MEDICAL IMAGES - BIOE 540-421 2 10.0
[1.0Didattica innovativa]

Insegnamenti del Gruppo DOT


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
055206 B ING-INF/05 ADVANCES IN SYSTEM-ON-CHIP DESIGN -- 5.0
055207 B ING-INF/05 AUTOMATED VERIFICATION AND MONITORING OF TIMED SYSTEMS -- 5.0
055214 B ING-INF/05 BUSINESS PROCESS MANAGEMENT -- 5.0
055208 B ING-INF/05 COMPUTER ARCHITECTURES FOR DEEP NEURAL NETWORKS -- 5.0
055209 B ING-INF/05 DATA AND RESULTS VISUALIZATION -- 5.0
055213 B ING-INF/05 INTRODUCTION TO QUANTUM MECHANICS FOR ICT -- 5.0
055210 B ING-INF/05 ONLINE LEARNING AND MONITORING -- 5.0
055211 B ING-INF/05 PARALLEL COMPUTING ON TRADITIONAL (CORE-BASED) AND EMERGING GPU-BASED) ARCHITECTURES THROUGH OPENMP AND OPENACC / OPENCL -- 5.0
055212 B ING-INF/05 SELECTED TOPICS IN CRYPTOGRAPHY -- 5.0

Insegnamenti del Gruppo INT1


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
080931 C MAT/01
MAT/02
ALGEBRA AND MATHEMATICAL LOGIC 1 5.0
085900 C CHIM/07 CHIMICA GENERALE 1 5.0
089194 C ING-INF/04 COMPLESSITĀ NEI SISTEMI E NELLE RETI 1 5.0
088983 C MAT/09 FOUNDATIONS OF OPERATIONS RESEARCH 1 5.0
099325 C ING-INF/03 FUNDAMENTALS OF MULTIMEDIA SIGNAL PROCESSING 1 5.0
091021 C MAT/01 LOGICA E ALGEBRA 2 1 5.0
089180 C MAT/08 NUMERICAL ANALYSIS 1 5.0
088877 C ING-INF/04 TEORIA DEI SISTEMI (DINAMICA NON LINEARE) 1 5.0
089195 C ING-INF/04 DINAMICA DEI SISTEMI COMPLESSI 1 10.0
060001 C BIO/09 BIOLOGIA E FISIOLOGIA 2 10.0
090037 C ING-INF/04 MODEL IDENTIFICATION AND DATA ANALYSIS - 1ST MODULE 2 5.0
090038 C ING-INF/04 MODEL IDENTIFICATION AND DATA ANALYSIS - 2ND MODULE 2 5.0
099322 C ING-INF/03 SEGNALI PER LE COMUNICAZIONI 2 10.0
051587 C ING-INF/04 MODEL IDENTIFICATION AND DATA ANALYSIS 2 10.0

Insegnamenti del Gruppo INT2


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
097677 C M-FIL/02 COMPUTER ETHICS 1 5.0
097678 C ING-INF/07 DATA ACQUISITION SYSTEMS 1 5.0
089174 C ING-IND/35 ECONOMIA DEI SERVIZI E DELLE RETI I 1 5.0
095901 C ING-INF/04 ICT FOR CONTROL SYSTEMS ENGINEERING 1 5.0
085899 C ING-INF/07 MISURE 1 5.0
099318 C ING-INF/02 ONDE ELETTROMAGNETICHE E MEZZI TRASMISSIVI 1 5.0
054092 C ING-INF/01 SENSOR SYSTEMS 1 5.0
[3.0Didattica innovativa]
092183 -- INF/01 ONLINE GAME DESIGN(a) 2 5.0
085901 C ING-INF/04 AUTOMAZIONE INDUSTRIALE 2 5.0
052555 -- M-PED/03 COMMUNICATION AND ICT: PRINCIPLES AND APPLICATIONS 2 5.0
088805 C ING-IND/10 FISICA TECNICA 2 5.0
090917 C ING-IND/35 HIGH-TECH ENTREPRENEURSHIP 2 5.0
088804 C ING-IND/13 MECCANICA (PER ING. INFORMATICA) 2 5.0
090940 C IUS/01 INFORMATICA E DIRITTO 2 5.0

(a) Insegnamento erogato da Universitā degli studi di Milano

Insegnamenti del Gruppo MAT


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
085925 C MAT/05 ANALISI MATEMATICA III 1 5.0
097681 C MAT/05 DISCRETE DYNAMICAL MODELS 1 5.0
088976 C MAT/05 GAME THEORY 1 5.0
051823 C MAT/09 DISCRETE OPTIMIZATION 2 5.0
051822 C MAT/09 NONLINEAR OPTIMIZATION 2 5.0

