Anno Accademico 2013/14





Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione



Regolamento Didattico del Corso di Studio in:


Ingegneria Energetica
Laurea Magistrale


Sede di: Milano, Piacenza

1. Informazioni Generali

Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Codice Corso di Studio429
Corso di StudioIngegneria Energetica
OrdinamentoOrdinamento 270/04
Classe di LaureaLM-30 - Ingegneria energetica e nucleare
Livello Laurea Magistrale
Primo AA di attivazione 2010/2011
Durata nominale del Corso 2
Anni di Corso Attivi 1,2
Lingua/e ufficiali (¹) Italiano/Inglese
Sede del corso Milano, Piacenza
Preside Giovanni Gustavo Lozza
Coordinatore CCS Alfonso Niro
Sito web della Scuola http://www.ingindinf.polimi.it
Sito web del Corso di Studi
--
(¹) Il corso di laurea offre alcuni piani di studio preventivamente approvati in lingua italiana e altri in lingua inglese.


Segreteria Studenti - Milano Bovisa
Indirizzo VIA LAMBRUSCHINI, 15 (MI)


Segreteria Studenti - Piacenza
Indirizzo VIA G. B. SCALABRINI, 76 (PC)

2. Presentazione generale del Corso di Studio

L’ingegneria energetica è il settore dell’ingegneria industriale che si occupa della progettazione e gestione degli impianti energetici e dei loro componenti, in modo da garantire il migliore impiego delle risorse disponibili con il minimo impatto sull'ambiente. Impianti energetici sono tutti quegli impianti nei quali si produca, si trasformi o si utilizzi dell'energia. Sono, ad esempio, impianti energetici la grande centrale termoelettrica, l'impianto di condizionamento e di climatizzazione per residenze e uffici, il motore di un'automobile, il propulsore di un aereo, un pannello solare e così via.

 

I temi della produzione e dell'utilizzo razionale dell'energia e del conseguente impatto ambientale sono oggi al centro dell'attenzione nelle società sviluppate, ma sono essenziali anche per le economie dei paesi emergenti e quelli del terzo mondo. Si assiste ad una continua evoluzione tecnologica e a mutamenti di scenari. È per queste ragioni che le tematiche energetiche vivono un momento di grande sviluppo scientifico, tecnico ed economico, certamente destinato ad una continua crescita. Nel contesto internazionale, la posizione dell'Italia è particolarmente delicata, data la sua forte dipendenza dall'estero per l'approvvigionamento energetico. Ciò richiede la disponibilità di "tecnici dell'energia" con una preparazione approfondita tale da consentire l'utilizzo ottimale degli strumenti messi a disposizione dalla continua evoluzione scientifica e tecnologica, contribuendo all'avanzamento delle conoscenze nel settore, in modo da poter sviluppare consapevolmente politiche energetiche e industriali per un crescente benessere dell'umanità nel rispetto dell'ambiente.


3. Obiettivi Formativi

Il tema dell'energia ha assunto un'importanza fondamentale per lo sviluppo sostenibile dell'umanità e deve pertanto occupare un ruolo di rilievo nella cultura tecnica e ingegneristica. Alle risorse energetiche convenzionali, si sono recentemente affiancate le fonti di energia rinnovabili e le tecnologie innovative a minimo impatto ambientale, il cui sviluppo richiede un'adeguata disponibilità di tecnici preparati. Nella laurea magistrale occorrerà quindi completare e integrare la conoscenza tecnica maturata nei percorsi di primo livello (con una solida preparazione nelle materie di base e nelle discipline ingegneristiche dell'ingegneria industriale e in particolare della termodinamica applicata, delle macchine e dei sistemi energetici) con ulteriori e più approfondite nozioni generali, ma soprattutto con un approccio più mirato alle applicazioni più complesse e avanzate e alla ricerca e sviluppo.

Sarà quindi necessario sviluppare tematiche specifiche (alcuni esempi: le tecniche di abbattimento degli inquinanti da combustione e della mitigazione dell'effetto serra, i cicli termodinamici avanzati per la conversione dell'energia, le metodologie progettuali più sofisticate per la climatizzazione e per il benessere ambientale, la soluzione di problemi progettuali complessi relativi ai dispositivi di scambio di calore e di massa e alle macchine termiche), per le quali sono necessari sia approfondimenti metodologicamente più rigorosi delle scienze basate sulla termodinamica, che una ampia apertura a temi inter-disciplinari connessi, quali i sistemi elettrici, l'ingegneria chimica, le metodologie gestionali ed economiche e altri.

Pertanto, il corso di laurea magistrale in Ingegneria Energetica vuole preparare tecnici in grado di utilizzare con versatilità e competenza le principali tecnologie relative alla produzione e all'impiego dell'energia, capaci di seguire attivamente gli avanzamenti tecnologici e di operare efficacemente in un contesto industriale competitivo e caratterizzato da notevoli problematiche di carattere ambientale, normativo e di sicurezza.

I risultati di apprendimento sono espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio:

  • Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding). Il laureato magistrale in Ingegneria energetica ha maturato una conoscenza approfondita dei principi e delle metodologie rilevanti non solo nelle materie di più specifica pertinenza energetica (trasmissione del calore, sistemi energetici, impianti di climatizzazione, impatto ambientale, energie rinnovabili) ma anche negli insegnamenti intersettoriali dell'area industriale (elettrica, meccanica, chimica, economia). Il laureato magistrale sarà quindi in grado di interpretare, analizzare, modellizzare e risolvere problemi complessi, relativi alla progettazione, alla gestione e alle applicazioni di macchine, impianti e processi energetici. Possiede inoltre le conoscenze sufficienti per poter offrire contributi significativi e originali allo sviluppo delle tecnologie avanzate, operando anche nell'ambito della ricerca scientifica e tecnologica.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding). Il laureato magistrale in Ingegneria energetica è in grado di applicare le conoscenze acquisite all'analisi dei processi di produzione e di gestione dell'energia nelle sue varie forme (elettricità, calore, freddo), anche quelli più complessi e avanzati. Dovrà valutarne con precisione le prestazioni in termini di efficienza energetica e di impatto ambientale, senza trascurare gli aspetti economici. E' in grado di identificare, tra le varie soluzioni tecniche possibili e le diverse strategie, quelle che consentono di conseguire significativi risparmi nell'utilizzo delle energie primarie (in particolare delle fonti fossili) e il minimo impatto ambientale, utilizzando le migliori metodologie dianalisi, calcolo, progettazione, etc. Queste capacità vengono sviluppate nelle attività di progettazione svolte nei vari insegnamenti, in particolare nel secondo anno. Troveranno la loro applicazione più compiuta nella tesi di laurea, in cui l'allievo dovrà mostrare non solo di avere acquisito il bagaglio culturale necessario, ma di avere maturato anche lo spirito critico e la capacità di 'fare' applicati a una problematica di ampio respiro, con contenuti complessi e con un contributo originale.
  • Autonomia di giudizio (making judgements). La modalità di svolgimento delle lezioni deve essere tale da rendere il laureato in grado di scegliere autonomamente (e quindi applicare) appropriati metodi analitici e di modellazione, al fine di realizzare progetti che soddisfino requisiti specifici.
  • Abilità comunicative (communication skills). Il laureato magistrale è in grado di interpretare e di redigere relazioni tecniche relative ai progetti effettuati, di consultare ed eventualmente formulare norme e manuali tecnici. E' in grado di presentare i risultati del proprio lavoro con metodologie informatiche, come avrà appreso per la presentazione della prova finale ma anche per il superamento di taluni esami. In queste occasioni (che il corso di studi si propone di ampliare e incentivare), così come nello sviluppo della tesi di laurea, il laureato magistrale avrà anche modo di lavorare in gruppo con altri studenti, sviluppando le abilità necessarie per inserirsi proficuamente ed eventualmente coordinare un team di progettazione.
  • Capacità di apprendimento (learning skills). Il corso di laurea magistrale è progettato per preparare un tecnico di alto livello per il mondo del lavoro, pur non trascurando lo sbocco verso il Dottorato di Ricerca o verso eventuali Masters. Il laureato magistrale deve aggiornarsi in modo continuo nel suo settore applicativo, come ha appreso durante la sua preparazione, con elaborati e ricerche svolte autonomamente, in particolare durante lo svolgimento della tesi.