Insegnamenti del Gruppo TABA


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
095903 B ING-INF/05 ADVANCED OPERATING SYSTEMS 1 5.0
089214 B ING-INF/05 ARTIFICIAL INTELLIGENCE 1 5.0
089183 B ING-INF/05 DATA BASES 2 1 5.0
090950 B ING-INF/05 DISTRIBUTED SYSTEMS 1 5.0
095905 B ING-INF/05 EMBEDDED SYSTEMS 1 1 5.0
089182 B ING-INF/05 FORMAL LANGUAGES AND COMPILERS 1 5.0
095943 B ING-INF/05 PRINCIPLES OF PROGRAMMING LANGUAGES 1 5.0
052536 B ING-INF/05 SOFT COMPUTING 1 5.0
[1.5Didattica innovativa]
054443 B ING-INF/05 SOFTWARE ENGINEERING 2 1 5.0
[2.0Didattica innovativa]
052537 B ING-INF/05 TECHNOLOGIES FOR INFORMATION SYSTEMS 1 5.0
[1.0Didattica innovativa]
089181 B ING-INF/05 THEORETICAL COMPUTER SCIENCE 1 5.0
095907 B ING-INF/05 EMBEDDED SYSTEMS 1 10.0
088949 B ING-INF/05 ADVANCED COMPUTER ARCHITECTURES 2 5.0
091023 B ING-INF/05 BUSINESS INFORMATION SYSTEMS 1 2 5.0
052535 B ING-INF/05 BUSINESS INFORMATION SYSTEMS 2 2 5.0
[5.0Didattica innovativa]
089165 B ING-INF/05 COMPUTER SECURITY 2 5.0
095898 B ING-INF/05 COMPUTING INFRASTRUCTURES 2 5.0
095941 B ING-INF/05 DIGITAL SYSTEMS DESIGN METHODOLOGIES 1 2 5.0
095940 B ING-INF/05 DIGITAL SYSTEMS DESIGN METHODOLOGIES 2 2 5.0
088882 B ING-INF/05 FORMAL METHODS FOR CONCURRENT AND REAL-TIME SYSTEMS (UIC 545) 2 5.0
089185 B ING-INF/05 HIGH PERFORMANCE PROCESSORS AND SYSTEMS (UIC 569) 2 5.0
097683 B ING-INF/05 MACHINE LEARNING 2 5.0
085879 B ING-INF/05 TECNOLOGIE INFORMATICHE PER IL WEB 2 5.0
053879 B ING-INF/05 BUSINESS INFORMATION SYSTEMS 2 10.0
[5.0Didattica innovativa]
095942 B ING-INF/05 DIGITAL SYSTEMS DESIGN METHODOLOGIES 2 10.0

Insegnamenti del Gruppo TABB


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
054308 B ING-INF/05 ADVANCED CYBERSECURITY TOPICS 1 5.0
[2.0Didattica innovativa]
097685 B ING-INF/05 ADVANCED USER INTERFACES 1 5.0
054307 B ING-INF/05 ARTIFICIAL NEURAL NETWORKS AND DEEP LEARNING 1 5.0
089169 B ING-INF/05 AUTONOMOUS AGENTS AND MULTIAGENT SYSTEMS 1 5.0
095944 B ING-INF/05 BIOINFORMATICS AND COMPUTATIONAL BIOLOGY 1 5.0
090945 B ING-INF/05 COMPUTER SYSTEMS PERFORMANCE EVALUATION 1 5.0
094743 B ING-INF/05 DATA MANAGEMENT FOR THE WEB 1 5.0
093212 B ING-INF/05 DESIGN AND IMPLEMENTATION OF MOBILE APPLICATIONS 1 5.0
099332 B ING-INF/05 DIGITAL PROJECT MANAGEMENT 1 5.0
054447 B ING-INF/05 DISTRIBUTED SOFTWARE DEVELOPMENT 1 5.0
[2.0Didattica innovativa]
052556 B ING-INF/05 DOMAIN SPECIFIC MODELLING 1 5.0
095945 B ING-INF/05 ICT FOR HEALTH CARE 1 5.0
099993 B ING-INF/05 IMAGE ANALYSIS AND COMPUTER VISION 1 5.0
052533 B ING-INF/05 MIDDLEWARE TECHNOLOGIES FOR DISTRIBUTED SYSTEMS 1 5.0
[1.0Didattica innovativa]
088946 B ING-INF/05 NATURAL LANGUAGE PROCESSING 1 5.0
052534 B ING-INF/05 RECOMMENDER SYSTEMS 1 5.0
[2.0Didattica innovativa]
054306 B ING-INF/05 UNSTRUCTURED AND STREAMING DATA ENGINEERING 1 5.0
089175 B ING-INF/05 VIDEOGAME DESIGN AND PROGRAMMING 1 5.0
095946 B ING-INF/05 ADVANCED ALGORITHMS AND PARALLEL PROGRAMMING 2 5.0
090957 B ING-INF/05 CODE TRANSFORMATION AND OPTIMIZATION 2 5.0
090958 B ING-INF/05 COMPUTER GRAPHICS 2 5.0
095947 B ING-INF/05 CRYPTOGRAPHY AND ARCHITECTURES FOR COMPUTER SECURITY 2 5.0
054444 B ING-INF/05 DATA INTELLIGENCE APPLICATIONS 2 5.0
[5.0Didattica innovativa]
089167 B ING-INF/05 DATA MINING AND TEXT MINING (UIC 583) 2 5.0
090955 B ING-INF/05 DEPENDABLE SYSTEMS 2 5.0
051308 B ING-INF/05 DIGITAL INNOVATION LAB 2 5.0
054445 B ING-INF/05 ECONOMICS AND COMPUTATION 2 5.0
[5.0Didattica innovativa]
089318 B ING-INF/05 HYPERMEDIA APPLICATIONS (WEB AND MULTIMEDIA) 2 5.0
089012 B ING-INF/05 KNOWLEDGE ENGINEERING 2 5.0
054446 B ING-INF/05 MULTIDISCIPLINARY PROJECT 2 5.0
[1.0Didattica innovativa]
090951 B ING-INF/05 PHILOSOPHICAL ISSUES OF COMPUTER SCIENCE 2 5.0
095948 B ING-INF/05 PROCESS AND SERVICE DESIGN 2 5.0
089013 B ING-INF/05 ROBOTICS 2 5.0
093217 B ING-INF/05 ROBOTICS AND DESIGN 2 5.0

Insegnamenti del Gruppo TEL


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
096120 C ING-INF/03 COMMUNICATION NETWORK DESIGN 1 5.0
093269 C MAT/03 DISCRETE MATHEMATICS 1 5.0
093735 C MAT/09 GRAPH OPTIMIZATION 2 5.0
054323 C ING-INF/03 INTERNET OF THINGS 2 5.0
[1.0Didattica innovativa]
089043 C ING-INF/03 MULTIMEDIA INTERNET 2 10.0
091036 C ING-INF/03 MULTIMEDIA INTERNET APPLICATIONS 2 5.0
054327 C ING-INF/03 WIRELESS INTERNET 2 5.0
[1.0Didattica innovativa]
054328 C ING-INF/03 WIRELESS NETWORKS 2 10.0
[2.0Didattica innovativa]

NOTA BENE: gli insegnamenti della Tabella DOT sono corsi della Scuola di Dottorato di Ricerca erogati dal Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria (DEIB). Per maggiori dettagli ai singoli corsi e per un elenco aggiornato dei medesimi si consiglia di fare riferimento al sito del Dottorato del DEIB: http://dottoratoit.deib.polimi.it/

Trattandosi di insegnamenti esterni alla Scuola di Ingegneria dell'informazione, essi non seguono l'orario,  il calendario e le norme relative agli appelli di esame della Scuola.


Note relative al passaggio dai corsi di I livello  DM509 o DM270, per gli studenti provenienti dai corsi di studio in Ingegneria Informatica dell'ateneo.

Ciascuno dei casi seguenti riguarda solo una parte degli iscritti. Pertanto, non sono riportati nelle tabelle del Regolamento, che si riferisce invece obbligatoriamente a tutti gli iscritti, ma sono, se necessario, inseriti nelle delibere di ammissione di ciascuno studente:

  1. L'insegnamento di Computing Infrastructures è vietato agli studenti che hanno sostenuto Impianti informatici (o insegnamento a esso equivalente) in corsi di studio precedenti, mentre per tutti gli altri studenti è obbligatorio. In caso di divieto, si deve inserire un qualunque insegnamento della TABA. 
  2. L'insegnamento di Theoretical Computer Science può essere inserito a piano solo qualora ne sia previsto esplicitamente l'obbligo nella delibera di ammissione alla Laurea Magistrale.
  3. Gli insegnamenti di Meccanica e di Fisica Tecnica sono obbligatori (se non già sostenuti al I livello) per gli studenti che abbiano seguito il piano di studi già approvato I3I (ex II3) della Laurea in Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano.
  4. Gli insegnamenti di Meccanica e di Fisica Tecnica sono di norma assegnati come obbligo in fase di ammissione (se non già sostenuti al I livello) per gli studenti di altri Corsi di Laurea del Politecnico di Milano e per gli studenti provenienti da altri atenei. 

Per gli studenti provenienti da altri atenei, o da un Corso di studi diverso da Ingegneria Informatica, il piano di studi individuale deve rispettare le prescrizioni incluse nel decreto di ammissione, oltre ai vincoli descritti qui di seguito.


Consigli per la compilazione del piano degli studi T2A


Per aiutare gli studenti a orientarsi all'interno della grande ricchezza e varietà dell'offerta didattica, il Consiglio ha individuato undici diversi percorsi di specializzazione, illustrati di seguito, che consentono di compilare il piano di studi T2A, nelle parti a scelta, in maniera coerente ad un certo indirizzo di studi.

  • Ambient and data intelligence
  • Artificial intelligence and machine learning
  • Big data and data science
  • Bioinformatics and e-health
  • Business informatics, analytics and intelligence
  • Cybersecurity
  • Interactive applications
  • Internet engineering
  • Pervasive Systems
  • Robotics and Vision
  • Software engineering for complex systems

Si consiglia vivamente agli studenti di scegliere un singolo percorso di specializzazione, pur essendo formalmente possibile compilare il piano di studi T2A in maniera autonoma. Il Consiglio cercherà di limitare al massimo le sovrapposizioni di orario per i corsi parte di ogni percorso di specializzazione, ferma restando la difficoltà di garantire il completo rispetto di tale vincolo, a fronte dell'ampia offerta formativa.

Per ogni percorso di specializzazione si riporta nel seguito una breve descrizione degli obiettivi formativi del percorso ed una tabella che indica come compilare il piano di studi T2A in maniera coerente con tale percorso.


1. Ambient and data intelligence. La tematica dell’Ambient Intelligence (AmI) prefigura un ambiente digitale in cui gli esseri umani interagiscono con molteplici dispositivi elettronici intelligenti, capaci di riconoscere il contesto in cui operano e di adattare la propria risposta alle esigenze degli utenti, anticipandone il comportamento e rispondendo alla loro presenza. La capacità di calcolo è distribuita in tutti i dispositivi presenti nell’ambiente. Questo scenario sta diventando sempre più realistico grazie all’evoluzione delle tecnologie informatiche, elettroniche e delle telecomunicazioni, che permettono di interconnettere un gran numero di dispositivi tramite reti wireless e che possono gestire grandi quantità di dati e informazioni. L’altro pilastro fondamentale è costituito dalle metodologie di elaborazione dei dati, intendendo con ciò tutti i processi coinvolti nella generazione, analisi, manipolazione e elaborazione, codifica, modellazione e interpretazione dei dati e dei segnali. Diverse aree di applicazione stanno emergendo, distinte a seconda dello specifico ambiente considerato, come per esempio smart homes, smart buildings, smart cities, smart transportation systems. Sono particolarmente interessanti le applicazioni di AmI nelle aree del benessere della persona (assistenza sanitaria, servizi e supporto, tecnologie assistive), commercio e marketing, tempo libero e intrattenimento, arte e cultura, turismo, gestione dell’ambiente, e agricoltura. Il percorso didattico si focalizza sulle architetture e tecnologie software e hardware necessarie allo sviluppo di applicazioni AmI, così come sulle metodologie atte a processare e analizzare grandi quantità di dati, segnali e informazioni, ovvero multimedia information retrieval, pattern recognition, data mining, knowledge management e business intelligence.