4. Schema del Corso di Studio e successivi livelli di formazione

4.1 Schema del Corso di Studio e Titoli conseguiti

Il progetto didattico degli studi in Ingegneria Energetica prevede il conseguimento di un titolo di Laurea dopo tre anni e, in serie, di un titolo di Laurea Magistrale dopo ulteriori due anni, con la possibilità di accedere infine al Dottorato di Ricerca (figura 1). Alla Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica accedono senza debiti i laureati in Ingegneria Energetica che hanno seguito il piano di studi Propedeutico (EN1). Gli altri laureati saranno sottoposti ad un giudizio di ammissione che ne stabilisce anche i debiti formativi (integrazioni curriculari) che andranno acquisiti prima dell’ammissione (vedi par.6.1 e 6.2). Al termine del corso di studi l’allievo conseguirà la Laurea magistrale in Ingegneria Energetica.


Figura 1: Schema generale del Corso di Studi

4.2 Accesso ad ulteriori studi

La qualifica da` accesso al Dottorato di Ricerca, al Corso di Specializzazione di secondo livello e al Master Universitario di secondo livello


A valle della Laurea magistrale è attivo il Dottorato di Ricerca in Scienze e Tecnologie Energetiche e Nucleari, che è orientato a formare ingegneri con una preparazione estremamente approfondita, di alto livello scientifico, destinati a coprire posizioni di responsabilità nelle aziende con elevata propensione alla ricerca e sviluppo. Raccoglie le esperienze del precedente Dottorato in Energetica che, insieme a quello di scuola Nucleare, ha costituito una importante realtà per oltre 25 anni nella tradizione didattica dell'Ateneo. L'ammissione avviene per concorso pubblico, bandito annualmente.


5. Sbocchi professionali e mercato del lavoro

5.1 Status professionale conferito dal titolo

Il laureato magistrale in Ingegneria energetica è un tecnico con preparazione di elevato livello in grado di affrontare tutte le tematiche, anche quelle più innovative, per la progettazione e l'esercizio di impianti per la produzione, distribuzione e utilizzo dell'energia, di impianti di riscaldamento e condizionamento, dei loro componenti e dei sistemi termotecnici civili e industriali. E' inoltre in grado di svolgere il ruolo sia di responsabile dell'energia nelle aziende e negli enti in cui è richiesta tale figura, sia di esperto dell'energia all'interno di organismi nazionali e internazionali per la definizione di strategie e di scenari energetici.
I laureati magistrali potranno sostenere l'Esame di Stato per l'abilitazione alla Sezione A dell'Albo (Ingegneri) nel settore dell'Ingegneria Industriale.

5.2 Ruoli e sbocchi occupazionali in dettaglio

Agli Ingegneri energetici il mercato del lavoro offre un gran numero di opportunità: la produzione, la distribuzione e l'utilizzo corretto dell'energia sono realtà irrinunciabili, seppure intensamente problematiche, della nostra epoca. L'industria energetica sta peraltro vivendo grandi trasformazioni (la liberalizzazione dei mercati, l'incremento della competitività, la decentralizzazione, la maggiore attenzione ai problemi di impatto ambientale, la riduzione delle emissioni di gas serra), che richiedono sempre più tecnici preparati e con le necessarie competenze. D'altra parte, la concentrazione di industrie operanti nel settore dell'energia è elevatissima nell'area lombarda e milanese (dai grandi enti che si occupano di produzione, trasporto e distribuzione dell'energia alle numerosissime imprese, anche medio-piccole, che operano nei settori dell'impiantistica industriale e civile, degli impianti di climatizzazione, dei componenti degli impianti). I possibili sbocchi professionali per l'Ingegnere con laurea magistrale sono:

  • nel settore della gestione dell'energia, nell'industria e in aziende ed enti pubblici territoriali fornitori del servizio energia; si osservi in proposito che la Legislazione italiana (legge 10/91) ha previsto l'obbligo della figura del "tecnico responsabile per la conservazione e l'uso razionale dell'energia" (energy manager) per le aziende con consumi energetici significativi;
  • negli enti pubblici o negli organismi internazionali dove è richiesto il ruolo di tecnici specialisti dell’energia in grado di concorrere alla definizioni di strategie, scenari energetici e piani tecnologici;
  • nell'attività di progettazione, collaudo, esercizio e manutenzione di impianti energetici come, per esempio, impianti di riscaldamento e di climatizzazione, impianti per la conservazione degli alimenti, piccoli e medi impianti per la produzione, la distribuzione e l'utilizzo dell'energia;
  • nella progettazione termotecnica degli edifici;
  • nelle industrie che producono e commercializzano macchine e componenti come caldaie, climatizzatori, frigoriferi, motori, scambiatori di calore, compressori e turbine a gas o a vapore;
  • nelle industrie energetiche operanti nei settori termoelettrico, idroelettrico, motoristico, petrolifero e del gas naturale, a livello di produzione o di distribuzione.

Ai laureati magistrali saranno riservate le attività di ricerca e sviluppo, nonché quelle relative alle fasi di studio e di progetto delle applicazioni più specialistiche e di maggior impegno (grandi impianti, processi innovativi, sviluppo di macchine e componenti tecnologicamente avanzati). La preparazione più ampia e flessibile fornita dal corso di LM, inoltre, farà sì che si aprano possibilità di lavoro in ambiti intersettoriali che coinvolgono il settore energetico.