2. Artificial intelligence and machine learning. L'intelligenza artificiale si occupa di sistemi informatici che si ispirano all'intelligenza umana e animale. I metodi di intelligenza artificiale vengono adottati in molti ambiti e le applicazioni sono caratterizzate da forte interdisciplinarietà e innovatività. Alcuni tra i temi trattati in questo percorso sono: modellizzazione e gestione della conoscenza, apprendimento automatico, sistemi di supporto alle decisioni, ragionamento automatico, controllo intelligente, analisi dei dati intelligente e data mining, web semantico, teoria dei giochi, interazione uomo-macchina evoluta ed affettiva, agenti autonomi sia software (a esempio nei videogames, in e-business ed e-government), sia robotici (a esempio, robot di servizio o robogames). Oltre a fornire buone basi teoriche e una solida preparazione informatica generale, questo percorso di studio mira a sviluppare una conoscenza delle tecniche dell'intelligenza artificiale che costituisce un importante bagaglio per professioni di punta ad alto contenuto tecnologico e innovativo, fornendo un vantaggio competitivo sul mercato del lavoro.



3. Big data and data science. Siamo in un’epoca in cui la quantità di dispositivi e di sorgenti di dati e la loro eterogeneità sta andando fuori controllo. Il Web fornisce enormi quantità di dati più o meno strutturati e -- grazie anche al massiccio utilizzo di social media e dispositivi intelligenti -- le persone stesse stanno rapidamente diventando un importante sorgente di informazioni, con un ruolo attivo nell'ambito dell'Internet of Things. La gestione efficace ed efficiente di questi dati (i Big Data) rappresentano una enorme sfida tecnica, ma hanno al tempo stesso un valore fondamentale a livello economico e sociale. La Data Science si pone l'obiettivo di estrarre conoscenza da grandi insiemi di dati per offrire un vantaggio competitivo ad imprese e governi. Questo percorso identifica un bouquet di corsi volti a sviluppare le adeguate competenze concettuali e tecnologiche che consentano agli studenti di affrontare con successo i problemi di "sovraccarico informativo" sopra citati.



4. Bioinformatics and e-health. L’Information and Communication Technology (ICT) è pervasiva nelle moderne Scienze della Vita e della Salute: dall’ambito biomolecolare, a quello clinico-sanitario, alle tecnologie informatiche a supporto di persone con speciali necessità, abbracciando reti di sensori, wearable computing, strumentazioni nano-tecnologiche per la produzione di dati sperimentali, sistemi robotici, sistemi per l’augmented reality. Analogamente l’ICT contribuisce in modo cruciale alla Bioinformatica e all’e-Health, tramite raccolta, accesso e utilizzo dei dati necessari, nella ricerca, all’avanzamento delle conoscenze bio-mediche e, in ambito clinico-sanitario, alla diagnosi, terapia e assistenza, tramite tecniche, metodologie e modelli per l’analisi e la gestione di tali dati. Obiettivo del percorso Bioinformatica & e-Health è fornire nozioni avanzate e approfondimenti delle tecnologie e metodologie proprie dell’ICT, oltre a competenze di base in biologia, fisiologia, segnali e dati biologici-molecolari, tecnologie avanzate di produzione di dati bio-medici-molecolari, e processi clinici-sanitari di diagnosi e cura, nonchè competenze di standard tecnologici per l’interoperabilità di dati e sistemi bio-medici-sanitari. Il percorso è tipicamente interdisciplinare.

5. Business informatics, analytics and intelligence. La tecnologia dell'informazione ha un impatto dirompente sul modo in cui è organizzata l'impresa, sia a suo interno che nella relazione tra le aziende. Lo scopo di questo percorso è comprendere il ruolo organizzativo dell'IT e la conseguente relazione reciproca tra tecnologia e strategia. La traccia fornisce allo studente le conoscenze concettuali, analitiche e tecniche necessarie per svolgere un ruolo attivo nella progettazione efficace dell'infrastruttura informatica che consente di realizzare strategie di business innovative. In particolare, negli ultimi tempi i sistemi informativi non solo gestiscono i dati, ma forniscono funzionalità anche per analizzarli, integrando l'analisi per orientare le attività dell'azienda. Ad esempio, nel settore emergente dell'Industria 4.0, le informazioni raccolte dall'analisi dei dati dei sensori provenienti dai reparti di produzione stanno guidando e supportando i processi a livello aziendale, in particolare nell'interazione con i clienti. In questo percorso, lo studio delle tecniche di realizzazione di sistemi software, l’analisi dei dati e la progettazione tecnologica sono fortemente incoraggiati e utilizzati come parte dell’insieme di competenze chiave necessarie nelle aziende moderne per consentire l'innovazione e per essere leader futuri nella trasformazione dal business tradizionale a quello incentrato sui dati. 



6. Cybersecurity. L'obiettivo di questo percorso è di fornire agli studenti una visione globale e delle problematiche realtive allasicurezza informatica dal punto di vista software, hardware e gestionale. In aggiunta al corso obbligatorio "Computer Security", il percorso include un corso avanzato sulla crittografia e la sua implementazione hardware e software (insieme al corso "logic and algebra 2" ad esso complementare), un corso sugli aspetti legali legati alle tecnologie informatiche e sull'informatica forense, ed il corso di dottorato "Advanced Topics in Computer Security", che fornisce una visione ad ampio spettro delle sfide più importanti nel campo della ricerca scientifica sulla sicurezza informatica. Inoltre il percorso include almeno un corso dell'area dell'Intelligenza Artificiale visto che tali materie (incluse le tecniche di "Machine Learning") sono spesso utilizzate nell'ambito della sicurezza informatica. Analogamente, il percorso suggerisce diversi corsi nell'area dei sistemi embedded e distribuiti.

7. Interactive applications. Le applicazioni interattive sono presenti in ogni aspetto della nostra vita, influenzando il modo con cui impariamo, lavoriamo, ci informiamo, ci divertiamo o socializziamo. Sono sempre più ricche di contenuti e servizi, sempre più innovative in termini di dispositivi d'uso, paradigmi di interazione e modalità di fruizione. Sviluppare un’applicazione interattiva di qualità è un’attività complessa e multidisciplinare, che richiede un mix di abilità diverse: elevata competenza tecnologica, capacità di comprendere lo specifico settore applicativo e creatività. Per formare ingegneri con questo profilo il percorso si propone di sviluppare conoscenze e competenze di due tipi: trasversali, relative ad aspetti sia tecnologici (relativi, ad esempio, ai moderni dispositivi di intrazione quali smart-phone, tablet, large display, dispositivi indossabili, alla sensoristica per il rilevamento di movimenti, manipolazioni e gesti, e ai relativi ambienti di sviluppo software) che teorico-metodologici (paradigmi di interazione, tecniche di valutazione della qualità dell'esperienza utente, metodi di raccolta ed analisi di dati relativi agli utenti); verticali, su specifici domini applicativi, quali, ad esempio: TV interattive, videogiochi, shopping e commercio, didattica, educazione, salute e well-being.



8. Internet engineering. Internet sta sempre più plasmando la società contemporanea. Essere connessi in ogni luogo e in ogni momento è indispensabile, l’assenza di connettività impedisce ai cittadini di essere informati, di comunicare, di spostarsi, di fare acquisti. Internet è quindi la tecnologia abilitante di applicazioni che comprendono sensori fisici e sociali come terminali, vari livelli di reti come canali, archivi per immagazzinare informazioni, e siti Web e apps per catturare le interazioni con gli utenti. Il percorso “Internet Engineering” fornisce l’opportunità di studiare questi quattro aspetti (sensori, canali, archivi, interfacce), in modo da padroneggiare il progetto e lo sviluppo di un gran numero di applicazioni, necessarie in qualsiasi organizzazione o azienda, indipendentemente dalle sue dimensioni e dalla sua missione.

9. Pervasive systems. I Sistemi Pervasivi derivano dall’interazione di diverse tecnologie. Dispositivi e persone, connessi attraverso una rete di comunicazione e governati da un middleware, cooperano al fine di percepire l'ambiente e reagire ai suoi cambiamenti in modo automatico, per mezzo di applicazioni context-aware. Oggi la maggior parte dei dispositivi con capacità computazionali che ci circondano sono “nascosti” negli oggetti della vita quotidiana e, con l'avvento dell’Internet of Things (“Internet delle cose”), questa tendenza aumenterà notevolmente.

10. Robotics and vision. Molti robot sono ormai presenti nella vita di tutti i giorni per compiti quali pulizia, supporto fisico e cognitivo alle persone, telepresenza, intrattenimento, manutenzione, trasporto, supporto in attività produttive, sorveglianza; nuovi usi sono continuamente sviluppati. In questo percorso specialistico sono approfondite le tematiche necessarie per realizzare robot autonomi e per interfacciarli agli utenti. Fra gli aspetti informatici ricordiamo l’architettura del robot come sistema, l’analisi dei dati sensoriali, la pianificazione, le interfacce. Molta importanza ha la visione artificiale, che presenta numerose applicazioni anche oltre l’ambito robotico, quali: misure non a contatto, video-sorveglianza, analisi visiva del gesto, annotazione automatica di eventi, interfacce visive nell’intrattenimento e nel controllo di dispositivi, supporto alla riabilitazione, automatizzazione di processi domotici quali il monitoraggio a distanza. Tecnologie nate dalla sfida robotica verso l’autonomia sono oggi usate anche in altre aree: la pianificazione del percorso è applicata nel design industriale e chimico, e i sistemi di percezione visiva sono usati per sorveglianza, monitoraggio, controllo qualità.

11. Software engineering for complex systems. L’obiettivo di questo percorso è quello di formare ingegneri capaci di progettare, sviluppare e gestire nell’ambiente operativo sistemi software complessi, in modo controllato e ripetibile. La figura professionale dell’ingegnere del software è una di quelle più richieste dal mondo del lavoro sia in Italia che all’estero. Secondo molti studi, la richiesta continuerà a crescere in modo significativo nel futuro a medio e lungo termine. Oltre ai corsi obbligatori per il corso di laurea magistrale in Computer Science and Engineering, i corsi che vengono suggeriti oer questo percorso riguardano: i) la progettazione del software, che viene investigata attraverso i corsi Distributed systems, Principles of programming languages, Advanced algorithms and parallel programming; ii) gli aspetti tecnologici, che vengono presentati nei corsi Technologies for information systems, middleware technologies for distributed systems, Design and implementation of mobile applications; iii) i metodi e gli approcci per il processo di sviluppo del software, che vengono analizzati grazie ai corsi Formal methods for concurrent and real-time systems, Computer systems performance evaluation, Distributed software development, Dependable systems, Model identification and data analysis, Machine learning; iv) gli aspetti e le peculiarità associate ad aree applicative specifiche. Per quest’ultimo punto si suggerisce agli studenti di selezionare una o due aree applicative di interesse seguendo alcuni dei seguenti corsi: business information systems, embedded systems, videogame design and programming, Robotics and design, Internet of things, E-health methods and applications. I nomi completi e i codici dei corsi sono forniti nelle tabelle riportate sotto.