Rapporti del Nucleo di valutazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4070

6. Iscrizione al Corso di Studio

6.1 Requisiti di Ammissione

Titolo di studio di I ciclo (6 Livello EQF) o titolo comparabile


Esame di ammissione e criteri di valutazione

 

A partire dall’A.A. 2010/2011 è  attivato il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica secondo il D.M. 22 ottobre 2004 n.270. Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale occorre essere in possesso di un titolo di Laurea triennale o altro titolo riconosciuto come analogo.

La selezione per l’ammissione alla Laurea Magistrale è basata sulla valutazione della carriera pregressa e dell’adeguatezza della preparazione personale (DM 28/11/00); la media pesata delle votazioni conseguite nella Laurea di primo livello ha quindi un’importanza fondamentale. Tale selezione verrà tenuta nel periodo previsto dal calendario accademico terminate le pre-iscrizioni, in una data che verrà pubblicizzata negli avvisi del sito della Scuola di Ingegneria industriale (www.ingind.polimi.it). La Commissione per le ammissioni si atterrà a quanto segue.

 

  1. Per gli allievi della Scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione del Politecnico di Milano immatri­colati alla Laurea di 1° livello in Ingegneria Aerospaziale, Energetica e Meccanica partire dall’A.A. 2007/08, è stata introdotta una soglia di automatica non ammissione (SNA): di norma, non potranno essere am­messi al corso di laurea di secondo livello allievi che abbiano conseguito nei loro studi di primo livello in Ingegneria Aerospaziale, Energetica e Meccanica un parametro S inferiore a SNA, con SNA fissata a 21/30. Il parametro S è uguale a [M-(N-3)/2] dove M è la media dei voti pesata per i crediti conseguita nella Laurea e N è il numero di anni utilizzati per conseguire la laurea. Sono quindi automaticamente ammessi alla Laurea Magistrale gli allievi con S>21. Eventuali casi particolari di allievi con S<SNA po­tranno essere esaminati dal Preside della Scuola di Ingegneria  Industriale e dell’Informazione, su segnala­zione della Commissione per le ammissioni.
  2. Per tutti gli altri laureati in Atenei italiani, l’accesso è basato su una valutazione della carriera pregressa e dell’adeguatezza della preparazione personale; definito S come al punto 1. sono automaticamente ammessi alla Laurea Magistrale gli allievi:
  • laureati in Ingegneria Energetica in altri Atenei italiani con S≥24
  • altri laureati in Ingegneria con S≥25
  • altri laureati con S≥27
  1. Tutti gli allievi di cui al punto 2 con S<21 sono automaticamente esclusi; quelli con S compreso tra 21 e i valori sopra indicati per l’ammissione dovranno sostenere un colloquio con la Commissioneper le ammissioni, volto ad analizzare il curriculum degli studi, le motivazioni degli studenti ed altri elementi di valutazione che verranno presentati (esperienze lavorative, stages, studi all’estero, attività extra-curriculari).
  2. Per allievi con laurea di primo livello conseguita in università straniere, l’accesso è stabilito dalla Commissione per le ammissioni sulla base di una valutazione della carriera pregressa e dell’adeguatezza della preparazione personale.

 

 Prerequisito della conoscenza di una lingua straniera

 

 La normativa  prevista dall’Ateneo è riportata nel documento  “Lingue Straniere - Regole per il su-peramento dell’obbligo formativo della conoscenza di una lingua dell’Unione Europea”, pubblicato sul sito d’Ateneo:

http://www.polimi.it/studenti/guide/

 

 

 

Gli allievi sono invitati a leggere con cura il documento indicato e sono tenuti a rispettare la normativa riportata. In particolare, si ricorda che: “Ai sensi del DM 270/04 il Politecnico di Milano assume la lingua inglese come lingua dell’Unione Europea che deve essere conosciuta oltre all’italiano. A decorrere dall’a.a. 2006/07 tutti gli studenti, per essere ammessi alla Laurea Specialistica/Magistrale, devono aver conseguito una certificazione che attesti la conoscenza della lingua inglese pari almeno al livello B2 del CEF (Common European Framework)”. Dall’a.a. 2007/08 la conoscenza dell’inglese a livello B2 (Toefl 170 CBT, 59 IBT) è quindi un pre-requisito all’immatricolazione. Il CCS in Ingegneria Energetica per l’a.a. 2012-2013 non ritiene necessari livelli di conoscenza superiori a B2. Tuttavia, per l’ammissione alle selezioni di assegnazione di borse di studio nell’ambito del piano di studio dedicato agli Idrocarburi, è richiesto il livello C1 del CEF in relazione alla presenza di insegnamenti seguiti presso Università straniere. E’ possibile che a partire dall’a.a. 2014-2015 il livello C1 del CEF venga richiesto anche come pre-requisito all’immatricolazione.

6.2 Descrizione delle conoscenze richieste agli studenti in ingresso

Eventuale assegnazione di integrazioni curriculari per l’accesso alla LM

 

L’ammissione al corso di Laurea Magistrale non implica automaticamente il riconoscimento di tutti i crediti formativi acquisiti negli studi precedenti. Eventuali integrazioni curriculari e/o riconoscimenti verranno assegnati dalla Commissione per le ammissioni, sulla base della carriera pregressa. Eventuali integrazioni curriculari necessarie per completare la preparazione deve essere possedute prima dell’iscrizione alla Laurea Magistrale stessa (contrariamente a quanto accadeva in ambito D.M. 509 dove i debiti potevano essere recuperati anche durante il Corso di Laurea Specialistica).

L’eventuale inserimento in soprannumero nei piani degli studi di primo livello di insegnamenti propri del corso di Laurea Magistrale e la relativa acquisizione di crediti non costituisce garanzia di accesso.

Le integrazioni curriculari potranno essere acquisite come insegnamenti in soprannumero nel Corso di Laurea o con  la modalità dei Corsi singoli (vedasi “Linee guida per l’ammissione alla Laurea Magistrale” e “Come iscriversi al primo anno dei corsi di Laurea Specialistica/Magistrale” pubblicati sul sito d’Ateneo nella sezione Servizi per gli Studenti, Guide e Regolamenti ). In particolare:

  • ai laureati in Ingegneria Aerospaziale, Energetica e Meccanica del Politecnico di Milano con piano di studio propedeutico è data possibilità di immatricolarsi alle Lauree Magistrali in Ingegneria Aeronautica, Energetica, Meccanica e Spaziale senza integrazioni curriculari. Questo non significa che le competenze acquisite durante la Laurea di primo livello siano sufficienti ad affrontare adeguatamente preparati il primo anno. Si consiglia quindi allo studente che intenda avvalersi di questa possibilità di verificare il proprio curriculum e di adeguare autonomamente la propria preparazione tenendo anche conto della seguente tabella dei requisiti minimi.
  • ai laureati in Ingegneria Energetica del Politecnico di Milano con piano di studi professionale nell’ord. 270/04 sarà richiesta l’integrazione curriculare di Metodi analitici e numerici (086214).
  • ai laureati in Ingegneria Meccanica del Politecnico di Milano con piano di studi professionale nell’ord. 270/04 sarà richiesta l’integrazione curriculare di (i) Metodi analitici e numerici (086214) e (ii) di Sistemi energetici e impatto ambientale (072574) se seguiranno il piano di studi orientato alla Termotecnica, o di Fondamenti di climatizzazione ambientale (086012) se seguiranno gli altri piani di studi o se provengono dal piano di studi Motori e Turbomacchine.
  • ai laureati in Ingegneria Aerospaziale del Politecnico di Milano con piano di studi professionale nell’ord. 270/04 sarà richiesta l’integrazione curriculare di (i) Metodi analitici e numerici (086214), (ii) di Sistemi energetici e impatto ambientale (072574), (iii) di Fondamenti di climatizzazione ambientale (086012).
  • in tutti gli altri casi, la Commissione per le ammissioni determinerà gli insegnamenti da assegnare come integrazioni curriculari sulla base della Tabella dei requisiti minimi, che indica il minimo numero di crediti che l’allievo dovrà aver conseguito nei relativi settori scientifici disciplinari (SSD). Qualora il numero conseguito sia inferiore a quello della tabella, verranno assegnati integrazioni curriculari nei relativi SSD. Se il numero totale supera 60, il candidato verrà indirizzato verso il corso di Laurea di primo livello.
  • ai laureati provenienti dagli orientamenti professionali di altri Corsi di Studi del Politecnico di Milano e a tutti i laureati provenienti dagli orientamenti professionali di altri Atenei, saranno comunque attribuite integrazioni curriculari per un numero di CFU non inferiore al numero di crediti associati al Tirocinio, Elaborato di Laurea e Prova Finale della Laurea di primo livello conseguita. La Commissione per le ammissioni valuterà caso per caso come ripartire tali integrazioni tra gli insegnamenti. Solo se il numero totale di CFU corrispondenti a tali integrazioni risulta minore o uguale a 6,  le stesse non verranno assegnate.

 

 

Tabella dei requisiti minimi per l’ammissione alla laurea di secondo livello

 

Ambito

SSD

cfu

Algebra, Calcolo numerico, Geometria, Informatica, Analisi Matematica, Meccanica Razionale, Statistica

MAT/02-03-05-06-07-08-09, SECS/S01, ING-INF/05

30

Fisica, Chimica

FIS/01-03, CHIM/07

15

Elettrotecnica

ING-IND/31-32-33

5

Economia, Impianti industriali, Impianti aerospaziali

ING-IND/05-17-35

5

Fisica tecnica, Meccanica dei fluidi, Fluidodinamica

ING-IND/06-10-11, ICAR/01

20

Propulsione, Macchine, Sistemi energetici

ING-IND/07-08-09

15

Meccanica generale, applicata, dei solidi, Tecnologia, Materiali, Automatica*

ING-IND/03-04-12-13-14-15-16-21-22, ICAR/08, ING-INF/04*

30

Totale

 

120

* sono riconoscibili al massimo 5 cfu di ING-INF/04

6.3 Scadenze per l'ammissione e numero posti disponibili

Il corso di studi di Ingegneria Energetica fa parte della Scuola di Ingegneria Industriale che stabilisce ogni anno il numero programmato di matricole. Si faccia pertanto riferimento alla pagina web sotto indicata.

6.4 Indicazione di eventuali attività per l'orientamento per gli studenti e attività di tutorato

Sito Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2126

7. Contenuti del Corso di Studio

7.1 Requisiti per il conseguimento del titolo

Per il conseguimento del titolo sono richiesti 120 crediti. Le attivita necessarie ad acquisire questi crediti sono dettagliate nel regolamento didattico: esse affrontano i temi più avanzati e innovativi dell'industria energetica, dopo un necessario approfondimento degli aspetti formativi nelle discipline interessate. La tesi di laurea è parte integrante del percorso degli studi, in cui il laureando approfondirà una tematica conenssa all'energia in modo autonomo e con metodologie il più possibile innovative e orientate al mondo della ricerca e sviluppo.

7.2 Modalità di frequenza e di didattica utilizzata

La frequenza non è obbligatoria, ma è fortemente consigliata: è molto importante per facilitare l'apprendimento e per acquisire le capacità critiche essenziali.
Gli insegnamenti del Corso di Studi sono erogati con modalità convenzionale (lezioni, esercitazioni, laboratori informatici, sperimentali e progettuali), ma con metodologie didattiche atte a conseguire gli obiettivi formativi esplicitati dai descrittori di Dublino (vedi par.2).

7.3 Obiettivi e quadro generale delle attività didattiche per ciascun piano di studio preventivamente approvato

L’offerta formativa della LM (ord.270/04) è sviluppata secondo quattro piani di studi preventivamente approvati, a cui si aggiunge un particolare percorso formativo svolto in lingua inglese presso la sede di Piacenza (EEESW). I quattro piani con insegnamenti in lingua italiana si caratterizzano come segue:

  • Piano “Produzione di potenza”. Questo piano forma una figura professionale dotata di un ampio bagaglio di competenze, anche trasversali, necessarie ad operare nel settore della produzione delle varie forme di energia mediante conversione termodinamica. Lo scenario di riferimento include le applicazioni industriali, le centrali elettriche, i processi produttivi con elevate concentrazioni di potenza, ma anche la generazione di energia distribuita sul territorio, la cogenerazione civile o industriale, le fonti rinnovabili. Si tratta di settori dell’ingegneria in cui le problematiche di carattere industriale si affiancano a quelle legate alla salvaguardia dell’ambiente (argomento a cui sono dedicate grandi attenzioni nel curriculum proposto) in un contesto economico competitivo e in continua evoluzione (mercato libero del gas e dell’elettricità).
  • Piano “Termotecnica”. Questo piano intende formare gli specialisti per la progettazione, realizzazione e gestione degli impianti termici e frigoriferi utilizzati in applicazioni civili e industriali(climatizzazione, refrigerazione, ecc.). Esso prepara, tra l’altro, alle applicazioni dello scambio termico nei processi e nei componenti industriali, alle tecnologie delle energie rinnovabili per usi termici, alle tecniche di ventilazione e di controllo della contaminazione ambientale, alla pianificazione ed ai controlli energetici e ambientali.
  • Piano “Idrocarburi”. Gli studi in questo settore vogliono formare una figura professionale in grado di operare nell’industria “oil and gas”, con una visione generale dei vari settori: “upstream” (risorse, giacimenti, perforazione), “midstream” (trattamenti di testa pozzo, trasporto), “downstream” (raffinazione, prodotti finali), innestata sulla competenze generali dell’ingegnere energetico. Vista la naturale propensione di questo settore ad operare in un contesto internazionale, saranno attivate, all’interno di questo piano, delle borse di studio con accesso per concorso, destinate a supportare i vincitori per un periodo di studi all’estero, presso università straniere di riconosciuto valore nel settore “oil and gas”, da svolgersi nel secondo anno. Le borse di studio, in numero ed entità, saranno definite e quindi assegnate nel corso del primo anno. In particolare, in caso di sottoscrizione di apposita convenzione con il gruppo ENI, attraverso ENI Corporate University, gli allievi vincitori delle relative borse di studio potranno fruire, oltre che del periodo all’estero, di stages retribuiti presso i siti industriali del gruppo ENI, anche finalizzati alla preparazione della tesi di laurea. Le regole e i requisiti di ammissione al concorso per l’assegnazione delle borse di studio (finanziate da ENI, da altre società del settore o da risorse interne) verranno resi noti per tempo sul sito di facoltà. Gli studenti non vincitori di tali borse potranno comunque chiudere la loro carriera anche senza periodi di studio all’estero.
  • Piano “Energia per lo sviluppo”. Questo piano, avviato in via sperimentale per la prima volta quest'anno, mira a formare una figura professionale dotata di un ampio bagaglio di competenze tecnico-scientifiche di dettaglio e di insieme allo scopo di operare nel settore energetico in una prospettiva multiscala, che spazia dallo sviluppo di appropriate tecnologie alle analisi energetiche di scenario nell’ottica della sostenibilità tecnico-economica e ambientale dei sistemi energetici nelle diverse realtà territoriali. A parere di UNDP (United Nation Development Organization) l’energia è legata in modo inscindibile allo sviluppo ma nel mondo si riscontra, come sottolineato da UNESCO (United Nation for Educational and Scientific Organization), una carenza di ingegneri che con competenza e creatività operino per l’innovazione in differenti settori. Per queste ragioni e relativamente ai temi dell’energia, nasce questo piano consigliato che coniuga i fondamenti ingegneristici richiesti per affrontare le problematiche tecnologiche del settore con gli strumenti necessari a valutarne le implicazioni economiche e l’impatto ambientale e sociale. Per favorire le esperienze internazionali saranno attivate opportunità di stage per la realizzazione delle tesi di laurea con NGOs, attori della società civile, istituzioni nazionali, organismi internazionali, università e centri di ricerca stranieri.

Il piano Energy Engineering for an Environmentally Sustainable World (EEESW) costituisce una specifica attività formativa che si configura come Master of Science, erogato interamente in lingua inglese presso la sede di Piacenza e progettato per accogliere studenti stranieri di elevata qualificazione e motivazione. Gli obiettivi formativi sono totalmente condivisi con quelli generali descritti in precedenza. I temi trattati riguardano quattro aree specifiche (sistemi energetici e loro componenti, processi e tecnologie per il controllo ambientale, controllo e dinamica delle macchine rotanti, conversione elettrica e gestione delle reti elettriche) ampiamente condivise con il progetto generale della LM, in particolare con il piano ‘Produzione di potenza’. Il piano comprende al primo semestre tre insegnamenti di approfondimento nelle aree matematica, chimica e termodinamica che introducono agli strumenti di analisi e alla fenomenologia dei processi e delle tecnologie per la sostenibilità della produzione di energia. Il numero massimo di studenti ammessi a questa iniziativa per il corrente anno accademico è di 60 persone, con non più di 1/3 di studenti italiani sul totale degli ammessi (salvo accoglimento di istanze particolari da parte del Preside della Facoltà di Ingegneria Industriale), per garantire uno svolgimento delle attività formative in un contesto realmente internazionale. L’ammissione degli studenti stranieri segue le regole generali dell’Ateneo (www.english.polimi.it, International Projects Service) ed è valutata da una apposita Commissione nominata dal CCS, con criteri basati sul merito e sull’adeguatezza del curriculum. L’accesso alle borse di studio disponibili, assegnate dalla stessa Commissione in base agli stessi criteri, è riservato agli studenti stranieri. L’ammissione per gli studenti italiani è regolata come da paragrafo 6 in termini di requisiti e di eventuale assegnazione di integrazioni curriculari, ma, essendo limitato di numero di posti disponibili, è valutata dalla stessa Commissione sulla base del merito, delle motivazioni e della coerenza della carriera pregressa con i contenuti del presente percorso. Informazioni più dettagliate relative ai contenuti, ai sussidi, alle modalità e ai tempi di ammissione e al numero di posti disponibili sono pubblicate sul sito www.master-EEE-SW.piacenza.polimi.it oltre che sul sito della Facoltà.

Le seguenti tabelle riportano l'articolazione del piano degli studi, previsto dal Consiglio di Corso di Studio (CCS). I programmi degli insegnamenti possono essere trovati nel sito della Facoltà di Ingegneria Industriale (www.ingind.polimi.it) su cui sono periodicamente riportati avvisi generali di interesse degli studenti.

Nella colonna AF (Attività Formative) sono indicate le materie di base (A), quelle caratterizzanti (B), quelle affini (C) e le altre attività (D), di cui fanno parte gli insegnamenti a scelta (S). Limitatamente agli insegnamenti a scelta, il CCS potrà prendere in considerazione proposte autonomamente sviluppate da parte dello studente, al di fuori dei piani preventivamente autorizzati (piano di studi autonomo).

Per motivi di ordinamenti ministeriali, è necessario scegliere insegnamenti affini (C) per non meno di 16 CFU e non più di 40 cfu.


Per motivi di ordinamenti ministeriali, è poi possibile scegliere insegnamenti affini (C) per non meno di 16 CFU e non più di 40 CFU.


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: NDF - Non differenziato


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
089778BING-IND/10SCAMBIO TERMICO E DI MASSA110.010.0
089779BING-IND/09CONVERSIONE DELL'ENERGIA A110.010.0
089780BING-IND/11PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA E FRIGORIFERA A110.0
089781CING-IND/27FONDAMENTI DI PROCESSI CHIMICI18.08.0
089782CING-IND/35ECONOMIA DEI SERVIZI E DELLE RETI28.08.0
089783CING-IND/17GESTIONE DEI PROGETTI28.0
093499CING-IND/35SISTEMI DI CONTROLLO DI GESTIONE28.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo EP (a)------24.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo ES (b)------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo ET (c)------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo EH (d)------

(a) Consigliato a chi intende scegliere il PSPA 'EPP Produzione di Potenza'
(b) Consigliato a chi intende scegliere il PSPA 'ECS Energia per lo sviluppo'
(c) Consigliato a chi intende scegliere il PSPA 'ETT Termotecnica'
(d) Consigliato a chi intende scegliere il PSPA 'EHC Idrocarburi'