Attivitā a scelta dello studente e piani autonomi degli studi


Lo studente può proporre un proprio piano autonomo degli studi che differisca dal piano T2A per un massimo di 20 crediti di insegnamenti. Il Consiglio di Corsi di Studi si riserva di approvare o rigettare tali piani autonomi in base alla loro coerenza con l'offerta formativa e con il percorso complessivo proposto dallo studente.

In caso di scelta di insegnamenti che non compaiono nelle tabelle del presente regolamento, si consiglia di contattare preventivamente la Commissione Piani di Studio per un parere, in modo rendere più semplice e spedita la verifica del piano proposto.

Esiste altresì la possibilita' di piani di studio autonomi riconosciuti come "Erasmus Interno in Design".  Tali piani di studio autonomi devono prevedere tra 15 e 20 crediti di corsi che non compaiono nelle tabelle del presente regolamento e sono erogati dalla Scuola del Design del Politecnico di Milano. Saranno approvati, sulla base di una opportune graduatoria, un numero limitato di studi autonomi di questo tipo. Maggiori informazioni possono essere reperite sul sito del CCS.  

 

In nessun caso saranno approvati piani che non siano conformi, per i restanti 100 crediti, con il piano T2A previsto in questo regolamento e i vincoli seguenti.

Dovranno essere selezionati tutti gli insegnamenti obbligatori del piano T2A (salvo che nel caso siano già stati sostenuti al I livello), con i seguenti vincoli minimi sulle tabelle, inclusi gli insegnamenti obbligatori:

  1. almeno 15 cfu dal Gruppo INT1 (incluso l'insegnamento ALGEBRA AND MATHEMATICAL LOGIC se assegnato come obbligo nel decreto di ammissione alla Laurea Magistrale);
  2. almeno 55 cfu complessivi nei  Gruppi TABA e TABB, di cui almeno 45 cfu dal gruppo TABA;

Inoltre, non è possibile inserire nel proprio piano più di un insegnamento offerto dalla Scuola di Dottorato (tabella DOT), salvo che per gli insegnamenti supplementari.

Dei seguenti sei corsi: 097677 COMPUTER ETHICS, 093216 DISTRIBUTED SOFTWARE DEVELOPMENT, 090940 INFORMATICA E DIRITTO, 093206 MULTIDISCIPLINARY PROJECT, 090951 PHILOSOPHICAL ISSUES OF COMPUTER SCIENCE, 093217 ROBOTICS AND DESIGN ne possono essere inseriti nel piano di studi come corsi effettivi al massimo due (possono essere inseriti tutti come corsi in sovrannumero).

Nel compilare il proprio piano di studi lo studente tenga presente che questi vincoli potranno essere verificati solo al momento della presentazione di un piano di studi completo per entrambi gli anni di corso.

Nota Bene: si rammenta che di norma non è possibile convertire un esame in soprannumero (ossia supplementare rispetto ai 120 crediti previsti) in esame effettivo senza la presentazione di un nuovo piano degli studi.

 


Orari delle lezioni e Appelli d'esame


Data l'ampiezza dell'offerta formativa, l'assenza di sovrapposizioni, sia di orario che di appello di esame, anche all'interno di un singolo percorso fra quelli consigliati è spesso impossibile.

 

Il Consiglio di Corso di Studi coordina orari e appelli dei gruppi TABA, TABB, INT1 e INT2, per limitare al massimo le inevitabili sovrapposizioni.

 

Tuttavia, per alcuni insegnamenti non è possibile alcuna forma di coordinamento: tutti gli insegnamenti presenti nei Gruppi DOT, AUT, MAT, ELN, TEL e BIO, erogati a cura di altri Corsi di Studio (rispettivamente, Dottorato di Ricerca, Ingegneria dell'Automazione, Ingegneria Matematica, Ingegneria Elettronica, Ingegneria delle Telecomunicazioni, Ingegneria Biomedica), e per gli insegnamenti delle tabelle INT1 e INT2, erogati da altri corsi di studio o prioritariamente  dedicati al I livello di Laurea.

 

Il Consiglio cercherà di coordinare gli orari anche per gli insegnamenti di Meccanica e di Fisica Tecnica, pur se prioritariamente dedicati al I livello, ma non garantisce l'assenza di sovrapposizioni con tutti i percorsi.  


Honours Programme Scientific Research


Lo Honours Programme Scientific Research in Information Technology è un programma extracurricolare di eccellenza a disposizione degli studenti del Politecnico di Milano, con l'obiettivo di formare gli studenti di laurea magistrale nella ricerca scientifica in Information Technology. Il programma offre agli studenti un'opportunità unica in Italia di introdurre gli studenti di MSc alla ricerca scientifica e permette a ogni studente di unirsi a un gruppo di ricerca e di ottenere un risultato di ricerca originale che potenzialmente porti a una pubblicazione scientifica. Combina attività di ricerca condotte in collaborazione con i gruppi di ricerca del Politecnico di Milano a lezioni e seminari appositamente realizzati per il programma. Il titolo del programma sarà riportato ufficialmente nel Transcript of Records degli studenti insieme alla descrizione delle attività condotte.

7.4 Modalitā di accertamento lingua straniera

La normativa prevista dall’Ateneo relativa ai requisiti di conoscenza di una lingua straniera che è necessario possedere per poter accedere ai Corsi di Laurea Magistrale è riportata nel documento “Guida alla lingua inglese” disponibile sul sito del Politecnico di Milano.