Insegnamenti del Gruppo EH


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
089786 B ING-IND/08 COMBUSTIONE E SICUREZZA 2 8.0
091044 C ING-IND/22 CORROSIONE E PROTEZIONE DEI MATERIALI 2 8.0
089785 B ING-IND/10 ENERGETICA GENERALE 2 8.0
089789 C ING-IND/30 INGEGNERIA DEI GIACIMENTI DI IDROCARBURI 2 8.0
093598 B,C ING-IND/25
ING-IND/27
IMPIANTI E PROCESSI CHIMICI (C.I.) 2 8.0

Insegnamenti del Gruppo EP


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
089786 B ING-IND/08 COMBUSTIONE E SICUREZZA 2 8.0
089785 B ING-IND/10 ENERGETICA GENERALE 2 8.0
089789 C ING-IND/30 INGEGNERIA DEI GIACIMENTI DI IDROCARBURI 2 8.0
089787 B ING-IND/33 SISTEMI E MACCHINE ELETTRICHE 2 8.0
093598 B,C ING-IND/25
ING-IND/27
IMPIANTI E PROCESSI CHIMICI (C.I.) 2 8.0

Insegnamenti del Gruppo ES


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
089786 B ING-IND/08 COMBUSTIONE E SICUREZZA 2 8.0
089788 C ING-INF/04 CONTROLLI AUTOMATICI 2 8.0
089785 B ING-IND/10 ENERGETICA GENERALE 2 8.0
089789 C ING-IND/30 INGEGNERIA DEI GIACIMENTI DI IDROCARBURI 2 8.0
089787 B ING-IND/33 SISTEMI E MACCHINE ELETTRICHE 2 8.0

Insegnamenti del Gruppo ET


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
089786 B ING-IND/08 COMBUSTIONE E SICUREZZA 2 8.0
089788 C ING-INF/04 CONTROLLI AUTOMATICI 2 8.0
091044 C ING-IND/22 CORROSIONE E PROTEZIONE DEI MATERIALI 2 8.0
089785 B ING-IND/10 ENERGETICA GENERALE 2 8.0
089787 B ING-IND/33 SISTEMI E MACCHINE ELETTRICHE 2 8.0

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: EPP - Produzione di potenza


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
090922BING-IND/09PRODUZIONE DI POTENZA DA FONTI RINNOVABILI18.08.0
090923BING-IND/08MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA LM B18.08.0
090924BING-IND/08TURBOMACCHINE LM B18.0
090927CING-IND/13DINAMICA E DIAGNOSTICA DELLE MACCHINE18.08.0
090928CING-IND/21MATERIALI PER L'ENERGIA18.0
090926BING-IND/11PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA E FRIGORIFERA B18.0
090925BING-IND/10TERMO-FLUIDODINAMICA COMPUTAZIONALE PER L'INGEGNERIA18.0
090929BING-IND/09SISTEMI ENERGETICI AVANZATI28.08.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo PACCHETTO S: ESAMI A SCELTA------8.0
090930----TESI DI LAUREA E PROVA FINALE--120.020.0
090930----TESI DI LAUREA E PROVA FINALE--220.0

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: ECS - Energia per lo sviluppo


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
090974BING-IND/09CONVERSIONE DELL'ENERGIA B18.016.0
090933BING-IND/11INGEGNERIA DEI PROCESSI SOLARI TERMICI18.0
090926BING-IND/11PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA E FRIGORIFERA B18.0
090922BING-IND/09PRODUZIONE DI POTENZA DA FONTI RINNOVABILI18.0
091051--SECS-P/01ECONOMIA DELLO SVILUPPO28.08.0
091052BING-IND/10INGEGNERIA E COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO18.08.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo PACCHETTO S: ESAMI A SCELTA------8.0
090930----TESI DI LAUREA E PROVA FINALE--120.020.0
090930----TESI DI LAUREA E PROVA FINALE--220.0

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: ETT - Termotecnica


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
090934BING-IND/11CONDIZIONAMENTO DELL'ARIA E IMPIANTI PER AMBIENTI A CONTAMINAZIONE CONTROLLATA18.016.0
090932BING-IND/11EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI18.0
090933BING-IND/11INGEGNERIA DEI PROCESSI SOLARI TERMICI18.0
091025BING-IND/11ACUSTICA APPLICATA E ILLUMINOTECNICA18.08.0
090974BING-IND/09CONVERSIONE DELL'ENERGIA B18.0
090925BING-IND/10TERMO-FLUIDODINAMICA COMPUTAZIONALE PER L'INGEGNERIA18.0
091026BING-IND/11PROGETTAZIONE DI IMPIANTI TERMICI28.08.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo PACCHETTO S: ESAMI A SCELTA------8.0
090930----TESI DI LAUREA E PROVA FINALE--120.020.0
090930----TESI DI LAUREA E PROVA FINALE--220.0

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: EHC - Idrocarburi


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
091043CING-IND/27TECNOLOGIA DEL PETROLIO E BIOCOMBUSTIBILI18.08.0
090922BING-IND/09PRODUZIONE DI POTENZA DA FONTI RINNOVABILI18.08.0
090933BING-IND/11INGEGNERIA DEI PROCESSI SOLARI TERMICI18.0
090925BING-IND/10TERMO-FLUIDODINAMICA COMPUTAZIONALE PER L'INGEGNERIA18.08.0
090924BING-IND/08TURBOMACCHINE LM B18.0
090929BING-IND/09SISTEMI ENERGETICI AVANZATI28.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo PACCHETTO S: ESAMI A SCELTA------8.0
093500BICAR/01
ING-IND/10
FENOMENI DI TRASPORTO IN GIACIMENTO28.08.0
090930----TESI DI LAUREA E PROVA FINALE--120.020.0
090930----TESI DI LAUREA E PROVA FINALE--220.0

Per i vincitori di borse di studio ENI gli insegnamenti 090922, 090924, 090925,090929,090933 più quelli del pacchetto S sono sostituibili, fino a un max di 24 cfu, con semestre in università estera.