I candidati all’ammissione sono pertanto invitati a leggere con cura tale documento. Il livello minimo richiesto per l’accesso al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica coincide con quello vigente nell’ateneo.


Informazioni sulla conoscenza della lingua inglese
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=3849

7.5 Modalitā dell'esame di Laurea

L’esame di Laurea Magistrale verte sulla discussione di una Tesi di Laurea. Alla preparazione della Tesi sono dedicati 20 CFU, uno dei quali specificamente dedicato all’acquisizione di ulteriori competenze linguistiche, certificare dalla redazione in lingua inglese di un sommario esteso della Tesi. La Tesi di Laurea potrà essere scritta in italiano o in inglese, ma dovrà comunque contenere il sommario esteso redatto in inglese.

 

Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili sul sito:

http://www.polimi.it/studenti/carriera/esame-di-laurea/

 

La prova finale di Laurea Magistrale si svolge in accordo a quanto prescritto dal “Regolamento della Prova Finale di Laurea e di Laurea Magistrale” della Scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione (disponibile sul sito web della Scuola) e dal “Regolamento Integrativo della Prova Finale di Laurea e di Laurea Magistrale” del Corso di Studi in Ingegneria Informatica (disponibile sul sito web del Corso di Studi).


Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=5278

8. Calendario

Il Corso di Laurea segue il Calendario Accademico pubblicato sul sito del Politecnico. 


Calendario accademico
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=3911

9. Docenti

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e dei relativi insegnamenti saranno disponibili sul manifesto degli studi a partire dal mese di settembre.
Il Manifesto degli Studi viene pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano.

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e dei relativi insegnamenti saranno disponibili sul manifesto degli studi a partire dal mese di settembre.


10. Strutture

Gli studenti del Corso di Laurea Magistrale  avranno accesso a tutte le strutture del Politecnico di Milano (aule informatizzate, biblioteche, sale studio, mense, strutture sportive). Diversi corsi prevedono attività di laboratorio e attività progettuali, che saranno svolte in aule informatizzate.

I laboratori e i progetti hanno l’obiettivo di integrare le conoscenze acquisite negli insegnamenti e di consentire allo studente di applicarle nella risoluzione di problemi specifici.

Gli studenti laureandi possono svolgere nei laboratori disponibili la Tesi di Laurea Magistrale.


11. Contesto internazionale

La ricerca all'interno del Politecnico di Milano affianca, in un percorso parallelo, la fitta rete di rapporti di cooperazione con altre università italiane e straniere, con centri di ricerca pubblici e privati, con il sistema industriale. La qualità e l'impatto delle ricerche svolte dal Politecnico trovano conferma, in questi ultimi anni, nella crescita dei rapporti con la comunità scientifica internazionale. Testimonianza di ciò è il gran numero di progetti e programmi di ricerca recentemente intrapresi con le migliori università europee e di altri paesi, dal Nord America al Sud-Est asiatico.

Nell'anno 2007 i dipartimenti dell'Ateneo hanno sottoposto le loro attività di ricerca a un processo di valutazione internazionale (peer review). Per garantire la terzietà della valutazione i coordinatori dei panels di valutazione sono stati scelti da Rettori di università tecniche europee (scelte, per lo più, fra quelle che precedono il Politecnico nei ranking internazionali) e, a loro volta, i coordinatori indicati hanno deciso la composizione dei loro gruppi. In totale il processo ha visto partecipare 81 esperti (nessuno italiano) provenienti da 52 università e centri di ricerca internazionali.

L'Ateneo ha ottenuto un giudizio complessivo di 3 (good at International level) in una scala da 1 a 4 (eccellenza). Dei 1270 docenti coinvolti nel processo di peer review, il 39% appartiene a gruppi valutati “excellent at International level” e il 21% a gruppi valutati good at International level.

Sui 60 docenti di Ingegneria informatica coinvolti nella valutazione, l'88% è risultato “excellent at International level”, e il rimanente 12%  "good at International level": si tratta quindi di giudizi molto superiori alla media dell'ateneo.

In una recente classifica pubblicata sulla prestigiosa rivista Communications of the Association for Computing Machinery, una delle principali aree di ricerca nell'Ingegneria Informatica del Politecnico è risultata essere al settimo posto a livello mondiale, davanti a tutte le altre università europee.


12. Internazionalizzazione

Gli studenti del Corso di Studio in Ingegneria Informatica possono accedere a programmi di studio internazionali, basati su accordi stipulati con numerose istituzioni straniere. Ogni anno, diversi studenti sia italiani che stranieri partecipano a programmi di mobilità internazionale. Gli studenti selezionati per un programma specifico possono arricchire il loro curriculum trascorrendo un periodo all'estero, e acquisendo crediti completamente riconosciuti dal Politecnico di Milano.

Le opportunità offerte sono molteplici. Fra queste ricordiamo le seguenti:

  • periodo di studio all'estero nell'ambito del programma Erasmus, o di programmi speciali extra-EU, come per esempio il programma di scambio con la National University of Singapore; in questo caso gli studenti potrenno frequentare al più un semestre presso una Università estera, per un totale massimo di 30 CFU riconosciuti; 
  • programma di doppia laurea (che prevede il conseguimento di una doppia laurea magistrale in un periodo di 3 anni, di cui due trascorsi presso l'istituzione straniera partner);
  • tirocinio presso aziende o laboratori universitari stranieri;
  • svolgimento della tesi all'estero;
  • Master congiunto con la University of Illinois at Chicago.
  • EIT Digital Master (in Data Science o in Human Computer Interaction and Design): programma di doppia laurea magistrale su un periodo di 2 anni, di cui il secondo presso una università Europea partner.