Insegnamenti del Gruppo PACCHETTO S: ESAMI A SCELTA


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
091025 B ING-IND/11 ACUSTICA APPLICATA E ILLUMINOTECNICA 1 8.0
090934 B ING-IND/11 CONDIZIONAMENTO DELL'ARIA E IMPIANTI PER AMBIENTI A CONTAMINAZIONE CONTROLLATA 1 8.0
090974 B ING-IND/09 CONVERSIONE DELL'ENERGIA B 1 8.0
090927 C ING-IND/13 DINAMICA E DIAGNOSTICA DELLE MACCHINE 1 8.0
090932 B ING-IND/11 EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI 1 8.0
090933 B ING-IND/11 INGEGNERIA DEI PROCESSI SOLARI TERMICI 1 8.0
091052 B ING-IND/10 INGEGNERIA E COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO 1 8.0
090928 C ING-IND/21 MATERIALI PER L'ENERGIA 1 8.0
090923 B ING-IND/08 MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA LM B 1 8.0
090926 B ING-IND/11 PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA E FRIGORIFERA B 1 8.0
090922 B ING-IND/09 PRODUZIONE DI POTENZA DA FONTI RINNOVABILI 1 8.0
091043 C ING-IND/27 TECNOLOGIA DEL PETROLIO E BIOCOMBUSTIBILI 1 8.0
090925 B ING-IND/10 TERMO-FLUIDODINAMICA COMPUTAZIONALE PER L'INGEGNERIA 1 8.0
090924 B ING-IND/08 TURBOMACCHINE LM B 1 8.0
089786 B ING-IND/08 COMBUSTIONE E SICUREZZA 2 8.0
089788 C ING-INF/04 CONTROLLI AUTOMATICI 2 8.0
091044 C ING-IND/22 CORROSIONE E PROTEZIONE DEI MATERIALI 2 8.0
093501 -- IUS/10 DIRITTO DELL'ENERGIA 2 8.0
089782 C ING-IND/35 ECONOMIA DEI SERVIZI E DELLE RETI 2 8.0
091051 -- SECS-P/01 ECONOMIA DELLO SVILUPPO 2 8.0
089785 B ING-IND/10 ENERGETICA GENERALE 2 8.0
093500 B ICAR/01
ING-IND/10
FENOMENI DI TRASPORTO IN GIACIMENTO 2 8.0
089783 C ING-IND/17 GESTIONE DEI PROGETTI 2 8.0
089789 C ING-IND/30 INGEGNERIA DEI GIACIMENTI DI IDROCARBURI 2 8.0
091026 B ING-IND/11 PROGETTAZIONE DI IMPIANTI TERMICI 2 8.0
093499 C ING-IND/35 SISTEMI DI CONTROLLO DI GESTIONE 2 8.0
089787 B ING-IND/33 SISTEMI E MACCHINE ELETTRICHE 2 8.0
090929 B ING-IND/09 SISTEMI ENERGETICI AVANZATI 2 8.0
093598 B,C ING-IND/25
ING-IND/27
IMPIANTI E PROCESSI CHIMICI (C.I.) 2 8.0

Comprende tutti gli insegnamenti da 8 cfu in offerta e possono essere scelti liberamente, fatte salve le precedenze d’esame ed escludendo quanto già scelto. Considerare attentamente i semestri di erogazione. Vanno inoltre rispettati i vincoli di ordinamento: minimo 48 cfu caratterizzanti (‘B’ in colonna AF – attività formative), min 16 – max 40 affini (‘C’ in colonna AF).


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: ESW - Energy Engineering for an Environmentally Sustainable World


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
093595--MAT/05
MAT/08
ADVANCED MATHEMATICAL METHODS (C.I.)110.010.0
087717BING-IND/10ADVANCED THERMODYNAMICS AND HEAT TRANSFER110.010.0
087074CING-IND/27FUNDAMENTALS OF CHEMICAL PROCESSES FOR ENERGY AND ENVIRONMENT18.08.0
087718BING-IND/08TURBOMACHINERY AND INTERNAL COMBUSTION ENGINES28.08.0
089302BING-IND/11ENERGY AND ENVIRONMENTAL TECHNOLOGIES FOR BUILDING SYSTEMS28.08.0
087073BING-IND/33ELECTRIC CONVERSION OF RENEWABLE ENERGY SOURCES28.08.0
093592CING-IND/16
ING-IND/21
MATERIALS AND MANUFACTURING FOR ENERGY SYSTEMS (C.I.)28.08.0

093592 A scelta: può essere sostituito con uno degli insegnamenti del pacchetto S erogati presso il Campus Milano Bovisa.


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: ESW - Energy Engineering for an Environmentally Sustainable World


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
090906BING-IND/09ENERGY SYSTEMS AND LOW-CARBON TECHNOLOGIES110.010.0
090907CICAR/03AIR POLLUTION AND CONTROL ENGINEERING110.010.0
090909CING-IND/13OPERATION AND CONTROL OF MACHINES FOR POWER GENERATION110.010.0
090910B,CICAR/03
ING-IND/09
BIO-ENERGY AND WASTE-TO-ENERGY TECHNOLOGIES28.08.0
093473BING-IND/33SMART GRIDS AND REGULATION FOR RENEWABLE ENERGY SOURCES28.08.0
090911CING-IND/27GRADUATION THESIS AND FINAL WORK--114.014.0
090911CING-IND/27GRADUATION THESIS AND FINAL WORK--214.0

La tesi/prova finale comprende attività progettuali per 2 cfu nel settore dei Processi chimici.

 


Percorsi Aspri
Dall’a.a. 2008-09 la precedente Scuola di Ingegneria Industriale ha creato, all’interno di ciascun corso di studi, dei percorsi formativi – i percorsi ASPRI – per ragazzi con forte predisposizione agli studi, la passione di capire e la tenacia di non mollare un problema prima di averlo risolto, cioè per ragazzi portati alla ricerca. L’obiettivo è di far crescere queste abilità formando ingegneri che possano inserirsi naturalmente nei settori della ricerca scientifica e tecnologica. I percorsi ASPRI rientrano nella strategia dell’alta formazione del Politecnico, privilegiando gli aspetti di specializzazione curriculare; si sviluppano lungo i tradizionali corsi ma risultano più ‘aspri’ sia da un punto di vista metodologico che dei contenuti. Dall'anno accademico 2011-12 sono stati attivati i Percorsi ASPRI-LM cioè perla Laurea Magistrale.
Il numero di studenti ammessi al primo anno dei Percorsi ASPRI-LM è di circa 30 allievi per tutti i corsi di Laurea Magistrale offerti dalla Scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione, e viene stabilito di anno in anno dalla Scuola sulla base della programmazione complessiva dell’offerta formativa (contingente d’anno Percorsi ASPRI-LM). Può fare domanda di ammissione chi è in possesso di attestato dei Percorsi ASPRI della Laurea, o di idoneità espressa da un’apposita Commissione della Scuola; in ogni caso sarà requisito minimo l’avere conseguitola Laureain meno di 4 anni accademici con una media pesata sui crediti di almeno 27/30 e con votazioni nei singoli non inferiori a 24/30. Sulla base delle domande di ammissione pervenute entro il 27 settembre 2013 e dei titoli presentati, verrà compilata una graduatoria e verranno ammessi i migliori classificati fino al raggiungimento del contingente d’anno.
I Percorsi ASPRI-LM prevedono attività formative integrative per un totale di 10 CFU per anno che, potranno consistere in moduli/insegnamenti aggiuntivi espressamente previsti per questo programma formativo o presi da altri Corsi di Studio o da Corsi di Dottorato, corsi individuali di “reading and research”, laboratori avanzati espressamente previsti in cui l’allievo potrà sviluppare in modo autonomo delle attività mirate di ricerca.
La permanenza nei Percorsi Aspri-LM è subordinata al rispetto degli stessi vincoli previsti per i Percorsi Aspri-Laurea e cioè aver superato tutti gli esami previsti dal regolamento didattico entro la sessione invernale dell'anno accademico (di iscrizione), avere una media maggiore o uguale a 27/30, non aver conseguito votazioni minori di 24/30.