Master of Science in Electrical Engineering and Computer Science della University of Illinois at Chicago presso il Politecnico di Milano

Nell’ambito della convenzione quadro tra Politecnico di Milano e University of Illinois at Chicago, gli studenti della laurea specialistica in Ingegneria Informatica possono essere selezionati per partecipare contemporaneamente al Master of Science in Electrical Engineering and Computer Science della University of Illinois at Chicago (UIC) seguendo corsi specifici di area informatica in inglese per un semestre presso il Politecnico di Milano e uno presso UIC e svolgendo una tesi di master da discutere presso UIC. Gli esami sostenuti per il master saranno riconosciuti per la Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica. Per essere ammessi al Master è necessario il superamento del TOEFL con un punteggio superiore a una soglia minima. La selezione viene effettuata a giugno di ogni anno accademico. Maggiori informazioni, anche su eventuali borse di studio,  possono essere reperite sul sito web http://ccs-informatica.elet.polimi.it/index.php/lmagistrale/uic 


EIT Digital Master in Data Science (DSC)

Si tratta di un programma di doppia laurea in Ingegneria Informatica articolato su due anni, dove gli studenti studiano data science, innovazione e imprenditorialità presso importanti università Europee. Gli studenti imparano tecniche e strumenti per la raccolta, l’analisi, la memorizzazione, la comunicazione e la visualizzazione di grandi volumi di dati.

Gli studenti sostengono il primo anno al Politecnico di Milano (entry university). Il secondo anno viene sostenuto presso una delle cinque università partner (exit universities):

  • Technische Universität Berlin – Germany (TUB)
  • Royal Institute of Technology – Sweden (KTH)
  • Technische Universiteit Eindhoven – Netherlands (TU/e)
  • Université Nice Sophia Antipolis – France (UNS)
  • Universidad Politécnica de Madrid – Spain (UPM)

Maggiori informazioni, anche su eventuali borse di studio, sono disponibili sul sito web http://eit.deib.polimi.it


EIT Digital Master in Human Computer Interaction and Design (HCID)

l'EIT Digital Master in Human Computer Interaction and Design è un programma di doppia laurea in Ingegneria Informatica, articolato su due anni, che offre agli studenti l'opportunità di acquisire forti competenze nell'ambito dell'Interaction Design, delle più avanzate tecnologie interattive e degli aspetti umani e sociali che caraterizzano tali tecnologie; il tutto arricchito da una costante attenzione agli aspetti di business e allo sviluppo di una forte attidutine imprenditoriale. Il programma si svolge in colaborazione con importanti università Europee. In particolare, gli studenti sostengono il primo anno al Politecnico di Milano (entry university) mentre il secondo anno viene sostenuto presso una delle sette università partner (exit universities) in funzione dell'indirizzo scelto:

  • Accessible and Adaptive Interaction, Universidad Politecnica de Madrid
  • Cognitive Interaction, University of Trento
  • Intelligent systems, University of Twente
  • Mobile and ubiquitous interaction, KTH Royal Institute of Technology
  • Multimodal interaction, TU Berlin
  • Situated Interaction, Université Paris-Sud
  • User Modeling for Advanced Human-Computer interaction, Aalto University

Maggiori informazioni, anche su eventuali borse di studio, sono disponibili sul sito web http://eit.deib.polimi.it


Informazioni sui programmi di scambio, progetti di doppia laurea e stage internazionali, progetti europei di ricerca e relazioni internazionali sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4610

13. Dati quantitativi

L'Osservatorio della didattica di Ateneo ed il Nucleo di Valutazione di Ateneo, avvalendosi anche del supporto degli osservatori della didattica delle facoltā, svolgono periodiche analisi sui risultati complessivi e sul livello qualitativo dell'attivitā didattica dei Corsi di Studio, monitorando le attivitā formative e l'inserimento del laureato nel mondo del lavoro. I rapporti e gli studi sono disponibili sul sito web del Politecnico di Milano.

14. Altre informazioni

AVVISO: insegnamenti già sostenuti e in mutua esclusione. Si segnala che gli insegnamenti di Algebra and Mathematical Logic e di  Theoretical Computer Science corrispondono in tutto o in parte a insegnamenti già sostenuti nei Corsi  di Laurea di Ingegneria Informatica del Politecnico, sia DM509 che DM270. Pertanto, non possono essere nuovamente selezionati da studenti provenienti dalle suddette Lauree di I livello.  A seconda del curriculum pregresso dello studente, anche alcuni altri insegnamenti potrebbero risultare non selezionabili: a esempio, gli studenti provenienti dal I livello DM509 non possono selezionare l'esame di Segnali per le Telecomunicazioni e nemmeno, se già sostenuti (anche se con nomi o codici differenti), gli insegnamenti di Identificazione dei Modelli e Analisi dei Dati 1, Misure, Automazione Industriale, Chimica generale, Computing infrastructures.

 

A causa di motivi tecnici, legati anche al recente cambio di ordinamento, il sistema WebPoliself non è sempre in grado di effettuare tutte le verifiche con la carriera pregressa al momento del salvataggio del piano. Saranno quindi effettuati controlli a posteriori sui piani presentati, che potranno pertanto quindi essere successivamente rifiutati, anche se approvati in automatico dal sistema.

 


Ulteriori informazioni sul Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica sono reperibili consultando il sito web:
http://ccs-informatica.elet.polimi.it/

15. Errata corrige

Eventuali errori e modifiche del manifesto sono segnalati tempestivamente con avvisi sul sito della Scuola.