Precedenze d'esame

 

La seguente tabella contiene le precedenze consigliateche consentono all'allievo di affrontare gli insegnamenti con la necessaria preparazione.

 

Insegnamento

Precedenze Consigliate

089787

Sistemi energetici avanzati

089779

089784

Conversione dell’energia A (o B – 090974)

Impianti e processi chimici

091052

Ingegneria e cooperazione allo sviluppo

089785

Energetica

091051

Economia dello sviluppo

089782

Economia dei servizi e delle reti

091026

Progettazione di impianti termici

089780

089788

Produzione di energia termica e frigorifera A  (o B – 090926)

Controlli automatici

093500

Fenomeni di trasporto in giacimento

089789

Ingegneria dei giacimenti di idrocarburi

091043

Tecnologia del petrolio e biocombu­sti­bili

089779

089784

Conversione dell’energia A (o B – 090974)

Impianti e processi chimici

 

7.4 Modalità di accertamento lingua straniera

Il Politecnico di Milano assume la lingua inglese come lingua dell'Unione Europea che deve essere conosciuta oltre all'italiano. Come già segnalato, per essere ammesso alla LM, lo studente deve aver conseguito una certificazione che attesti la conoscenza della lingua inglese pari almeno al livello B2 del CEF. Tuttavia è possibile che a partire dall’a.a. 2014-2015 venga richiesto il livello C1 del CEF. Poiché la conoscenza della lingua straniera un pre-requisito per l’ammissione, non sono previsti ulteriori accertamenti durante il corso di studi di LM.


Informazioni sulla conoscenza della lingua inglese
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2286

7.5 Modalità dell'esame di Laurea

La prova finale consiste nella preparazione, presentazione e discussione di una tesi di laurea svolta in modo autonomo dall'allievo. Il lavoro di tesi dovrà richiedere un impegno congruo con i cfu ad esso assegnati (di norma 20). Le tesi di laurea potranno avere delle caratterizzazioni teoriche, numeriche, sperimentali e potranno essere svolte in ambito accademico (anche presso università straniere) o in ambito industriale. Il lavoro sarà valutato in base alla sua completezza e organicità, alle validità delle metodologie adottate, alla rilevanza e attualità dei temi trattati, al rigore metodologico e scientifico, alle capacità tecniche e allo spirito critico dimostrati, oltre che ovviamente all'impegno speso e alla chiarezza e compiutezza dell'esposizione. Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili su:

http://www.polimi.it/nc/studenti/concludi-i-tuoi-studi/esame-di-laurea/


Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2366

8. Calendario

Calendario accademico
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2446

9. Docenti

I Docenti degli insegnamenti ufficiali per l'anno accademico in corso sono indicati nelle pagine web di Scuola.

http://www.ingind.polimi.it/chi_siamo/presentazione.php?id_nav=1175


10. Strutture

Segreterie studenti

Numero verde: 800.420.470 (da lunedì a venerdì, ore 9.30-12.30)

 

Servizi per gli studenti

I servizi agli studenti si occupano dell'attività di orientamento, della gestione della carriera degli studenti iscritti a corsi di laurea e laurea specialistica, del diritto allo studio, della mobilità internazionale, e dei servizi a sostegno e supporto della vita universitaria.

http://www.polimi.it/studenti/accedi-ai-servizi/

 

Servizi Informatici agli Studenti.

Area Servizi Informatici a Studenti e Docenti

http://www.polimi.it/studenti/accedi-ai-servizi/infopoint/


11. Contesto internazionale

Il corsi di laurea magistrale in Ingegneria Energetica del Politecnico di Milano è uno dei primi e dei più quotati nello scenario delle Università italiane, con molte afferenze di studenti con laurea conseguita in altri Atenei. Nelle Università europee sono spesso presenti percorsi molto più aperti. E' facile ritrovare contenuti molto simili nei corsi di MSc in Industrial Engineering (e simili) proposti da molte università straniere, con particolare attenzione a quelle del Nord Europa (Germania e paesi scandinavi), in cui sono offerti molti insegnamenti mirati alle moderne tecniche energetiche (es: energie rinnovabili).


12. Internazionalizzazione

La Facoltà di Ingegneria industriale del Politecnico di Milano intende promuovere attivamente i programmi di mobilità studentesca, in considerazione dell'importanza formativa di una esperienza internazionale nel corso degli studi universitari.

Gli studenti, a partire dal 3° anno di un corso di Laurea, possono continuare i loro studi per un periodo variabile da un semestre a due anni presso una Università straniera, che la Facoltà di Ingegneria industriale ritenga di buon livello, con cui il Politecnico abbia siglato un accordo di scambio.

Tali periodi saranno completamente riconosciuti e gli esami dei corsi del Politecnico che verranno sostituiti per equivalenza agli esami superati nella Università straniera saranno specificati caso per caso. Le votazioni conseguite negli esami superati all'estero, qualora convertibili in trentesimi con criteri considerati ragionevolmente attendibili dal CCS, saranno ritenute valide ai fini della media dei voti conseguiti.

 

Per ulteriori dettagli si rimanda al "Regolamento Mobilità Internazionale" della Facoltà di Ingegneria industriale, al sito

http://www.ingind.polimi.it/servizi/mobilita.php?id_nav=1268

 

Informazioni sui programmi di scambio, progetti di doppia laurea e stage internazionali, progetti europei di ricerca e relazioni internazionali sono disponibili su

http://www.polimi.it/studenti/fai-unesperienza-allestero/


13. Dati quantitativi


14. Altre informazioni

Si invita lo studente a consultare periodicamente il sito della Facoltà di Ingegneria industriale (www.ingind.polimi.it).

 

Insegnamenti offerti nei precedenti regolamenti didattici (ord.509)

Gli allievi immatricolati in anni precedenti nell'ambito del ordinamento 509/99, che non avessero inserito nel loro piano di studi alcuni degli insegnamenti ora non più offerti e che comunque non volessero effettuare una transizione nell'ordinamento 270/04, potranno costruire il loro piano di studi con i nuovi insegnamenti ora in offerta mediante la modalità del piano autonomo. Si ricorda poi la possibilità di transizione all’ordinamento 270/04, particolarmente conveniente agli studenti a cui manca un congruo numero di esami per poter arrivare alla laurea.

 

Insegnamenti attivi nei corsi di Dottorato di Ricerca della Facoltà

Sono selezionabili come esami in soprannumero tutti gli insegnamenti di dottorato attivi presso al Facoltà di Ingegneria Industriale.


15. Errata corrige